Articoli taggati con #astensionismo

7.4k Visualizzazioni

Luca Ricolfi: la campagna elettorale della destra la sta facendo la sinistra

La campagna elettorale, l’illusione dei sondaggi, i cambiamenti radicali nei principi fondativi e nelle battaglie politiche dei partiti, i danni della scuola italiana sulle generazioni più giovani. Ne abbiamo parlato con Luca Ricolfi, sociologo, politologo, docente di Analisi dei dati nonché presidente della Fondazione David Hume. L’astensionismo a destra WILLIAM ZANELLATO: Professor Ricolfi, il centrodestra […]

7.2k Visualizzazioni

Chi vince, governa. Troppo semplice per chi vuole truccare la partita

Molti anni orsono, quando si voleva scherzare sulle inutili complicazioni della burocrazia, si diceva: “Questi sono dell’U.C.A.S.” e l’acronimo voleva dire Ufficio Complicazione Affari Semplici. Scorrendo le rassegne stampa di questi giorni, con l’infinita congerie di teorie più o meno astruse sulla possibile composizione del governo che, almeno si spera, prenderà vita in autunno, verrebbe […]

4.3k Visualizzazioni

Guai a spacciare l’unità nazionale come nuova normalità. Parla il prof. Curini

Gli scenari della crisi di governo, chi ci perde e chi ci guadagna, il dilemma di Letta e l’occasione del centrodestra, l’unità nazionale che deve restare un’eccezione rispetto alla normale dialettica democratica. Questi i temi dell’intervista a Luigi Curini, politologo, professore ordinario di scienze politiche all’Università degli Studi di Milano. TOMMASO ALESSANDRO DE FILIPPO: Professor […]

3k Visualizzazioni

Le ragioni della sconfitta del centrodestra non sono quelle che fanno comodo alla sinistra

L’esito dei ballottaggi conferma, anzi rafforza, la nostra analisi della sconfitta del centrodestra dopo il primo turno (“La svolta moderata e i candidati “civici” non pagano, l’astensione punisce il centrodestra diviso e incerto”). Una sconfitta netta, 5 a 1 nelle città più grandi chiamate al voto. Due dati suggeriscono però al centrodestra di non drammatizzare […]

3.2k Visualizzazioni

La resa degli italiani al paternalismo di Stato: assuefazione alle misure illiberali e urne vuote

È fisiologico che, in democrazia, una piccola fetta di elettori non voglia recarsi alle urne ed esprimere il proprio voto. Si tratta di un fenomeno largamente diffuso in Italia che si ripresenta periodicamente dall’inizio della Seconda Repubblica. Prima di Mani Pulite, l’inchiesta giudiziaria che stravolse il sistema politico, i partiti erano capaci di mobilitare masse […]