Menu
Roma, vi racconto un giorno di ordinaria inefficienza

Roma, vi racconto un giorno di ordinaria inefficienza

Un buon amministratore non deve fare il fenomeno. Basta fare le cose semplici. Per esempio far funzionare le macchinette che erogano i biglietti della metro.

Non ci sono più i controllori e dunque se i “bancomat dell’Atac” non funzionano, deve uscire a cercare qualcuno che ancora li vende.

Io non critico la Raggi per i suoi avvisi di garanzia, ma per il fatto che a Roma non funziona un cavolo. Piccole cose, che sommate, ti fanno venire il sangue al cervello.

Buona amministrazione e meno politica. E un calcio nel sedere al responsabile informatico o al dirigente che si occupa della macchinette automatiche della metro.

Guarda il video col mio racconto

Continua la lettura

I ragazzi che occupano il “Virgilio”? ... Siamo nel 2017 e ancora si "okkupano" le scuole. Roba da non credere. Ma peggio ancora sono i genitori (non tutti sia chiaro), spesso solidali. Asc...
“Più tasse, è questa la sua soluzione?” Scontro tr... A #Cartabianca del 20 giugno si parla dei problemi e del futuro dell’Italia. Marta Fana, una ricercatrice italiana in Francia ­– una millenials, per c...
Immigrazione, Laura Boldrini vs Nicola Porro A "Punto di Vista" del 2011, si parla di immigrazione. Laura Boldrini invoca più solidarietà per i migranti e più Europa nella gestione del fenomeno. ...
“Con certe ricette la sinistra è destinata a... Lunedì 3 luglio sono ospite, in collegamento, a "In onda". In studio c'è Pier Luigi Bersani, con il quale affrontiamo alcuni temi d'attualità. Negl...
Condividi questo articolo

Rispondi