Roberto Penna

Roberto Penna

Nasce a Bra Cn nel 1975. Risiede e lavora tuttora in Piemonte. Per passione ama analizzare i fatti di politica nazionale ed internazionale da un punto di vista conservatore e liberale.

3k Visualizzazioni

Per non sprecare l’occasione il centrodestra deve evitare autogol

Alla fine è andata nel modo meno previsto. Quasi tutti eravamo già pronti al bis di Mario Draghi o, comunque, ad una “soluzione” utile a sbarrare la strada alle elezioni anticipate. Il coro pro-Draghi, più di establishment che di popolo, cantava determinato e a squarciagola le proprie litanie, e sembrava impossibile riuscire ad abbattere il […]

4.4k Visualizzazioni

Democrazia degenerata: interessi di palazzo anteposti alla parola degli elettori

La Repubblica parlamentare italiana ha i suoi riti che ben conosciamo e che si trascinano stancamente di legislatura in legislatura. I quali sono ormai noti anche presso le cancellerie straniere, sebbene in qualche capitale europea e occidentale ancora ci si sorprenda delle astruse dinamiche della politica di Roma. Con il mancato voto di fiducia al […]

5k Visualizzazioni

Un divorzio di convenienza: Conte e Di Maio uniti nei flirt con le peggiori dittature

La scissione del Movimento 5 Stelle presenta contorni e sostanza che non possono che essere considerati tragicomici. D’altra parte, coerentemente con tutta la storia della creatura politica inventata da Beppe Grillo e da Gianroberto Casaleggio, dagli albori del vaffa alle responsabilità di governo. Tragedia e farsa Il M5S ha costantemente ondeggiato tra la farsa di […]

3.5k Visualizzazioni

Chi ha ucciso l’istituto referendario e come resuscitarlo

Come previsto da più parti, i cinque quesiti referendari sulla giustizia non hanno raggiunto il quorum necessario per la validità della consultazione. Insomma, già si sapeva che solo una minoranza di elettori si sarebbe recata a votare, anche se ci si immaginava una partecipazione leggermente più cospicua. Invece, appena il 20 per cento degli aventi […]

4.7k Visualizzazioni

Putin pronto a conflitto prolungato confidando nella stanchezza occidentale

Dal 24 febbraio scorso ad oggi la situazione in Ucraina continua ad apparire poco chiara, a prescindere dai progressi rivendicati, o dagli insuccessi patiti quotidianamente, sia da parte di Kiev che da parte di Mosca. Fin dal primo momento vi sono stati un aggressore palese e un aggredito altrettanto indiscutibile, e nulla è cambiato finora. […]

7.1k Visualizzazioni

Da non escludere il ritorno: ecco come Donald Trump prepara la rivincita

Sulla lapide della tomba di Franco Califano, scomparso nel 2013, secondo le ultime volontà del cantautore, vi è il seguente epitaffio: non escludo il ritorno. Che corrisponde anche al titolo di una delle sue canzoni più recenti. Una frase simile potrebbe essere usata a proposito di Donald Trump. Per carità, l’ex presidente Usa non deve […]

4.3k Visualizzazioni

Non è ancora il momento del negoziato: ecco perché la pace dipende da Putin

Le possibilità di pace fra Ucraina e Russia sembrano muoversi su un’altalena. In alcuni momenti il cessate il fuoco e l’inizio di un iter negoziale paiono quasi a portata di mano, ma poi giunge puntuale la doccia gelata costituita da nuovi ed ennesimi attacchi militari russi oppure da dichiarazioni bellicose che lasciano presagire di tutto […]

3.4k Visualizzazioni

Se la diplomazia fallisce, l’Occidente non può restare neutrale tra Kiev e Mosca

Il confronto fra l’Occidente, in particolare gli Stati Uniti, e la Russia circa il presente e soprattutto il futuro dell’Ucraina, è stato finora un braccio di ferro più psicologico che altro. Tuttavia, nelle ultime settimane questa querelle internazionale ha via via assunto contorni sempre più inquietanti, sino a far prefigurare un conflitto armato vero e […]

3.9k Visualizzazioni

Anche il tema migranti banco di prova del prestigio di Draghi in Europa

Non vi sono soltanto il Covid e i soldi del Pnrr da gestire a verificare quanto l’autorevolezza di Mario Draghi sia reale e quanto essa sia esagerata a dismisura da una informazione un po’ troppo accondiscendente e allineata. L’ex governatore della Banca centrale europea ha senz’altro un curriculum assai più ricco ed importante rispetto al […]

3.2k Visualizzazioni

Si può anche campare sull’antisovranismo, ma le ragioni del sovranismo sono ancora intatte

Matteo Renzi riesce a vendere bene il proprio prodotto, se non agli elettori (Italia Viva non supera il 3 per cento nei sondaggi), quantomeno ai media i quali hanno dato ampio risalto all’undicesima edizione della Leopolda, la kermesse annuale organizzata dall’ex premier. Durante lo scorso fine settimana Renzi ha quasi scalzato il Covid dalle cronache […]

3.6k Visualizzazioni

Per chi ha a cuore la libertà il calderone neo-centrista pro-Draghi non è un’opzione

Si dice che l’arrivo di Mario Draghi al governo del Paese abbia provocato e stia in buona parte ancora provocando diverse fibrillazioni all’interno delle varie forze politiche e dei gruppi parlamentari. Ciò è abbastanza vero ed è sufficiente prestare attenzione ai mal di pancia che affliggono anzitutto la Lega, Forza Italia e il Movimento 5 […]

3.4k Visualizzazioni

Se i vaccini funzionano, basta terrorismo su varianti e contagi. Politici e media se ne facciano una ragione

Se c’è una cosa che unisce la maggioranza dei commentatori, magari divisi fra aperturisti e chiusuristi di fronte alla utilità o meno delle varie forme di lockdown, è il riconoscimento della sostanziale efficacia dei vaccini. In effetti, al di là del caos mediatico sorto attorno al vaccino AstraZeneca, della triste scomparsa della ragazza diciottenne di […]

Vedi altri articoli