Articoli taggati con #ungheria

15k Visualizzazioni

“Abbiamo gli strumenti”. Ecco cosa sta tentando di fare Bruxelles

La baronessa Ursula Von der Leyen è andata a Princeton. Alla fine, ha parlato delle elezioni italiane, ma non prima di aver ben inquadrato quelle poche parole. Tutte le citazioni, se non altrimenti specificato, sono parole della baronessa. Guerra e sanzioni La prima parte del discorso è dedicata a tutto ciò che la Ue fa […]

6.8k Visualizzazioni

Orban un comodo spauracchio, valori Ue ostaggio di un’agenda ideologica

La recente risoluzione di condanna dell’Ungheria da parte del Parlamento europeo ci racconta purtroppo più dell’Unione europea, di cosa essa sia diventata, che del Paese guidato da Viktor Orban. Il testo approvato definisce l’Ungheria “una minaccia sistemica ai valori dell’Unione” e, addirittura, coniando un nuovo termine politologico, “un regime ibrido di autocrazia elettorale“, dunque non […]

3.7k Visualizzazioni

Con il pretesto dello “stato di diritto”, Bruxelles cerca di appropriarsi di poteri non suoi

Ieri abbiamo visto la sentenza della Corte costituzionale polacca. Bruxelles sicuramente risponderà con una procedura di infrazione, il contenuto della quale possiamo qui immaginare. Le contestazioni a Varsavia, infatti (fatte negli anni e in multiformi occasioni, da ultimo incluse la minaccia di sospendere la partecipazione ai fondi europei e la non approvazione del Recovery Plan […]

3.2k Visualizzazioni

Altro che Polexit, la Corte polacca difende i Trattati dalle forzature di Bruxelles

Ci siamo già occupati della diatriba sul cosiddetto stato di diritto: prima parlando del relativo Regolamento; poi spiegando come si fosse giunti a tanto; poi ancora una tregua provvisoria; infine osservando lo stesso meccanismo usurpativo nel caso dell’Ungheria. Torniamo alla Polonia, alla luce di una sentenza della Corte costituzionale. Alla quale il governo di Varsavia […]

3.7k Visualizzazioni

Con il pretesto dei diritti Lgbt, Bruxelles cerca di appropriarsi di poteri non suoi

La grande guerra di Bruxelles contro Polonia e Ungheria prosegue. Come negli episodi precedenti (Regolamento sullo Stato di Diritto, CSM polacco, ricorso alla CGUE), la Ue cerca di affermare una interpretazione dei Trattati non letterale ma estensiva, usando i due Paesi come proprio laboratorio. L’occasione più recente è una legge ungherese che riguarda l’educazione dei […]

3k Visualizzazioni

Salvini, Orbán e Morawiecki lanciano la sfida al Partito Popolare e alle sinistre europee

Il leader della Lega, stando anche agli ultimi sondaggi primo partito italiano, ha incontrato a Budapest Viktor Orbán e Mateusz Morawiecki, primi ministri rispettivamente di Ungheria e Polonia. L’obiettivo dei tre leader europei è di dare vita ad una sorta di “rinascimento europeo”, una nuova Europa basata sui valori tradizionali e conservatori, e di rappresentare […]

3.4k Visualizzazioni

Vittoria polacca-ungherese a Bruxelles, ma occhio alla carta di riserva del “partito francese”

Il Parlamento europeo ha approvato la bozza di un nuovo Regolamento detto “sullo Stato di diritto”, cui Polonia e Ungheria si sono opposte. Il Consiglio europeo ha approvato un compromesso, in forma di Dichiarazione interpretativa, dal quale Varsavia e Budapest hanno ottenuto ben 7 vantaggi. Ma vogliono andare di fronte alla Corte di Giustizia Europea, […]

2.8k Visualizzazioni

Dietro lo stallo a Bruxelles: il doppiogioco tedesco per affossare il Recovery Fund e il contropiede francese

Il contropiede francese ha un poco scombussolato la squadra tedesca, che si era esposta in avanti: proseguendo secondo il piano, Berlino otterrebbe sì di affondare il Recovery Fund, ma si troverebbe subito di fronte il contropiano francese di creare la mini-Ue. A fermarlo servirebbe una minoranza qualificata: non bastano i voti di Varsavia e Budapest, […]

3.6k Visualizzazioni

Davvero l’Italia pensa di poter dare lezioni di Stato di diritto a Ungheria e Polonia?

Esiste lo Stato di diritto nel nostro Paese? Perché un modo di evitare questo interrogativo, è proprio offerto dal presumerlo in tutta l’Ue, dando per scontato che vi goda di ottima salute, eccezion fatta per Ungheria e Polonia. Vien da sorridere pensando che fra i più accaniti sostenitori dell’accusa nei confronti di questi due Paesi […]

3.2k Visualizzazioni

A Bruxelles, la caccia al polacco non conosce più regole: armi legali e illegali per piegare Varsavia (e Budapest)

La crisi oggi in corso sul Recovery Fund è stata innescata da un nuovo “regolamento circa un regime generale di condizionalità per la protezione del bilancio dell’Unione”, approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio, ma punitivo, discrezionale e costruito su una interpretazione dei Trattati infondata. Come abbiamo visto ieri su Atlantico Quotidiano. Oggi vedremo come […]

3.5k Visualizzazioni

Polacchi e ungheresi hanno ragione: un regolamento illegale per far rispettare lo stato di diritto è kafkiano

L’analisi puntuale del regolamento sulle condizionalità a protezione del bilancio dell’Unione rivela che hanno ragione polacchi ed ungheresi ad opporsi ad un meccanismo punitivo e discrezionale, costruito su una interpretazione dei Trattati infondata, in mano a commissari che coltivano apertamente la propria partigianeria. E Roma ha torto marcio… Il 5 novembre 2020, il Parlamento europeo […]

3.2k Visualizzazioni

L’ipocrisia di chi denuncia i “pieni poteri” di Orban ma non fa una piega per quelli, anti-costituzionali, di Conte

Sul solco del ben noto detto che tutte le strade conducono a Roma, si potrebbe sostenere che tutte le esternazioni fatte al talk show della Gruber conducono a Salvini, da ultimo in via indiretta, come intimo del sovranista per eccellenza, Orban. Che cosa ha fatto ancora il bieco presidente ungherese che sia evocativo nei riguardi […]

Vedi altri articoli

Non ci sono altri articoli

Si è verificato un errore.