Articoli taggati con #siria

3.6k Visualizzazioni

In quale campo gioca Erdogan? Un “alleato” sempre più inaffidabile

La Turchia ha un presidente, Recep Tayyip Erdogan, che quasi ogni giorno fa di tutto per portare l’attenzione del mondo verso la sua persona. Dopo aver dichiarato di avere “l’impressione” che il presidente russo Vladimir Putin sia disposto a mettere fine alla guerra e preteso di aver agito ancora una volta come intermediario tra Mosca […]

4k Visualizzazioni

Il ruolo ambiguo di Erdogan nel confronto Usa-Russia e la minaccia iraniana

Michela Mercuri è un ufficiale di riserva dell’Esercito Italiano, docente di Cultura, storia e società dei Paesi musulmani presso l’Università di Padova, ricercatore dell’Osservatorio sul fondamentalismo e il terrorismo di matrice jihadista dell’Università della Calabria (Oft) e insegna Geopolitica del Medio Oriente all’Università Niccolò Cusano. Ha recentemente pubblicato “Incognita Libia. Cronache di un Paese sospeso” […]

12.5k Visualizzazioni

Draghi torna da Ankara a mani vuote, Erdogan fa carne da porco dei nostri interessi

Martedì, Draghi ha tenuto un gran vertice con Erdogan, ad Ankara. L’esito è presto detto: un fallimento. Tutto accade in conferenza stampa. Sui migranti uno schiaffo: lo scaricabarile sulla Grecia. Sulla Libia, poche fredde parole, seguite da un secondo schiaffo: l’annuncio, da parte del governo filo-turco di Tripoli, di una ulteriore riduzione dell’export di gas […]

6k Visualizzazioni

Tutti gli errori di Obama-Biden, dubbi su Scholz e Macron: parla Giulio Terzi

Con Atlantico Quotidiano l’ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata, ex ministro degli esteri, ragiona sulle ambizioni imperiali della Russia di Putin, gli errori e le debolezze dell’Occidente, le minacce cinesi e iraniane. Gli errori di Germania e Italia TOMMASO ALESSANDRO DE FILIPPO: Ambasciatore Terzi, lei ritiene che dopo l’iniziale compattezza del fronte occidentale sulla guerra in […]

3.2k Visualizzazioni

Le radici della questione palestinese: verità storica contro propaganda islamista (seconda parte)

Il periodo del mandato britannico vede una continua tensione che sfoga in rivolte delle comunità arabe contro quelle ebraiche a partire dai moti degli anni ’20. Particolarmente cruento fu il massacro di Hebron del 1929, luogo simbolico per la presenza plurisecolare dell’insediamento, e di importanza sacra per l’ebraismo, che identifica in questo luogo della Cisgiordania […]

3.6k Visualizzazioni

Il “moderato” Rouhani chiede alla Siria di attaccare Israele, ma la sua influenza su Damasco si è ridotta

Ieri il nuovo ministro degli esteri siriano Faisal Mekdad, nominato da poco a capo della diplomazia di Damasco dopo la morte di Walid al-Moallem, ha fatto visita a Teheran, dove ha incontrato (tra gli altri) il presidente Rouhani e il segretario del Consiglio Supremo di Sicurezza Nazionale, Ali Shamkhani. In questo secondo incontro, come da […]

3.6k Visualizzazioni

Altro che “civile”, le pericolose relazioni di Fakhrizadeh con Siria e Hezbollah che l’Ue non vuol vedere

Al grido di “non si uccide uno scienziato”, l’Unione europea ha condannato con forza l’uccisione di Mohsen Fakhrizadeh, padre del programma nucleare segreto iraniano, avvenuta il 27 novembre scorso. Peccato che, come noto a tutti, Fakhrizadeh non fosse un normale scienziato, ma un uomo dei Pasdaran, che lavorava attivamente per produrre la bomba atomica con […]

3.4k Visualizzazioni

Tempi bui per l'”Asse della Resistenza”: si allenta la presa di Teheran e Hezbollah su Libano e Siria

Non sono tempi meravigliosi per il cosiddetto “asse della resistenza”, ovvero l’alleanza fra Iran-Hezbollah e Siria. Qualcosa non gira proprio come dovrebbe per Teheran e a dimostrarlo sono, più che le parole, una serie di silenzi che lasciano pensare. Partiamo dal Libano: una settimana fa è stato reso noto che i militari di Unifil 2 […]

3.4k Visualizzazioni

Il nucleare iraniano e il dilemma della Dottrina Begin: i rischi di uno strike preventivo

Dottrina Begin, nome evocativo e forse sconosciuto ai più. Per comprendere in cosa consista occorre fare un salto nel passato, più precisamente nel 1981. Il primo ministro israeliano in quell’anno era Menachem Begin, leader del partito Likud. Egli ordinò l’operazione Babilonia, la quale consisteva nella distruzione del reattore nucleare di Saddam Hussein ad Osirak, in […]

3.9k Visualizzazioni

Esplosione Beirut: il nitrato di ammonio era destinato a Hezbollah?

Nel settembre del 2013, otto ucraini e un russo sono saliti a bordo del mercantile Rhosus, in partenza dalla Georgia, per arrivare presumibilmente in Mozambico, dove avrebbero dovuto scaricare ben 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio. Come noto, quel carico non arriverà mai a destinazione, ma approderà a Beirut, ufficialmente per un problema tecnico della […]

Vedi altri articoli

Non ci sono altri articoli

Si è verificato un errore.