in

Con tante emergenze ecco di cosa si occupa il Parlamento…

Nell’Italia di oggi afflitta da mille problemi, altrettante emergenze e da diverse tragedie (tra le quali l’omicidio di un carabiniere nel centro di Roma) di cosa si è occupata la Camera dei deputati in queste ore per un’ora e mezzo? Ce lo dice in questo breve video Andrea Ruggieri, deputato di Forza Italia…

 

Condividi questo articolo

7 Commenti

Scrivi un commento
  1. Benvenuto Ruggegram in questo blog ! La tua innata ironia ed il modo di porgerti è finalmente sbarcato anche qui (io ti leggo per la prima volta). Spero che, prima o poi, parlerai anche della Juventus che, detto fra noi, è molto ma molto più acchiappante delle seghe mentali dei grillati di cui hai esposto la grande e primaria odierna preoccupazione. Transeat….dopo le prossime eauspicabilmente veloci elezioni, saranno tutti a pascolare capre o a fare i dog o cat sitter; dimaio il pizzaiolo e dibba il fruttivendolo. Salutami Mealli.

  2. Dal mio rientro in Italia dopo anni in paesi “normali”, cercai di capire come funzionava il nostro paese.
    Feci anche una raccolta di tantissime opinioni di come i nostri cittadini percepirono i lnostri politici.
    La maggioranza di questi sono molto negativi, dunque aggiungo uno che racchiude gran parte di quelli meno offensivi.
    ___________________________________________________________________

    Chi sa, fa – Chi non sa, comanda – Chi non sa comandare, coordina
    Chi non sa coordinare, sovraintende
    Chi non sa sovraintendere, fa il consulente.

    Domanda importante:
    Chi è la persona che non sa fare – non sa comandare – non sa coordinare
    Che non sa sovraintendere?

    Facile:

    IL MINISTRO,
    Che nomina una commissione presieduta da un consulente, che non sa nulla, né si intende di
    nulla. Poiché, se si intendesse dei problemi e li sapesse risolvere, direbbe cosa si deve fare; il
    ministro invece farà quello che vuole e che gli conviene; e se sbaglia, dirà che è stato mal
    informato.

    Contributo del Dottore Italo L. 2018/05/19

  3. Credo che per risolvere il problema in Italia bisognerebbe istituire un patentino che attesti la capacità di votare consapevolmente perchè la classe politica, non solo italiana, è costituita di follower e non di leader. Infatti spesso fanno solo quello che emerge dai sondaggi inseguendo i desiderata del popolino e non guidando come dovrebbe fare chi è lungimirante. Basta vedere cosa è successo con la Brexit: si può sottoporre alla volontà popolare una questione che richiede un minimo di conoscenze di economia e di politica internazionale al popolo?

  4. La carriera dei falliti é la politica, il fallimento personale é nascosto per autosuugestione in un victimismo che crea dei martiri e quindi dei fanatici di superioritá etica. Fanatici di che? Non importa, le ragioni sono facili a trovarsi e a moltiplicarsi. Sei di sinistra? La probabilitá che sei un mediocre in tutto il senso della parola é del 90%, i tuoi idoli ed ideali, anche se passegeri o mutevoli, non hanno qualsiasi rlevanza nazionale e addirittura razionale. questi signori di sinistra, sano comunisti o socialisti o democristiani o papalini, sono degli ospiti residenti in case e mentalitá di altre nazioni. O del diavolo stesso, ed io credevo che non esistesse, ma leggendo “Montaillou un villaggio occitano” ho capito chi i catari del Languedoc chiamavano il gran diavolo, era chi occupava il seggio di francesco.

    • On reading your comments, I believe, that like myself, you are primarily an english thinker.
      If so, do you have a Facebook account? Mine can be accessed by using John in place of the italian christian name!

  5. PURTROPPO HA RAGIONE!
    MA LEI CREDE CHE GLI DARANNO RAGIONE?
    ABBIAMO TROPPI PARTITINI SUPERFLUI QUANDO SI GUARDA AL LORO “NON-CONTRIBUTO” AL PAESE!

    IO SOGNO SPESSO, CHE FINALMENTE TUTTI SI “UNISCONO” PER RISOLVERE I VERI PROBLEMI !
    MA QUANDO MI SVEGLIO, MI ACCORGO CHE ERA SOLO UN SOGNO!!!!!!!

  6. Purtroppo sembra che la sinistra ce l’abbia fatta. E’ riuscita, dopo tanti anni e decenni di governo criminale e votando leggi ad hoc, nel suo intento di ridurre l’Italia e gli italiani rispettivamente ad un manicomio a cielo aperto e a dei matti ambulanti che non sanno più che pesci pigliare e a che santo votarsi. L’elenco, anche se non completo, dei fatti atroci, che accadono ogni santo momento in Italia, lo fa anche il giornalista e, purtroppo, deputato o senatore di FI. E’ ormai una tragedia tutta italiana, a cui, se non si pone riparo drasticamente oggi, ciò decreterà la nostra fine irreversibile. E dire che c’è chi, masochisticamente, vota ancora in un certo modo e certi figuri. Da dementi! Quali sono stati ridotti dalla sinistra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.