Articoli taggati con #libia

3.6k Visualizzazioni

In quale campo gioca Erdogan? Un “alleato” sempre più inaffidabile

La Turchia ha un presidente, Recep Tayyip Erdogan, che quasi ogni giorno fa di tutto per portare l’attenzione del mondo verso la sua persona. Dopo aver dichiarato di avere “l’impressione” che il presidente russo Vladimir Putin sia disposto a mettere fine alla guerra e preteso di aver agito ancora una volta come intermediario tra Mosca […]

4k Visualizzazioni

Il ruolo ambiguo di Erdogan nel confronto Usa-Russia e la minaccia iraniana

Michela Mercuri è un ufficiale di riserva dell’Esercito Italiano, docente di Cultura, storia e società dei Paesi musulmani presso l’Università di Padova, ricercatore dell’Osservatorio sul fondamentalismo e il terrorismo di matrice jihadista dell’Università della Calabria (Oft) e insegna Geopolitica del Medio Oriente all’Università Niccolò Cusano. Ha recentemente pubblicato “Incognita Libia. Cronache di un Paese sospeso” […]

12.5k Visualizzazioni

Draghi torna da Ankara a mani vuote, Erdogan fa carne da porco dei nostri interessi

Martedì, Draghi ha tenuto un gran vertice con Erdogan, ad Ankara. L’esito è presto detto: un fallimento. Tutto accade in conferenza stampa. Sui migranti uno schiaffo: lo scaricabarile sulla Grecia. Sulla Libia, poche fredde parole, seguite da un secondo schiaffo: l’annuncio, da parte del governo filo-turco di Tripoli, di una ulteriore riduzione dell’export di gas […]

3.7k Visualizzazioni

La tecnica delle contro-domande per accusare gli Usa e assolvere il dittatore di turno

E allora l’Iraq? E allora Belgrado? Un modo per dire “tutti colpevoli, nessun colpevole”, potendo contare su una disinformazione trentennale che nel frattempo ha rimosso fatti e circostanze delle guerre passate e dei crimini commessi Quante volte, nei talk show, o banalmente nelle discussioni da social network (il bar sport degli anni 10 e 20 […]

3.9k Visualizzazioni

In Tunisia (come altrove in Medio Oriente) meglio i militari degli islamisti?

Non è facile giudicare la confusa situazione che la Tunisia sta vivendo attualmente. Il presidente Kais Saied, tra l’altro noto per le sue posizioni equilibrate, ha davvero dato vita a un colpo di Stato appoggiandosi alle forze armate? Oppure sta solo cercando di evitare che nel Paese nordafricano prevalgano le componenti islamiste radicali, con il […]

3.7k Visualizzazioni

Per 18 famiglie la vita, per l’Italia ennesima umiliazione: la foto di Conte con il capo dei sequestratori

La photo opportunity e le strette di mano del nostro presidente del Consiglio e del ministro degli esteri con il mandante e regista del sequestro dei 18 pescatori di Mazara del Vallo è in assoluto il punto più basso della nostra credibilità internazionale. Costringendo Conte e Di Maio alle foto, alle strette di mano e […]

3.5k Visualizzazioni

Cattivi consigli all’Italia: perché non conviene la resa a Erdogan e la sponda a Teheran

A leggere gli articoli di Alessandro Orsini, professore LUISS, su Il Messaggero e Huffington Post, c’è da restare basiti per le proposte che avanza. Solo qulche mese fa, proponeva al governo italiano di stringere un’alleanza strategica con la Turchia di Erdogan. Una alleanza che si sarebbe dovuta realizzare per almeno due ragioni: la presenza turca […]

3.2k Visualizzazioni

Dal cargo Bana, ecco il filo rosso tra Ankara e Hezbollah. E l’Italia presa nel mezzo delle trame islamiste

Martedì scorso l’Unione europea ha imposto sanzioni contro la Med Wave Shipping, compagnia di navigazione accusata di contrabbando di armi verso la Libia, in favore del GNA islamista, ovvero il governo presieduto da al Serraj e sostenuto dalla Turchia di Erdogan. Nella storia della Med Wave Shipping è coinvolta anche l’Italia. Il 5 febbraio 2020, […]

3.4k Visualizzazioni

Dopo il dietrofront in Libia e il protagonismo turco, per Macron arriva lo smacco in Mali

L’estate non ha portato fortuna al presidente francese Emmanuel Macron. Dopo l’imbarazzante dietrofront in Libia con tanto di negazione di avere mai sostenuto il leader cirenaico Khalifa Haftar, il colpo di stato in Mali ha ulteriormente mandato alle ortiche i progetti franco-africani del leader dell’Eliseo, cui non è restata che una pur significativa passeggiata nel […]

Vedi altri articoli

Non ci sono altri articoli

Si è verificato un errore.