News

Criptovalute

I 3 aggiornamenti più importanti della settimana sul mondo crypto

Bitcoin e Ethereum scendono, novità su Tether e conferma della Ethereum Foundation sul programma di settembre per il Merge a Proof-of-Stake.

4k 0
I 3 aggiornamenti più importanti della settimana sul mondo crypto

Negli ultimi sette giorni ci sono stati alcuni sviluppi e momenti chiave che ci sembra utile segnalare:

  • Ethereum e Bitcoin, le principali criptovalute, hanno visto scivolare il loro prezzo al ribasso;
  • la Ethereum Foundation ha confermato le date per il Merge;
  • l’emittente della stablecoin Tether ha affermato di non essere ancora conforme alle sanzioni relative a Tornado Cash.

Ethereum (ETH) e Bitcoin (BTC) scivolano dopo che il presidente della Fed ha parlato di aumento degli interessi

La scorsa settimana si è conclusa con le principali criptovalute per capitalizzazione di mercato, Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH), in calo dopo che il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha dichiarato di voler aumentare ulteriormente i tassi di interesse statunitensi per ridurre l’inflazione.

Di solito, un aumento dei tassi di interesse significa cattive notizie per gli asset più rischiosi come le criptovalute e proprio per questo sentire la certezza della FED sugli aumenti dei tassi ha colpito il mercato crypto.

Dopo le dichiarazioni di Powell, infatti, venerdì mattina Bitcoin (BTC) è sceso del 7% passando da $ 21.750 a $ 20.200 come si vede nel grafico di BTCSentinel.com:

BITCOIN BTC: Analisi Tecnica, Supporti e Resistenze, previsioni
BITCOIN BTC: il prezzo è calato negli ultimi 7 giorni (fonte: BTCSentinel)

Anche Ethereum (ETH), il secondo asset crittografico più importante, ha subito una forte flessione passando venerdì da circa $ 1.700 a circa $ 1500, con un calo di oltre l’11%.

Il 14 agosto l’ETH aveva raggiunto un nuovo massimo plurisettimanale di circa $ 2.000 ma quella spinta rialzista è sparita perché le notizie sulla politica monetaria della Fed hanno sovrastato il generale sentimento del mercato che si era sviluppato.

Ethereum ETH: Analisi Tecnica, Supporti e Resistenze, previsioni
Ethereum ETH: il prezzo è calato negli ultimi 7 giorni (fonte: BTCSentinel)

Blockchain Ethereum: confermate le date del Merge

Nonostante la tendenza del mercato rimanga ribassista in queste ore, il Merge fa ben sperare per uno sviluppo positivo che sono in molti nel settore delle criptovalute ad aspettare.

Mercoledì, infatti, la Fondazione Ethereum ha confermato che il Merge ci sarà tra meno di tre settimane. Il team di Ethereum sta pianificando il passaggio al Proof of Stake dal 2016 e sembra che si stia finalmente avvicinando all’obiettivo.

La fondazione ha rilasciato un aggiornamento che indica nel dettaglio il programma per il Merge.

Il processo inizierà con l’aggiornamento di Bellatrix il 6 settembre. Successivamente, la catena proof-of-work migrerà a proof-of-stake, si stima intorno il 15 settembre.

Tether afferma che non sta congelando gli indirizzi Tornado Cash

L’8 agosto, l’Office of Foreign Asset Control (OFAC) del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha sanzionato Tornado Cash affermando che alcuni criminali avevano utilizzato il servizio per riciclare più di 7 miliardi di dollari di valuta virtuale. L’OFAC ha anche sanzionato 44 indirizzi crittografici legati all’app.

Tornado Cash è un servizio cosiddetto “mixer” che consente ai proprietari di criptovalute di proteggere il loro anonimato mescolando le tracce consequenziali di informazioni sulle singole operazioni registrate grazie alla tecnologia blockchain.

Durante la scorsa settimana, Tether, che emette la stablecoin USD Tether (USDT), ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che ora non può rispettare le sanzioni congelando i beni degli indirizzi sanzionati. Tether ha affermato di non aver ricevuto alcuna richiesta ufficiale dalle forze dell’ordine statunitensi in merito agli indirizzi sanzionati con legami con Tornado Cash.

Segui Tether USDT su BTCSentinel

Secondo Tether “il congelamento unilaterale degli indirizzi del mercato secondario potrebbe essere una mossa altamente dirompente e sconsiderata“.

Esattamente l’opposto di quanto aveva fatto Circle, l’emittente della stablecoin USD Coin (USDC), che aveva volontariamente congelato più di 75.000 USDC detenuti in indirizzi sanzionati dall’OFAC poco dopo l’annuncio delle sanzioni stesse.

Nel frattempo, il settore delle criptovalute sta monitorando la discussione sulle potenziali implicazioni che potrebbero derivare dalle sanzioni Tornado Cash.

Martedì, il rappresentante Tom Emmer, R-Minn., ha scritto una lettera al segretario al Tesoro Janet Yellen chiedendo come il dipartimento applicherà le sanzioni.