in ,

Ascolti il sindaco di Barcellona e quasi apprezzi la Raggi

Tra i paladini, gli eroi del politicamente corretto che incontriamo nella nostra zuppa non c’è solo Justin Pierre James Trudeau, il premier candese che ricorda più i personaggi di Peter Sellers che il padre politico. C’è pure Ada Colau, “sindaca di Barcellona”. Sì, quella di “Vogliamo accogliere”.

L’occasione è un’intervista a un giornale sulla vicenda della nave Open Arms della ONG spagnola Proactiva di cui abbiamo parlato qualche giorni fa. Tanto è ideologizzata, da farci guardare con occhi decisamente più benevoli le inadeguatezze di una Virginia Raggi o di un Beppe Sala.

Se non ci credete, guardate questo mio commento seguito da una sua intervista a Propaganda Live. 

5 Commenti

Scrivi un commento
  1. Per fare meglio dei comunisti ,basta non fare niente.Poi se uno vuole fare qualcosa ,allora faccia il contrario di quello che fanno i comunisti.Il Motto del M5S.

  2. O Porro, guardi che ormai è tardi per entrare in parlamento con la Lega. Sarebbe così gentile da spiegare anche solo per sommi capi la sua tesi? Cosa c’è di sbagliato in quello che dice Ada Colau? In questo video Lei non lo dice e si limita a fare un po’ il buffone indignato azzardando un paragone con la Raggi e Sala senza portare un argomento che sia uno. Forse se ne è dimenticato ma lei per ora è ancora un giornalista (notizie, fatti, argomenti… quella roba lì), non un politico populista.
    Un saluto e buon lavoro.

    • Caro Daniele, a casa mia faccia come mi pare.La zuppa, almeno quella, è roba mia. E dunque sono libero, chi me lo impedisce lei?. di dire che sono fortunato, sic, di essere governato da Raggi o Sala piuttosto che dal sindaco di Barcellona. il buffone è lei, che manda messaggi alla mia posta come se io fossi un suo consulente. Potrò essere indignato che il sindaco di Barcellona, trovi assurdo che un magistrato italiano sequestri e indaghi per associazione a delinquere una nave di una ong spagnola? O non posso? non mi speghi. Senza fare il buffone

      • Si figuri se non è libero di dire quello che vuole a casa sua (e pure fuori). Io non le ho mandato un messaggio alla sua posta, ma ho messo un commento ad un video sul suo blog pubblico (che se poi i commenti le danno fastidio non dia a chi la legge la possibilità di commentare!). Ribadisco che a me quel video è parso buffo (la parte in cui c’è Lei dico, non quella in cui c’è la Colau). Ribadisco anche che Lei al momento non ha portato alcun argomento che aiuti chi la legge a comprendere la sua indignazione. Mentre molti sono gli argomenti per indignarsi (o almeno stupirsi) di fronte all’operato di Zuccaro. Ma forse lei preferisce non approfondire troppo. Quindi faccia pure la zuppa che preferisce, ma lasci libero me di giudicare l’autorevolezza di un giornalista da tutte le uscite pubbliche e volontarie che fa, pure dalla zuppa. Buon lavoro.

  3. e basta con la raggi!!! nulla da dire sui sindaci di firenze, milano?

    ma che diavolo doveva e poteva fare questa donna dopo i disastri lasciatile dai suoi predecessori?

    Ha ricominciato a fare le gare d’appalto; ha presentato il bilancio in tempo, già per due anni di fila; ha ideato un piano di gestione dei rifiuti innovativo; sta rifacendo tantissime strade di roma; ha ridotto le spese della politica dell’84%; ha dimostrato di aver avuto comportamenti all’insegna dell’onestà e della trasparenza…

    diamole il tempo di continuare il suo lavoro. O lei avrebbe saputo e potuto fare di meglio e prima? E se sì, perchè non si è candidato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.