Arriva la dittatura dei vaccini

Condividi questo articolo


Sarà un caso, eh, “mancherebbe”, come diceva Franca Valeri/Cesira ne Il segno di Venere, ma più sono di sinistra e più tradiscono della democrazia un concetto vintage, da Piccolo Padre. Apre le danze Davide Faraone: pensa ad un patentino sanitario, così lo chiama, con tutte le vaccinazioni covidiane; a signò, questo non è un patentino, è ‘na galera: senza, non puoi uscire, mangiare, respirare, la morte civile, sociale e biologica. Deve avere studiato Diritto sulla bagnarola di Carola.

La trovata riscuote, manco a dirlo, l’adesione pavloviana di Alessandro Gassman, attor giovine all’olio d’oliva, che la rilancia pari pari: e a chi gli fa notare che sarebbe leggermente scentrata rispetto alla Sacra Costituzione, egli risponde spiccio: si cambia qualche cavillo e si va. Deve avere studiato Diritto nell’Armata Brancaleone.

Ben sintonizzata pure Tiziana Ferrario che cinguetta ilare la sua personalissima quadratura del cerchio: non ti vaccini? Benissimo, ma allora non puoi fare “alcune cose”. Cioè tutte. “Tipo l’idea di Qantas: vola solo chi ha fatto il vaccino anticovid”. Deve avere studiato Diritto nei camerini del tg, o di qualche beauty farm. O magari direttamente ad alta quota, dove notoriamente l’ossigeno è rarefatto e provoca mistiche visioni.

Supera tutti a sinistra il minaccioso Andrea Romano: “Adesso non si scherza più, quelli che lavorano contro i vaccini, quelli lì dovranno essere zittiti, non bisognerà dargli nemmeno diritto di parola, da nessuna parte, lo dico a tutti, giornalisti, politici, tecnici…”. Passarli per le armi, subito, contro il muro e, come ultimo desiderio, un vaccino. Deve avere studiato Diritto a qualche tavolino di bar pariolino.

Non manca Andrea Vianello, non per niente direttore delle equilibratissime, neutralissime, purissime Rai3 prima e Rainews poi: “Anche per me il vaccino anti-Covid, quando arriverà e quando la scienza assicurerà che è sicuro, dovrebbe essere obbligatorio. Si chiama opinione: è libera, personale, fondata e da rispettare”. Per lui garantisce lui, insomma: poi pazienza se una opinione assoluta, obbligatoria è in odor di aporia: è la democrazia progressiva, bellezza. Deve avere studiato Diritto direttamente in Unione Sovietica, forse per corrispondenza.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


49 Commenti

Scrivi un commento
  1. Dittatura sanitaria, dittatura dei vaccini, dittatura rossa, dittatura dei DCPM…beh, abbiamo una dittatura pluralista, quindi democratica?

  2. Dott. Porro,
    mi perdoni se Le dico che ci va Troppo LEGGERO, nell’attaccare gli sterminatori dell’Umanità, i superbi e arroganti e prepotenti che vorrebbero imporre con la forza o subdolamente i loro VELENI, oggi chiamati ” vaccini “. Come legge, Carissimo Dott. Porro, lo spazio-commenti del suo Sito si è riempito di grotteschi ” influencers ” e di innamorate pazze di Giuseppi Conte, Roberto Speranza, Walter Ricciardi e dei vari Stregoni, come il ” professor ” Galli, menegramo, portasfiga e vaccinista al cubo! So che Lei, Dottor Porro, è professionista serio e permette a tutti di scrivere la loro sul suo blog. Ma, mi perdoni, qui c’è troppa gentaglia vaccinista, iper-ipocondriaca, irrazionale o più semplicemente imbecille che si permette di lasciare le feci fumiganti che gli esce di bocca su un Sito Serio quale è il Suo. Costoro, questi adepti della setta vaccinista, questi nazicomunisti prezzolati o volontari, hanno già fin troppo spazio mediatico dappertutto, e possono spargere le loro menzogne stracolme di pseudo-erudizione materiata di decrepito scientismo positivista ottocentesco laddove i loro beneamati ” oracoli ” è da marzo che ci sfrucugliano i ” cosiddetti “. Mi permetto di chiederLe di fare sparire questo cumulo di sterco dal Suo Rispettabilissimo Blog. Chi vorrà vaccinarsi, se davvero arriverà un vaccino di cui comunque NULLA SI CONOSCE, i dittatorelli dell’Italico Stivale, e Isole adiacenti, Corsica esclusa, lo danno, a parole, già prontissimo per essere somministrato, ma dopo le feste. E tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, e sovente pure un immenso Oceano, chi vorrà si vaccinerà. Chi non vuole vedere il proprio Corpo comunisticamente ” nazionalizzato ” , ridotto a CAVIA, e violato, violentato, insultato nella Sacralità della Sua Integrità e Intangibilità, NON LO FARÀ E NESSUNO POTRÀ INDURLO AL CONTRARIO: i decretucoli di Conte e ciurmaglia pseudo-governativa, le ordinanze degli sturmbahnfuhrer regionali, di sinistra e di destra, le minacce ricattatorie da cravattari di infimo ordine o da padrini mafiosi, STANNO A ZERO. NON ESISTONO. FREE-VAX per SEMPRE.

  3. Vaccino prodotto in 8 mesi è veramente sicurissimo. Ma la fase 1 2 e 3 obbligatorie per test adeguati sono state eseguite? Solo la fase 1 parzialmente. La fase 2 ( sperimentazione su cavie e uomini) non pervenuta. La fase 3 (test sicurezza nel tempo) eliminata. L’AIFA che dovrebbe controĺare queste fasi non controlla. È un po’ come la magistratura che dovrebbe applicare imparzialmente la legge, ma lo fa dopo avere sentito il parere del PD
    Andate all’ inferno

    • Sottoscrivo in pieno
      Aggiungo che non c è nessun motivo di vaccinare tutta la popolazione,visto che questo virus si cura anche a casa,si dovevano istruire tutti i medici di base fin dall’inizio ci sarebbero stati molti meno morti.
      Oltretutto non mi risulta che il vaccino dia immunità,quindi i vaccinati si possono comunque infettare e a loro volta infettare altre persone,l’unico vantaggio sarebbe una guarigione più rapida e quindi meno rischi per la salute,tutto questo ovviamente se il vaccino funzionasse al 100%.

  4. C’era una volta la persona di destra che credeva nella disciplina, nella resilienza personale, nel non cedere a facili piagnistei o a pifferai alla crudaiola.
    C’era una volta la persona di destra che anteponeva l’interesse dei suoi compatrioti e della sua Nazione alle proprie lacrimuccie che gli si “impone tutto”.
    C’era una volta la persona che aveva l’umiltá di ascoltare chi ne sa piú di lui in un determinato campo. La stessa ragione per la quale se mi duole un dente vado dal dentista e non da mio cugino nullafacente che magari si guarda un video conspiratorio circa i dentisti cattivi su YouTube e magari vinceva a Sapientino.
    C’era una volta il servizio militare obbligatorio che ci aiutava ad accettare le regole e le autoritá senza piagnicolare alla mamma che gli si imponevano cose contro la sua “libertá”.
    C’era una volta l’Italia.

  5. Dittatura! Dittatura!
    Mi stanno dicendo di mettermi la cintura di sicurezza in auto!!!
    Come si permettono????
    Dittatura! Dittatura!
    Non posso piú fumare in un ristorante e appestare tutta la sala!
    Dittatura! Dittatura!
    Mi stanno IMPONENDO di non passare con un semaforo rosso e di non andare piú veloce di 130 km/h. Come se io non sapessi guidare.
    Siamo bambini o che?!
    Dittatura! Dittatura!
    Mi impongono il vaccino del tetano e della polio e della TB. Ha ha ha! Malattie che non si vedono da decenni. Cosí qualcuno ci fa i miliardi. Furbo io, eh? Vedi che io scopro gli inganni che fanno? Ha ha.
    Dittatura! Dittatura!
    Lo stato mi impone di mattermi il casco in moto. Sicuro in combutta con i fabbricanti di casco che cosí ci marciano.
    Dittatura! Dittatura!
    Mi impongono un limite di quanto devo bere prima di guidare! Ma come si permettono? Io bevo quanto mi pare.
    Che siamo in Unione Sovietica?
    Io io io io me me me me me me io io io io io

  6. Personalmente l’articolo non mi piace. Non fa altro che criticare, in modo pseudospiritoso, e non da’ interpretazioni costruttive. L’atteggiamento che propone è una mancata assunzione di responsabilità nei confronti della società, simile a quello di un bambino che non vuole sottoporsi a qualcosa che non gli piace o che non capisce.
    Non ci sarebbe bisogno di rendere il vaccino obbligatorio, se tutti noi fossimo consapevoli di quanto il nostro comportamento individuale possa influire sulla comunità in cui viviamo. Certo sarebbe auspicabile fosse così, ma purtroppo non lo è.

    • Invece è un ottimo articolo, che mette a nudo la ridicolaggine di chi vuole gestire le nostre vite.
      Sempre facendo questi ricattini moralisteggianti senza alcun senso, che si può tenere per sè.
      Quoto step qui sopra: vaccinatevi e non rompete al prossimo.
      Questa è la vostra “responsabilità verso la società”: non provate nemmeno ad appropriarvi delle vite degli altri, in nessun modo.

      Gliela faccio io la predica etica: chi diavolo pensate di essere per violare la dignità e la libertà umana delle altre persone, come se fossero il vostro gregge?
      Vi rendete conto che è quanto di più riprovevole e moralmente disgustoso si possa concepire?

      • x Davide V8 –
        Poichè Lei quota Step e consiglia coloro che non la pensano come Lei di togliersi dalle balle io la accomuno a Step , adesso gli scemi del villaggio sono DUE.

        • Noi invitiamo caldamente a togliersi dalle balle, in ogni senso, coloro che pensano di poter e dover scegliere come gli altri si devono curare.
          I suoi insulti mostrano solo quanto sia grande il gap etico tra quelli come noi e quelli come lei.

          • Ritengo che dire a coloro che non la pensano come LEI/VOI di togliersi dalle balle sia la dimostrazione di quanto uno possa essere scemo. Lei lo considera un insulto , io un complimento . Si faccia curare da CHI vuole , come vuole e dove vuole , l’importante è che sia uno molto bravo.

          • Guardi che gli insulti sono i suoi, non il “toglietevi dalle balle” di step.
            Vedo che ha qualche problemino con la logica elementare, per cui le farò un disegnino: i prepotenti non sono più tollerati.
            E sia ben chiaro che le turbe psichiatriche le avete voi, maniaci del controllo, ipocondriaci, in preda alla paura ed incapaci di ragionare in modo razionale ed autonomo.

      • La dignitá e la libertá umana la sta violando sufficientemente l’attuale disastro economico.
        A me dei piagnistei sulla “libertá individuale” me ne frega ben poco se la mia impresa é sull’orlo del collasso e il PIL a meno 18%.
        Quando la mia impresa fallisce i soldi per andarmi a fare l’aperitivo me chi me li dará, Del Papa?
        E mi fido molto di piú delle agenzie di supervisione farmaceutiche sia degli USA, sia dell’UE, sia della Gran Bretagna che non di un giornalista qualunque che fa il mestiere piú facile del mondo: sedersi nell’amgolo e buttare fango senza dover spiegare nulla o fare nessi logici.
        Se fosse per la vostra maniera di pensare avremmo ancora in massa la tubercolosi, la polio, il tetano e la varicella.
        Per cui, pochi piagnistei e chiacchiere e vaccino appena possibile.

    • Per gente come lei siamo in questa situazione !
      Credere a tutto quello che viene detto con sistemi schematici è da cretini !
      Il problema della società attuale è il non saper pensare e seguire un nesso logico !

  7. Pazienza x gli altri imbecilli procovid(che non hanno la + pallida idea di come sará questo NON VACCINO (
    composizione sicurezza,gravi effetti collaterali ecc…)

    Ma ad Andrea Vianello non é bastata la “botta” che ancora non ha superato?? Non ho parole..

    • La pallida idea ce l’hanno le agenzie del medicamento composte da scienziati molto piú qualificati di lei e di me.
      E che, stia tranquilla, sanno benissimo che se la giocano. Se fanno un errore madornale é finita per loro e per la loro compagnia farmaceutica.
      Ve lo immaginate se, per esempio, il vaccino della Pfizer si rivela una bufala? Ve lo immaginate? Sarebbe la fine di quella impresa, dei loro gestori, dei loro scienziati, dei loro azionisti e dei governanti che hanno dato il permesso alla comercializzazione del vaccino.
      Possibile che questo nesso il suo cervello non lo ha fatto?

  8. Come al solito noto che buona parte di chi scrive, restringe il campo etichettando tutti come “no-vax” , senza intendere che la stragrande maggioranza di chi la pensa come me è, invece, “free-vax”. Cioè, una persona che può liberamente decidere senza alcuna condizione ed obbligo celato (mascherato da parentino sanitario per circolare “liberamente” per il mondo, o altra corbelleria simile), se sottoporsi come,quando e dove, a vaccinazione antinfluenzale e/o anti-covid.
    Per me non succede nulla se qualcuno non è favorevole alla vaccinazione di qualsiasi tipo. Anche perché fino ad oggi nessuno di noi ha mai saputo o si è mai chiesto chi – tra le migliaia di persone incontrate nella vita – fino a 9 mesi fa si vaccinava e chi no anche solo per influenza. Eppure abbiamo CONVISSUTO in giro per il mondo senza tremarelle e ansie, dentro e fuori l’Italia,
    Perché oggi c’è questa ansia???
    E poi, nuovamente, chiedo: “Perché se Tizio si vaccina con antinfluenzale (come magari ha sempre fatto nella sua vita o da un certo punto in poi) o, in questo caso, anti-covid, deve temere ugualmente Caio che, invece, non si vaccina??? Allora se si deve temere Caio, che si vaccina a fare Tizio?
    Mi sembra un paradosso la situazione che rappresentanti del governo come faraone ed altri, supportati dal ministro “Bob Hope”(come molti simpaticamente chiamano Roberto speranza [che tutto fa tranne darla qlc SPERANZA in questi mesi]), vogliono imporre con mezzucci e che vanno contro i DIRITTI COSTITUZIONALI (oltre che della COSTITUZIONE EUROPEA dei diritti dell’uomo e di tanti altri accordi che tutelano a livello mondiale le libertà di TUTTI NOI), qualcosa che senza “pandemia” non sarebbero neanche state citate. Chi c’è dietro tutto questo accanimento terapeutico? A chi si deve fare il favore di schiacciare i NOSTRI DIRITTI?
    Chi vuole vaccinarsi lo può e deve farlo LIBERAMENTE, senza “ma” e senza “però”…
    Senza ansie e paure corroborate da continui bollettini di morti,contagi etc,etc, e da virologituttologi che h24 straparlano e si contraddicono (e autocontraddicono) dal primo giorno di apparizioni Tv.
    Che noia che barba,che barba che noia.

    • x Patti – Si è mai chiesta perchè alcune malattie tipo vaiolo , poliomelite ecc.ecc. siano state debellate ? Forse perchè quel virus non ha più trovato ” umani ” a cui attaccarsi e mangiare ? O forse è stata opera dello Spirito Santo ?
      Penso che tutti dovremmo farci guidare dagli esperti , quelli veri , non quelli in cerca di fama per vendere qualche copia di libri.
      Saluti.

      • “Si è mai chiesta perchè alcune malattie tipo vaiolo , poliomelite ecc.ecc. siano state debellate ? “…

        https://youtu.be/aD_Xw-BQmWc

        Veda questo video↑↑↑↑↑↑↑, signor/dottor Terramoccia, e poi si chieda perché ci sono tante discrepanze su ciò che ci è narrato di questi tempi da chi ha interesse a far vaccinare il mondo intero – pur raccontando menzogne – e chi, al contrario, insiste per avere maggiori informazioni su tutto quello che ancora non è limpido da 9 mesi a questa parte…di pandemia infinita…

        Inoltre, l’Unicef da decenni porta avanti la campagna di vaccinazione contro la polio nei Paesi meno fortunati…vaccinando bambini…ma senza dire i danni che vengono causati loro…
        Se lo è mai chiesto il perché, signor/dottor Terramoccia?

        In questi ultimi anni lo pseudo filantropo gates con la sua pseudo fondazione e della moglie, hanno vaccinato e sperimentato cure mediche aggressive su intere popolazioni disagiate tra America Latina, Asia e Africa, creando scempi a giovani donne e malformazioni a feti e nascituri. Se qualcosa si è venuto a sapere, è perché qualche capo di Stato di quei Paesi, ha denunciato, nonostante i miliardi di dollari offerti loro per il silenzio…
        Da 9 mesi si criticano le idee ed i pareri di medici di nota professionalità nazionale e internazionale, solo perché contrarie al pensierounicodelvirus, descrivendoli negazionisti (ricordo che i negazionisti sono coloro i quali negano l’Olocausto) ma si prende per oro colato, tutto ciò che gates dice, pur non essendo lui né un medico dotto, né un virologo, né un patologo etc etc…
        Si è mai chiesto perché, signor/dottor Terramoccia?

        Ripeto, sono “FreeVax”, per me ognuno di NOI DEVE ESSERE LIBERO di decidere le cure e i vaccini a cui sottoporsi nell’arco della propria vita.
        Non si deve obbligare nessuno a fare cure mediche e/o vaccini con la scusa, perché di scusa si parla, di una pandemia “letale” (si parla di appena uno 0,2%…di mortalità…) rilasciare un tesserino così da poter essere libero di girare per il mondo…
        VERGOGNOSO!!!

        Stanno violando DIRITTI e LIBERTÀ di TUTTI NOI CITTADINI con la scusa di salvarci la pelle…
        La salute prima di tutto….è il motto di conte&co…che non ha mai in questi mesi avuto un confronto con il resto del parlamento e un confronto con i cittadini, ma si è solo autoeletto a capo del governo e, con un lapsus freudiano, addirittura, presidente della Repubblica.

        La menzogna che ogni dittatura usa per rimanere al potere è proprio quella di ripetere che tutto ciò che si fa è per salvare la vita dei cittadini, proteggere il popolo…quando, invece, si fa il contrario.
        Se per Lei va bene tutto questo, signor/dottor Terramoccia, a milioni di persone in Italia e miliardi di altre nel mondo, questo non va bene per nulla…

        • X Patti –
          Sono un Signore non sono un Dottore per cui da signore spero Lei capisca il Paese in cui è libera di andare !
          Se Lei oltre ad essere una Signora è anche una Dottoressa la potrò accompagnare volentieri a quel Paese però fermandomi all’entrata.
          Mi consenta di dirle che il suo è un ragionamento ad capocchiam . Forse lei è uno dei pochi casi in cui la vaccinazione antipolio ha provocato danni irreparabili al cervello a meno che , seguace di qualche setta , nessuno gliel’abbia mai fatta .
          Non credo che l’argomento possa avere una ben precisa collocazione politica , il tirare in ballo Conte e i koglioni al Governo è solo un tentativo meschino di trovare consenso dagli antigovernativi.
          Anche se non sono Dottore ritengo che lei abbia scritto una marea di Kat**te in cui è libera di credere.
          Stia serena , nessuno verrà a prenderla con la forza per iniettarle il nuovo vaccino ma sia più coraggiosa : Sostiene di essere una Free Vax ? Bene , scriva il suo nome e cognome senza avere alcuna paura , gentile signora forse dottoressa PATTI.

          • Faccia un bel respiro profondo, beva una buona tazza di camomilla e vada a dormire.
            Buona notte, “signor” Terramoccia.

      • Lei se lo è mai chiesto *realmente*, o ha accettato acriticamente le tesi di Lorenzin & c.?
        Mi spiega perchè la mortalità da scarlattina è praticamente scomparsa? Opera dello spirito santo?
        Fermo restando che i vaccini in diversi casi sono certamente utili e determinanti, fossi in lei cercherei di scavare un po’ di più, cominciando dal notare come certe malattie stessero ampiamente regredendo ben prima dell’introduzione dei relativi vaccini (sarà stata opera dello spirito santo?).

      • Senta ARMANDO TERRAMOCCIA, la faccia meno lunga:
        1-il coronavirus non è il vaiolo;
        2-chi si vaccinò contro il vaiolo non contrasse il vaiolo, per il semlice motivo che era vaccinato contro il vaiolo, non perché il vicino di casa si era vaccinato;
        3-la gente non si opponeva al vaccino contro il vaiolo, e quindi non c’erano resistenze a vaccinarsi contro di esso, perché di vaiolo si moriva sul serio;
        4-cominci a porsi qualche dubbio, che avere una posizione granitica con cui avere la “soddisfazione” di opporsi alle Patti di turno, dopotutto, non le serve a niente;
        5-fidarsi degli esperti andrebbe bene. Ma lei, su che basi ritiene uno esperto e un altro no? Lei sta di fatto dando ragione alla parte di esperti che ha più voce: ci rifletta.

        • x Carlo –
          In risposta al punto 2-

          Con l’espressione immunità di gregge, o immunità di gruppo, si intende quel fenomeno per cui, una volta raggiunto un livello di copertura vaccinale (per una determinata infezione) considerato sufficiente all’interno della popolazione, si possono considerare al sicuro anche le persone non vaccinate.

          Il motivo è chiaro. Essere circondati da individui vaccinati e dunque non in grado di trasmettere la malattia è determinante per arrestare la diffusione di una malattia infettiva.

          La soglia minima dell’immunità di gregge varia a seconda dell’infezione infatti i vari patogeni hanno differenti indici di contagiosità. Ma per le infezioni più diffuse, contro cui si vaccina, è possibile considerare al sicuro l’intera popolazione quando almeno il 95 per cento di essa risulta vaccinata. Dal punto di vista della profilassi, il concetto di immunità di gregge non risulta valido per malattie infettive non trasmissibili da uomo a uomo, come per esempio il tetano.
          Non sono un dottore , non sono ferrato nella materia , cerco di documentarmi leggendo di qua e di la e traggo le mie convinzioni.
          In Italia abbiamo dei servizi che vengono pagati da CHI paga le tasse ma dei quali usufruiscono anche coloro che non le pagano. Lo stesso dicasi per i vaccini . Se qualcuno può permettersi di fare il ” Free- Vax ” è perchè ci sono milioni di persone che si vaccinano , questo dice la scienza , non Armando Terramoccia.Saluti

          • >”Con l’espressione immunità di gregge, o immunità di gruppo, si intende quel fenomeno per cui, una volta raggiunto un livello di copertura vaccinale (per una determinata infezione) considerato sufficiente all’interno della popolazione, si possono considerare al sicuro anche le persone non vaccinate.”

            Interpretazione errata e faziosa del concetto.
            Il concetto di “immunità di gregge” (sempre che funzioni veramente) rimanda semplicemente ad un numero sufficiente di soggetti sostanzialmente immuni alla malattia, e quindi non in grado nè di prenderla nè di trasmetterla, in modo da portare Rt sotto ad 1.
            Per il covid, stante R0 intorno a 2-3, il valore teorico è intorno al 50/66%.
            Chi scrive che ciò può avvenire solo con la vaccinazione mente sapendo di mentire.

            In ogni caso ha ragione Carlo: chi vuole vaccinarsi è libero di farlo, di immunizzarsi, e di mettersi “al sicuro”, senza rompere le scatole al prossimo.
            La giustificazione dell’immunità di gregge, o del free riding, è del tutto residuale, strumentale, e pretestuosa.

    • >”buona parte di chi scrive, restringe il campo etichettando tutti come “no-vax” , senza intendere che la stragrande maggioranza di chi la pensa come me è, invece, “free-vax””

      Esattamente Patti, esattamente.
      Va avanti da anni questo giochino, per screditare chiunque non voglia fare il suddito sottomesso ed affermare la propria libertà.

  9. Amo follemente Max Del Papa, ma quando gli parte l’embolo antivaxista e attacca a sproloquiare, non dico prenderlo a randellate sulle gengive, ma almeno una robusta sculacciata ci starebbe proprio.
    E a chi fa presente che “una volta” occorrevano dieci e più anni per mettere a punto un vaccino, rispondo (in aggiunta alle spiegazioni scientifiche di Luca Beltrame) che nel 1946 una mia amica per andare in treno da Cattolica a Monaco di Baviera ha viaggiato quattro giorni: se oggi vi propongono un treno che vi ci porta in meno di dieci ore cosa fate, vi rifiutate perché per quel viaggio, perché sia sicuro, DEVONO volerci quattro giorni?
    Poi magari, dopo avere letto tante putt@nate, suggerisco di leggere anche una cosa seria
    https://trustinscience.com/2020/11/12/vaccino-pfizer-stato-attuale-e-passi-successivi/
    PS: quando il ministero degli esteri mi ha mandato l’elenco delle cose che (superata la micidiale selezione per l’ammissione) dovevo fare per andare a insegnare all’università di Mogadiscio, fra queste c’erano le vaccinazioni: tetano tifo colera febbre gialla. Se non le avessi fatte, non mi avrebbero fatta partire, punto. E non ho mai sentito nessuno protestare e gridare alla discriminazione eccetera. Sapete perché? Perché il no-vax, come il veganesimo e lo “zero emissioni” ecc. non era ancora venuto di moda.

    • Stiamo parlando di malattie prevalentemente endemiche o pandemiche?Signora Barbara, la differenza esiste ed è madornale!
      Se dovessi intraprendere un viaggio verso Paesi dove esistono malattie endemiche ovvio che mi vaccinerei ancor prima di dover partire onde evitare un eventuale contagio.In caso di virus pandemico un novax(io non lo sono),seguendo il suo ragionamento,sarà costretto a rimanere a casa in qualunque parte del mondo voglia andare?Sarà considerato un appestato?Sarà catalogato con il marchio dell’infamia?Oppure sarà libero di decidere dove andare come è sempre stato viaggiando a contatto con le miriadi di specie virali e batteriche conosciute e sconosciute dalla scienza e con le quali inconsapevolmente conviviamo da milioni di anni evolutivi?
      Mi chiedo se gli obblighi sanitari imposti o che lo saranno in futuro,ragionando in questo modo,non stiano oltrepassando i limiti delle singole libertà, sancite dalla Costituzione,a danno delle minoranze o di chi la pensa diversamente dal pensiero unico galoppante e globalizzante.

    • Non sono un no vax.
      Ma i tempi di realizzazione di un vaccino (da 3 a 10 anni) non sono quelli di 50 anni fa, ma i tempi attuali per avere un vaccino efficace e sicuro.
      Poi anche la logica dice che gli effetti a medio lungo termine non possono essere stati testati con un tempo di realizzazione che sembrerebbe inferiore ad 1 anno.
      Fra l’altro i dubbi non sono espressi solo da Del Papa, perché fino a qualche mese fa tutta la comunità scientifica diceva a gran voce che i tempi per la realizzazione di un vaccino erano sicuramente abbastanza lunghi.
      Che adesso dubitare di 20 improvvisamente un’eresia, dovrebbe far pensare un po’ tutti.
      Fra l’altro tutti i vaccini che ci siamo fatti e che abbiamo fatto fare ai nostri figli, ho tutti quelli che sono obbligatori per andare in certe zone sono stati lungamente testati.

      • > Poi anche la logica dice che gli effetti a medio lungo termine non possono essere stati testati con un tempo di realizzazione che sembrerebbe inferiore ad 1 anno.

        Gli effetti nocivi dei vaccini si vedono entro due-tre mesi dall’inoculo. I cosiddetti “effetti a lungo termine” non sono tali perché compaiono dopo anni, ma in realtà vengono *trovati* dopo anni (ma sono sempre avvenuti in quella finestra di pochi mesi).

        > qualche mese fa tutta la comunità scientifica diceva a gran voce che i tempi per la realizzazione di un vaccino erano sicuramente abbastanza lunghi.

        A parte poche persone come la Dr.ssa Dean in Florida, pochissimi in realtà avevano idea di come si fa un vaccino durante un’epidemia (d’altronde, vedo che in TV ci sono sedicenti “esperti” che ignorano i concetti della biologia di base…) . I tempi sono lunghi perché bisogna accumulare “eventi” di infezione, non per misurare la sicurezza.

        • >”Gli effetti nocivi dei vaccini si vedono entro due-tre mesi dall’inoculo. I cosiddetti “effetti a lungo termine” non sono tali perché compaiono dopo anni, ma in realtà vengono *trovati* dopo anni (ma sono sempre avvenuti in quella finestra di pochi mesi).”

          -Eventuali effetti a lungo termine sono a lungo termine per definizione.
          E bisogna *cercarli*, non escluderli aprioristicamente come spesso accade.
          Sono quei rischi che AstraZeneca *non vuole assumersi* (continua ad ignorare questo fatto grande come una casa, che però rimane).
          ““This is a unique situation where we as a company simply cannot take the risk if in … four years the vaccine is showing side effects,” Ruud Dobber, a member of Astra’s senior executive team, told Reuters.”

          -Quelli che vengono trovati “dopo” anche se compaiono entro i primi mesi, sono trovati per via di una *maggiore diffusione* che alza drasticamente il numero di soggetti interessati.
          Quindi questo caso corrisponde perfettamente al *rischio non colto dalle sperimentazioni*, per banali motivi numerici.

        • Le hanno già risposto bene altri, ma riporto quanto detto dalla Gismondo il 23/11 a Quarta Repubblica, parlando dei 2 tipi di vaccino:
          “Ma ci sono anche un altro tipo di vaccini, che è la prima volta che si propongono con questa tecnica, cioè con la tecnica genica. Questa tecnica implica una ipotesi di effetti collaterali anche a lunga scadenza. Ci sono due pubblicazioni della Fda, una del 2010 – quindi in tempi non sospetti – e una di questo novembre, che ne parlano con entusiasmo ma, visto che noi inoculiamo un pezzetto di materiale genico che si inserisce nelle nostre cellule, spiegano che i controlli dovrebbero durare sino a 20 anni”

          Questo lo dice la Food and Drug Administration: 20 anni.
          Dove accidenti le prendete tutte le vostre certezze?

          • > Le hanno già risposto bene altri, ma riporto quanto detto dalla Gismondo il 23/11 a Quarta Repubblica, parlando dei 2 tipi di vaccino:

            La Gismondo, mi permetta, è di una ignoranza colossale. “Tecnica genica”? Ma dove siamo, nel 1990? Da un’esperta mi aspetto che sappia qual è la differenza tra DNA e RNA! E che prima di andare in TV, si sia letta la letteratura scientifica sull’argomento.

            Ma non lo sa e non l’ha fatto. Non sarebbe un problema, se non fosse che cerca di essere autorevole. Ma non sapendo nemmeno la biologia molecolare di base (roba da primo o secondo anno di università), ci fa una figura barbina.

    • Barbara,
      io sono vaccinato a tutto: poliomielite, difeterite, tetano, epatiti varie, tifo, colera, febbre gialla, meningite. Tutto! E tutto ciò, in un’epoca (recentemente) in cui i no-vax erano già di moda. E lo sai perché non non mi sono opposto a queste vaccinazioni? Non perché non era di moda opporsi, ma perché di queste cose si muore e il pericolo è ben chiaro. Perché NON VOGLIO vaccinarmi contro l’influenza o il coronavirus? Si potrebbe fare un discorso lungo, ma che posso sintetizzare così: se prendo l’influenza o i covid (il che è praticamente dir lo stesso), non me ne frega semplicemente niente. O vuoi mettere sullo stesso piano “prendersi un tetano” o “prendersi un covid”?

      Quindi:
      1-Non voglio vaccinarmi contro una cosa che non mi fa niente;
      2-Al netto del punto 1, non mi fiso assolutamente di questi vaccini che stanno facendo così in fretta:
      3-Sbaglio per quanto riguarda il punto 2? Sono comunque fatti miei!
      4-Sono un no-vax? No, visto che sono vaccinato a ttutto quanto. Ma anche se lo fossi, anche se avessi torto, sono comunque fatti miei.

      • > se prendo l’influenza o i covid (il che è praticamente dir lo stesso)

        L’infezione da SARS-CoV-2 è almeno cinque volte più letale di un’influenza normale (non le influenze “brutte”). Che la mortalità ed anche la pericolosità sia sovrastimata, è un fatto: ma che non possa essere una malattia seria, è molto più discutibile.

  10. Questo è interessante. I primi vaccini a RNA sono stati già testati per sicurezza ben sette anni fa:

    https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28754494/

    In quel caso si trattava di un vaccino antirabbico. E’ uno studio con poche persone ma durato la bellezza di 3 anni. Non a caso si tratta di un vaccino di CureVac, una delle compagnie impegnate in creare un vaccino contro il SARS-CoV-2 (“la ditta che Trump voleva comprare”, per intenderci).

    • Non vedo i risultati di lungo termine.
      L’articolo non è di libera lettura.
      Permette che non mi accontenti di “The vaccine was generally safe with a reasonable tolerability profile.”

      Per quelli di breve, leggo:
      “50 (78%) of 64 intradermally vaccinated participants and 29 (78%) of 37 intramuscularly vaccinated participants reported solicited systemic adverse events, including ten grade 3 events.”
      10 eventi grado 3 (severi) su 101 partecipanti.

      • Egregio, si tratta di una Fase 1, ergo c’e’ anche la definizione della dose da usare. Ovviamente lei non si pone mai il problema di contestualizzare le cose.

        Nel trial di moderna in Fase 1 con la dose a 250 microgrammi ci sono stati casi di febbre di grado 3, per cui non e’ stato usato. Altro che Spectre criminale!

        Il punto fondamentale, e che mi sembra le sfugga, e’ che i vaccini a mRNA sono già stati sperimentati nell’uomo. Non sono mica cosi’ nuovi.

        • Riesce ad essere coerente almeno dall’inizio alla fine dello stesso messaggio?
          Il punto fondamentale, che mi sembra le sia sfuggito, è che state portando come “sperimentazione”, “di ben 7 anni fa”, appunto solo una “fase 1”, di breve termine, con 101 partecipanti, e che, per quello che può contare, non dice affatto che non succede niente.

          Quindi non potete sostenere E che “è solo una fase 1 e quindi non vale” E che “questi vaccini sono già stati testati in passato”.

          Ma, si capisce, pur di cercare di contraddirmi, di fatto si contraddice da solo.

          • L’unico incoerente qua e’ lei. Ogni fonte che ritiene mediamente affidabile e’ da lei utilizzata, a volte anche fuori contesto (si veda la sperimentazione sulle mascherine danesi: tutto si puo’ dire tranne che dimostri che non servono. La risposta e’ ancora non si sa.) per i suoi “dubbi”.

            Si lamenta del principio di precauzione sul clima, poi lo utilizza quotidiniamente sui farmaci.

            Intanto la smetta con il voi. Non c’e’ la Spectre, non ci sono i lobotomizzati (sia un po’ piu’ rispettoso del prossimo, anche “sbaglia”). Io parlo per me, con la mia testa.

            Le ho gia’ detto che questi vaccini non sono “nuovi” e “misteriosi” . Sono frutto di una ricerca pluriennale. A differenza sua, io preferisco essere ottimista sui risultati. Non parto dal presupposto che sono il male e che sicuramente ci stanno nascondendo qualcosa.

            Lei e’ liberissimo di essere contrario come altre persone sono libere di volerlo usare senza essere considerati degli scemi al soldo del potere scientista (e mi risparmi la filippica sulla dittatura, ormai so come la pensa).

          • Non c’è alcuna incoerenza da parte mia: denuncio le “sicurezze” infondate di chi vuole costringere il mondo intero a fare come dice lui, come un pianificatore sovietico qualsiasi:
            -voglio vaccinarvi tutti, e per farlo spaccio certezze che non esistono
            -voglio farvi mettere la mascherina, e per farlo spaccio certezze che non esistono
            -voglio distruggere l’economia e l’energia del mondo intero, e per farlo spaccio certezze che non esistono.

            Come vede, è tutto perfettamente coerente, dalla prospettiva corretta dell’*obbligo* e dell’imposizione forzosa.
            Nessun principio di precauzione, solo confutazione delle “certezze scientifiche” del *totalitarismo scientista*, su cui non la risparmio affatto, visto che è il fenomeno principale e macroscopico che stiamo vivendo in questi decenni.
            E certo che è pieno di lobotomizzati.
            Certo che vige un sistema di potere corrotto, colluso, che sta distruggendo la libertà e la civiltà occidentale.

            Vuole essere ottimista? Benissimo, nessuno glielo nega.

            Non ho dato dello scemo a nessuno se vuole vaccinarsi, ma non mi dica che siamo “liberi”, perchè il regime lavora a pieno ritmo per l’imposizione, per tso di massa, per ricatti nazicomunisti, non da quest’anno.
            Quelli come lei sono, per me, altrettanto colpevoli, perchè è da 5/6 anni almeno che questa propaganda antiscientifica lavora alacremente proprio sul tema dei vaccini, della negazione della libertà individuale in nome della pseudo scienza boriosa.
            E’ anche grazie a questo fenomeno se oggi, nel 2020, assistiamo ad un fiorire di provvedimenti liberticidi e collettivisti che portano *sempre* la stessa giustificazione: “la scienza” ed il “bene comune”.
            Tutti concetti che andavano combattuti con vigore da quando la Lorenzin era ministro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *