Davide Ciampini

Davide Ciampini
Giovane attivista politico. Dopo aver partecipato a diverse campagne elettorali, locali e nazionali, ha scelto di dedicarsi alla sua passione più grande: quella per la scrittura. Di formazione conservatrice liberale, crede fermamente nell’assioma “più mercato, meno Stato”. La vera libertà è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire.
6.9k Visualizzazioni

Buttafuoco: Meloni con i piedi per terra, l’isteria della sinistra la rafforza

L’isteria della sinistra dopo la vittoria di Giorgia Meloni, la manovra di bilancio, la povertà al Sud e il reddito di cittadinanza. Questi alcuni degli argomenti di cui abbiamo parlato con Pietrangelo Buttafuoco, giornalista e scrittore. La delegittimazione non funziona DAVIDE CIAMPINI: Nuovo governo, vecchie polemiche. Il centrosinistra persevera nella sua strategia di delegittimazione dell’avversario […]

5.1k Visualizzazioni

Dietro il volto umanitario, il business dell’immigrazione clandestina

Dopo essere passata in secondo piano per via dell’emergenza sanitaria ed energetica, la questione migranti torna ad animare il dibattito politico, segnatamente dopo il caso delle navi ong fermate dal nuovo ministro dell’interno Matteo Piantedosi. Il problema viene sovente affrontato sotto la lente dell’etica, senza mai andare veramente a fondo della questione, dividendo l’opinione pubblica […]

4.5k Visualizzazioni

“La Mutazione”: nel libro di Ricolfi le tre verità scomode per la sinistra

Nel suo recente libro “La Mutazione. Come le idee di sinistra sono migrate a destra”, Luca Ricolfi prova a delineare le cause della disfatta della sinistra, fondamentalmente ascrivibili all’aver rinnegato tre battaglie storiche: libertà di pensiero; difesa dei ceti deboli; cultura come strumento di emancipazione. Quella descritta da Ricolfi è una sinistra malata, la quale, […]

4.4k Visualizzazioni

Cop27, ennesima conferenza inutile che fa leva sul senso di colpa occidentale

Sin dall’alba dei tempi, c’è stato un modo attraverso il quale il potere è riuscito a blindarsi. Dove non è arrivato con la violenza, ci ha pensato un sentimento comune a tutti i mortali: il senso di colpa. Attraverso il senso di colpa, è stato possibile giustificare ideologie e attuare politiche che, in tempi normali, […]

4.2k Visualizzazioni

Le piazze pacifiste funzionali alla strategia di Putin

Nella giornata di ieri, a Roma, si è svolta la manifestazione “Europe for Peace”. Pur senza bandiere di partito – ma molte bandiere rosse, arcobaleno e palestinesi – hanno partecipato anche il Partito democratico ed il Movimento 5 stelle. Conte per la pace In particolare, tra le voci di questa manifestazione si è distinta quella […]

3.7k Visualizzazioni

Il fascismo degli antifascisti in azione alla Sapienza

“Il più bello esemplare di fascista in cui ci si possa oggi imbattere è quello del sedicente antifascista unicamente dedito a dare del fascista a chi fascista non è”. Con queste parole, Leonardo Sciascia ci avvertiva dei rischi legati al comportamento dei facinorosi di sinistra. Contestualizzando al presente, l’episodio della Sapienza non è nient’altro che […]

5.6k Visualizzazioni

Il Pd riparta dall’ossessione per il fascismo: ripresentato il Ddl Fiano

Nelle primissime ore della legislatura, il senatore del Pd Walter Verini ha pensato bene di depositare un disegno di legge per scongiurare la ricostituzione del partito fascista. Secondo il senatore Dem, “ci sono troppi, quotidiani, episodi di odio, violenza, amplificati esponenzialmente dal web, che accadono in nome di gesti e simbologia neofascisti da parte di […]

4.3k Visualizzazioni

Gli elettori hanno dato un’indicazione chiara: basta tecnici

Smaltita l’euforia post-25 settembre, il centrodestra si trova alle prese con la formazione della squadra di governo. Tra le altre, gli elettori hanno dato un’indicazione chiara: basta tecnici. I disastri del governo Monti, sommati a quelli “dei migliori”, hanno rafforzato la richiesta di avere un Esecutivo politico alla guida del Paese. I governi tecnici evocano […]

4.8k Visualizzazioni

I costi del climatismo e il rischio dipendenza da Pechino

In seguito agli accordi di Parigi, l’Italia, assieme al resto d’Europa, ha scelto di dismettere entro il 2035 i motori a diesel e a benzina. Preso atto del problema del riscaldamento globale, l’Unione europea ha individuato nelle emissioni di gas serra il principale responsabile di tale fenomeno. Pertanto, attraverso una svolta “green”, si è scelto […]