in

Bassetti choc: “I dati sui decessi Covid sono falsati”

Affondo dell’infettivolgo di Genova. Sale la pressione per eliminare il bollettino serale dei contagi

bassetti covid(1)

Dimensioni testo

La bomba Matteo Bassetti la sgancia in un’intervista all’Agi: i decessi calcolati per Covid, dice, sono “assolutamente falsati”. Cioè farlocchi. In pratica quando “il paziente entra in ospedale per tutt’altro, ma è positivo e muore, viene automaticamente registrato sul modulo come decesso Covid”.

La frase di Bassetti sui decessi Covid

L’infettivologo, direttore della clinica di Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova, ha commentato il report della Fiaso secondo cui il 34% dei pazienti positivi ricoverati negli ospedali sono sì positivi al virus, ma se ne stanno in corsia per tutt’altro motivo. “Nei nostri reparti siamo ben oltre il 35% di ricoverati che con il Covid-19 non c’entrano nulla – conferma Bassetti – Non hanno della malattia nessun sintomo, ma solo la positività al tampone per l’ingresso in ospedale. Anzi, dirò di più, questo avviene anche nella registrazione dei decessi: se il paziente entra in ospedale per tutt’altro, ma è positivo e muore, viene automaticamente registrato sul modulo come decesso Covid. Sono numeri assolutamente falsati”.

La rivelazione di Bassetti non è di secondo piano. Per due motivi. Primo, perché significherebbe che da due anni a questa parte contiamo i decessi un po’ alla carlona. E secondo perché questi dati “assolutamente falsati” finiscono con l’influenzare di fatto le scelte politiche del governo. Non solo zone rosse, gialle, arancioni e bianche, che dipendono appunto da ricoveri, terapie intensive e decessi. Ma anche obblighi vaccinali, green pass e super green pass. “Noi abbiamo i reparti occupati al 26% – spiega Bassetti – ma li avremmo al 10% se usassimo criteri diversi. Quindi sarebbe un gennaio normale: sempre infatti in questo mese invernale avevamo in reparto pazienti con influenze e polmoniti. Se noi non entriamo nella nuova logica continueremo a essere in emergenza. Faccio un appello a Draghi perché ascolti un pò più i medici e un pò meno i burocrati”.

Basta col bollettino dei contagi

Il suggerimento di Bassetti è quello di considerare Omicron meno pericolosa e di guardare ad inglesi e spagnoli. I primi hanno quasi superato il picco di contagio solo con blande misure di contenimento e senza chiudere tutto (checché ne dicessero i giornali italiani). I secondo invece hanno proposto all’Ue di cominciare a considerare il Covid un po’ come l’influenza. Uscendo così dall’emergenza.

In fondo ormai da più parti, Francesco Vaia lo aveva detto già settimana fa, arriva l’appello al governo di smetterla col bollettino serale dei contagi: “Continuo a pensare che il report giornaliero andrebbe evitato – aggiunge Bassetti – Siamo gli unici in Europa, un conto era un anno fa, un altro oggi con la popolazione vaccinata al 90%”.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
209 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gianluca
Gianluca
14 Gennaio 2022 19:39

Ho perso di questa settimana un caro amico ed ex collega di lavoro ( entrato 10 giorni fa in ospedale, certificato non positivo ne ammalato di Coronavirus). Aveva purtroppo gravi problemi di salute in essere ,orbene Il suo decesso è stato bugiardamente classificato come morte da Covid. I suoi cari non han potuto nemmeno salutarlo per l’ultima volta, chiuso subito in una bara e spedito al crematorio. Pietà l’è morta….Non aggiungo altro.

De leo
De leo
14 Gennaio 2022 16:05

Signor Bassetti sei un amico

mauro
mauro
13 Gennaio 2022 23:18

Buongiorno.
Manca il link o la legenda dell’articolo citato.
Ho provato ad andare a cercarlo sul sito dell’AGI mo non l’ho trovato e non ho trovato alcun riferimento alla presunta intervista, o alle dichiarazioni fatte.
Spero che sia vero e possiate fornire la fonte della notizia, altrimenti si fa il gioco di chi vuole inocularci e privarci di ogni diritto…

Federico
Federico
13 Gennaio 2022 16:37

Si sono attribuite al COVID-19 morti che invece dipendevano da altre cause, mentre invece quando qualcuno moriva subito dopo il vaccino (e ci sono stati tantissimi casi anche in Italia) o rimaneva menomato (perdita della vista, perdita dell’uso delle gambe o degli arti superiori), o sorgevano problemi cardiaci o i tantissimi e documentati casi di calo del proprio sistema immunitario allora si diceva che il vaccino non c’entrava niente: ovvero due pesi e due misure diverse. IPOCRITI, BUGIARDI, IGNORANTI E IRRESPONSABILI CHE NON SIETE ALTRO!

Annamaria
Annamaria
13 Gennaio 2022 7:46

E voi ancora ascoltate le ca….ate che raccontano questi soggetti considerati virologi? Vi ricordate all’inizio della pandemia quando Bassetti, Lopalco, Galli sopratutto, dicevano che le mascherine non servivano a niente? Anzi, per certi casi erano pure pericolose perché il virus rimaneva imprigionato nella stoffa anche per giorni…Guardate le fotografie della” Spagnola” del 1918-1920, avevano persino pezzi di sacchi di iuta in faccia per coprire le mucose, ma secondo i nostri cosiddetti infettivologi non sarebbe servita a niente questa pratica…Cominciamo a pesare meglio le persone ragazzi…

Anzalone Concetta
Anzalone Concetta
12 Gennaio 2022 23:18

Bravo Bassetti

Andrea G.
Andrea G.
12 Gennaio 2022 20:30

Bah.. ormai solo ai posteri l’ardua sentenza.
Cmq mi sono proprio stufato. Son vaccinato e anche guarito ..a marzo me ne vo’ ai Caraibi (anche se dovesse uscire la variate “Omega”!). Due settimane lontano da questo circo di matti.

Almerico
Almerico
12 Gennaio 2022 15:00

Lo dico e l’ho segnalato già mentre eravamo in lockdown anche a lei Porro. Gli ospedali fanno questo perché per ricoverati, terapie intensive e decessi covid guadagnano di molto di più, come anche le società di ambulanze e le aziende funebri.