Bibbiano, la notizia che i giornali nascondono

Condividi questo articolo


Relegata nello spazio dedicato di solito al prete di Paese che cade dalla bicicletta sui giornali di oggi (neanche tutti) trovate una notizia interessante sulla vicenda di Bibbiano e su Claudio Foti il guru della onlus Hansel e Gretel al centro di una indagine su affidi illeciti di minori. Trascrivo, senza commenti, le motivazioni del tribunale del riesame di Bologna che ha revocato gli arresti domiciliari di Foti ma imposto l’obbligo di residenza.

Non commento perché non tocca certo ai giornalisti fare i processi. Ma informare sulle motivazioni del tribunale, questo sì, toccherebbe ai giornalisti. Foti agiva per una “commistione di motivi ideologici o professionali e soprattutto economici”. La sua tecnica “invasiva e suggestiva” era applicata alla “trattazione di questioni delicatissime” riguardanti bambini. Foti “non risulta in modo certo dotato delle competenze professionali e scientifiche necessarie”. La Hansel e Gretel svolgeva le sue attività in una struttura pubblica di Bibbiano “senza alcuna procedura”. A me sembra una notizia interessante ma molti giornali hanno deciso di seppellirla dopo mille pagine di politica in cui si sostiene tutto e il contrario di tutto.

Alessandro Gnocchi, 15 agosto 2019


Condividi questo articolo


3 Commenti

Scrivi un commento
  1. Quanto emerso nelle province di Reggio Emilia e Modena è molto più diffuso di quello che si può pensare.
    Abusi di tutti i tipi sia verso i minori che dei genitori, padri che non vedono i propri figli per mesi e mesi a causa di decisioni ideologiche delle assistenti sociali spesso in violazione di provvedimenti giudiziali. Perizie infarcite di ideologia, non equidistanti o falsificate da assistenti sociali e educatori privi di preparazione che decretano (loro) ideologicamente l’oblio di un genitore (oltre il 90% sono padri). Le assistenti sociali sono impreparate e schierate, nemmeno laureate ma decidono loro della nostra vita e e del bene più prezioso che abbiamo.

    Le a.s. e gli educatori laureati sono una percentuale minima ! Gli educatori arrivano per la maggior parte da cooperative (immaginate con quale preparazione e di quale colore).
    Ma essendo i servizi sociali in mano a operatori prevalentemente di sinistra sono intoccabili.
    Le denunce vengono archiviate dai giudici delle procure anche in presenza di documenti inoppugnabili perchè anche la magistratura è “orientata”.

    Scrivo per conoscenza diretta della realtà della regione Friuli-Venezia Giulia.

    Bisogna fare informazione, parlare, fare inchieste giornalistiche (che i giornali di sinistra non fanno….) per fare emergere realtà molto diffuse. Giornalisti come Pablo Trincia, Porro, Gnocchi sono i campioni del vero giornalismo.

  2. solo per questo orrore non si dovrebbe sostenere piu’ la sinistra visto che cerca di far finta di nulla vergogna
    è comodo dire che le responsabilita’ sono diffuse i responsabili ci sono eccome

  3. solo per questo orrore non si dovrebbe sostenere piu’ la sinistra visto che cerca di far finta di nulla vergogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *