Menu
Siamo sottomessi. Il caso della bambina affidata a una famiglia musulmana

Siamo sottomessi. Il caso della bambina affidata a una famiglia musulmana

Ha causato diverse polemiche la decisione dei servizi sociali del distretto di Tower Hamlets, una delle zone più multiculturali di Londra e del Paese, di affidare una bambina cristiana di 5 anni a due famiglie di musulmani osservanti nonostante l’opposizione dei genitori.

Ancora più sconcertante è la reazione della sinistra. Siamo sottomessi o rischiamo di diventarlo.

Condividi questo articolo

3 Commenti

  1. Siamo sottomessi un corno! Per piacere non lasciamo che poche pessime notizie condizionino la nostra cultura. Tiriamo fuori il coraggio per difendere le nostre tradizioni!

  2. In realtà raccontare questa storia come scempio di sottomissione è assurdo.. le cose si sono rivelate più complesse di come le aveva raccontate il Times.. la bambina veniva da una famiglia in buona parte musulmana per cui non è stata strappata alla sua cultura, per essere affidata ad un’altra, la famiglia a cui era stata affidata parlava inglese al contrario di come si era detto all’inizio, la legge inglese prescrive esplicitamente di genere da conto cultura, religione, etnia, etc.. alla fine è stata affidata alla nonna, per la decisione di una giudice musulmana anch’essa e la nonna, con cui la bambina ha detto di stare bene, è musulmana se ho capito bene. Inoltre non cambiamo forse cultura, religione, società, lingua, costumi, alimentazione etc… tutti quei bambini stranieri adottati in Italia? O portiamo chi viene da un paese musulmano in moschea, chi viene da un paese copto alla chiesa copra, chi da uno induista, non so dove, e chi da uno buddista al tempio buddista? Dai! Siamo sottomessi è una forzatura giornalistica, da titolisti. E sarebbe giusto che visto che in un secondo momento si è rivelata diversa si aggiornasse il racconto con le nuove informazioni.

  3. Scopone scientifico c’è una bella differenza tra le famiglie cristiane e quelle musulmane! Le famiglie cristiane sono civili e razionali e mentalmente vivono nel 2017 non nel medioevo come le famiglie islamiche. Tu hai mai sentito di famiglie cristiane che costringono con la forza dei bambini mussulmani a convertirsi? O famiglie che li fanno mangiare per terra o che tormentino nel modo vergognoso in cui quella famiglia islamica stava tormentando quella bambina di 5 anni! Cristiana battezzata e che aveva sempre vissuto nel modo civile in cui viviamo noi cristiani europei? I cristiani non fanno cose del genere da diversi secoli, la maggior parte delle famiglie musulmane invece sono lobotomizzate da quella religione folle, violenta, razzista e fascista che vede gli appartenenti alle altre religioni come nemici da schiacciare e sottomettere, che non ha mai accettato la parità dei sessi e che è incompatibile con i diritti civili e con il concetto stesso di civiltà.

Rispondi