Articoli taggati con #somalia

3.6k Visualizzazioni

Tregua in Etiopia, ma proseguono le stragi jihadiste in Somalia

È tregua in Etiopia dopo due anni di combattimenti. Governo e Fronte popolare di liberazione del Tigré (Fplt) lo hanno deciso a Pretoria, in Sudafrica, il 2 novembre. L’Fplt ha accettato il disarmo dei propri combattenti, la loro smobilitazione e il loro inserimento nell’esercito nazionale. Un primo passo Il primo passo, il disarmo completo, dovrà […]

5.4k Visualizzazioni

Non solo Ucraina: in Etiopia una guerra di proporzioni terrificanti

“La guerra più grande oggi in realtà si combatte in Etiopia, non in Ucraina”. A dirlo è Kjetil Tronvoll, vice rettore dell’Oslo New University College, e non, come il direttore generale dell’Oms, l’etiope Tedros Adhanom Ghebreyesus, per concludere che le vite nere e quelle bianche non hanno lo stesso valore e “tutti se ne fregano […]

3.9k Visualizzazioni

Contestata l’elezione di William Ruto: perché un Kenya stabile è indispensabile

William Ruto è il nuovo presidente del Kenya, il quinto da quando il Paese ha ottenuto l’indipendenza dalla Gran Bretagna nel 1963. Votato dal 50,49 per cento degli aventi diritto, ha battuto di stretta misura il suo avversario, Raila Odinga, che ha ottenuto il 48,85 per cento dei voti. L’Independent Electoral and Boundaries Commission (IEBC, […]

3k Visualizzazioni

Condizioni e controlli stringenti all’Italia, mentre i soldi Ue in Africa finiscono in mano a governi corrotti e criminali

L’Ue che esita ad affidare capitali ai Paesi membri, da decenni concede a piene mani prestiti e finanziamenti a titolo di dono ai Paesi africani, ben sapendo che molto spesso finiscono in pessime mani, in parte sprecati, dilapidati, stornati, che molti dei governi ai quali vengono consegnati hanno eretto la corruzione a sistema, molti dei […]

3.2k Visualizzazioni

“Diplomazia degli idrocarburi” e jihadisti: dalla Libia al Corno d’Africa, l’influenza turca scalza quella italiana

Mentre il corrotto servizio di intelligence di Ankara, il Mit, fa piazza pulita sia all’estero, in tutti i teatri di guerra in cui la Turchia è coinvolta, foraggiando gruppi jihadisti, sia all’interno di tutti i nemici politici del Sultano Erdoğan La liberazione di Silvia Romano con l’ausilio fondamentale dell’intelligence turca ci apre gli occhi non […]

3.2k Visualizzazioni

Le feroci stragi di al-Shabaab: chi sono e come operano i terroristi islamici che hanno convertito Silvia Romano

All’alba del 2 aprile 2015 un commando di jihadisti faceva irruzione sparando all’impazzata nel campus universitario di Garissa, una città del Kenya orientale, e si impadroniva di una parte degli edifici prendendo in ostaggio tutti gli studenti. Il loro portavoce, Ali Mohamud Tage, dopo qualche ora informava la Bbc che i miliziani stavano separando gli […]

3.7k Visualizzazioni

Silvia Romano consegnata ai servizi turchi. Non una brillante operazione di cui andare fieri, ma una resa ai terroristi

Una ragazza partita in canottiera per far del bene in Africa, torna ricoperta dalla testa ai piedi con un lenzuolo verde, una tunica indossata dalle donne somale islamizzate nei territori ancora controllati dagli al Shabaab. Si è convertita all’islam durante la sua prigionia. Costretta, secondo le prime cronache. Per libera scelta, dirà lei agli inquirenti […]

3.4k Visualizzazioni

Il vero errore è la passerella mediatica: oltre al riscatto, il governo si presta alla propaganda jihadista

Certe cose, se si fanno, si fanno in silenzio e poi non si sbandierano ai quattro venti Non sappiamo come sia stata realmente la prigionia di Silvia Romano, se un incubo, un incubo consenziente o altro, che mi rifiuto anche solo di prendere in considerazione. È incinta? Non è incinta? È stata costretta a sposarsi […]

3.9k Visualizzazioni

Perché non è per niente facile aiutare gli africani “a casa loro”

Succedono cose in Africa di cui i mass media parlano poco o niente e invece saperne di più servirebbe a capire qualcosa di quel continente: ad esempio, che non è per niente facile aiutare gli africani “a casa loro”, persino quando non si tratta di proporre piani di sviluppo e investimenti produttivi, ma di evitare […]

3.6k Visualizzazioni

Ancora sangue in Kenya, ma la Jihad in Africa è ancora sottovalutata

Sono trascorsi tre giorni dall’attacco terroristico al Dusit Hotel di Nairobi, capitale del Kenya, e ancora manca un bilancio delle vittime. Fonti ufficiali parlano di 14 morti, 21 dispersi e decine di feriti, di diverse nazionalità. Secondo al Shabaab, il gruppo jihadista somalo che ne è responsabile, le vittime sarebbero 47 e fonti di stampa […]

2.8k Visualizzazioni

Ong e agenzie Onu sopra la legge: tra abusi sessuali, corruzione e aiuti a miliziani e jihadisti

Decine di milioni di persone nel mondo, vittime di conflitti, di calamità naturali, di politiche economiche fallimentari, corruzione, malgoverno, dipendono del tutto o in parte, anche per lunghi periodi, dagli aiuti forniti dalla cooperazione internazionale. I rifugiati e gli sfollati da soli sono circa 60 milioni. Ad assisterle provvedono alcune agenzie Onu – Acnur, Unicef, […]