TwitterFacebook
Menu
Nicola Porro: “La Rai ha fatto una stronzata”

Nicola Porro: “La Rai ha fatto una stronzata”

Intervista al Populista del 19 maggio 2016

La censura non si chiama censura. Ai tempi di Renzi meglio definirla ricerca di “nuovi linguaggi televisivi”. Così la Rai ha dato il benservito a Nicola Porro, conduttore non allineato di Virus su Rai2.

Nicola Porro, su Virus si è abbattuta la censura renziana?

So che ci hanno chiuso. Sono liberi di chiuderci, ma almeno potevano lasciarci fare le puntate di giugno su elezioni e Brexit. Avevo chiesto un prolungamento fino a fine giugno per seguire questi eventi fondamentali. Che non ce lo consentano è cosa poco compatibile con il concetto di servizio pubblico e con l’interesse dei telespettatori, mettiamola così. Potrei dire che è una situazione incredibile.

Siamo all’epurazione dei non allineati?

Non voglio fare la vittima, ho lavorato per tre anni con la massima libertà pagato dai contribuenti. Hanno deciso di non avere più la prima serata di informazione su Rai2. Va detto oltretutto che la nostra trasmissione costa pochissimo.

Come te l’hanno comunicato?

Ho chiesto un incontro a Campo Dall’Orto un mese e mezzo fa e non si è mai degnato di rispondermi. La segretaria, molto gentilmente, ha preso la telefonata dicendomi che mi avrebbero fatto sapere. Ma non mi hanno mai fatto sapere nulla. Poi ho saputo dal direttore di rete che il mio programma non era più previsto in palinsesto.

Hanno motivato la decisione?

Vogliono realizzare ‘nuovi linguaggi televisivi’. Vedremo cosa saranno questi nuovi linguaggi.

Ti hanno proposto un’alternativa?

Sì, chiamiamola così. Per ora non mi esprimo, devo fare le mie valutazioni.

Perché chiudere una trasmissione in salute e che fa ascolti?

La settimana scorsa Virus è stata la trasmissione più vista tra tutti i talk show con 1.271.000 spettatori. Nessun talk, in nessuna rete televisiva ha fatto più ascolti di noi. E stasera con Salvini faremo ancora meglio. Facciamo più ascolti e costiamo meno di tutte le altre.

Qual è la ratio? Di cosa stiamo parlando se non di censura?

Bisognerebbe chiederlo a Campo Dall’Orto, se qualcuno riuscisse a parlare con lui. E a capire quello che dice.

Virus fa ascolti, costa poco, ha un’impostazione equilibrata, svolge inchieste da servizio pubblico e garantisce un dibattito senza preconcetti. Troppo scomodo?

Non so se sono stato scomodo, non tocca a me dirlo. Quel che è certo è che vogliono cancellare l’informazione dalla prima serata Rai, di qualsiasi tenore essa sia.

Questo dovrebbe valere per tutti, dunque anche per Ballarò?

Appunto, vedremo cosa ne faranno di Ballarò.

Come giudichi il fatto che la Rai elimini l’informazione dalla prima serata?

Una stronzata.

Marco Dazio, Il Populista 19 maggio 2016

Rispondi