Il Quirinale sta analizzando nuove figure politiche

Ecco i nuovi nomi per il dopo Conte

Condividi questo articolo


Dal lockdown al knockdown. E a bordo ring eminenti costituzionalisti stimati da Mattarella per il colpo finale a Conte. Al Quirinale, intanto, come da prassi consolidata in periodi turbolenti, si analizzano profili per un possibile successore del capo dell’Esecutivo dopo il no secco di Draghi. L’orientamento è solo verso figure politiche, avendo già scartato ipotesi di novelli “para guru” alla Vittorio Colao, dal quale ci si aspettava molto di più, o di esponenti delle istituzioni, come la presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia. I nomi al momento sotto osservazione per un eventuale governo di larghissime intese auspicato pure da Bergoglio sono tre: il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ed i ministri Pd Dario Franceschini, a cui proprio Zingaretti ha delegato i rapporti con il Movimento Cinque Stelle, e Lorenzo Guerini, che alla Difesa ha acquisito una buona dimestichezza con gli interlocutori internazionali, USA in testa, oltre ad essere apprezzato dal mondo industriale. Forse, con un coup de théâtre, potrebbe anche spuntare, Pier Ferdinando Casini, già presidente della Camera dei deputati, con in dote un network europeo di prim’ordine.

Sullo sfondo, i grillini disposti a tutto pur di non andare alle elezioni, Berlusconi che muore dalla voglia di tornare a contare un po’, Salvini che vuole riappropriarsi di un ruolo, Renzi che sogna la Farnesina e la Meloni che difficilmente potrebbe dire no alla Difesa di fronte ad un Paese in drammatica recessione, con la Caritas che non riesce più a sfamare le famiglie senza cibo. Ma quale potrebbe essere il grimaldello che permetterà a Mattarella, a fine estate, di sfrattare da Palazzo Chigi Conte, che continua a disattendere sistematicamente ogni suo suggerimento? Due sono le strade per accelerare, nei prossimi mesi, la formazione di un governo-lampo di “sanità pubblica” che dovrà affrontare una catastrofica crisi economica con 13 milioni di disoccupati e un Pil a meno dodici.

La prima, già in movimento, è la più delicata e potenzialmente esplosiva, che può sintetizzarsi in “chi di Dpcm ferisce, di Dpcm perisce”: da Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale intervistato da QuaranTalks, l’appuntamento organizzato dalla Bologna Business School, che ha ripetuto chiaro e tondo che i Dpcm di Conte sono illegittimi e, come tali, potenzialmente perseguibili. Cassese, peraltro, non solo è uno dei consiglieri più ascoltati da Mattarella, anche per i comuni trascorsi alla Consulta, ma è pure il mentore riconosciuto dell’attuale presidente Cartabia, altrettanto critica verso quello strumento amministrativo ripetutamente adottato. A questo si aggiunga che un altro ex presidente della Corte, Giovanni Maria Flick, aveva iniziato a raccogliere commenti critici da altri giudici costituzionali, iniziativa al momento sopita solo per carità di patria.

Ma a Palazzo Chigi si teme che proprio l’incostituzionalità dei Dpcm possa arricchire la già corposa denuncia, attualmente al vaglio della Procura di Roma, portata avanti dal professor Carlo Taormina che, tra l’altro, sta anche raccogliendo migliaia di firme per una class action. Il combinato disposto tra il parere di autorevoli giuristi e un’iniziativa giudiziaria suggerirebbe di accelerare un’uscita di scena di Conte, il quale si è opposto anche alla consegna, come gli era stato chiesto dall’opposizione, dei documenti stilati dalle mille task force dedicate al Covid-19, com’è prassi consolidata in altri Paesi.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


12 Commenti

Scrivi un commento
  1. Caro Dott. Porro.
    In occasione del 25 Aprile fece un toc toc a Mattarella per non aver usato la Maserati invece che l’Audi. Quel toc toc lo dovrebbe estendere anche a tutti i politici e parlamentari. Non so se lei abbia mai fatto caso, vanno tutti con macchine tedesche. Vedere una macchina italiana è come vincere un terno al lotto. Io non ho mai visto i politici tedeschi che vanno con macchine italiane, o i francesi con macchine inglesi. Non so lei.
    Adesso lei però dovrebbe fare un altro bel toc toc a Mattarella, perché quando parla è solo per far vedere che dice qualche cosa, per far prendere aria ai denti. D’altra parte lui non può parlare, perché questo governo di incompetenti e di cialtroni lo ha voluto lui, pur di non fare andare a votare gli italiani dopo la caduta del governo giallo-verde, perché sapeva che in caso di voto al governo sarebbe andato il centrodestra. Lui non è un comunista, ma un catto-comunista, che è ancora peggio, e finché starà li farà di tutto pur di non vedere Salvini, Meloni e soprattutto Berlusconi, il più temibile, al governo. Ecco perché, fregandosene che l’Italia andasse in malora ha permesso di creare un governo di perdenti già cancellati dalla storia e dagli elettori.
    Poi è arrivato il virus, che si è unito a un avvocato da quattro soldi, e insieme stanno completando l’opera di distruzione.
    Adesso, Dott. Porro, alla luce degli ultimi eventi, e leggo che già si stanno preparando altri residuati bellici, veda lei che genere di toc toc deve fare all’illustre inquilino del Colle, in primis che cominciasse a capire che cinque, dieci o cento perdenti non fanno un vincente.
    Poi, se vuole essere così gentile, un altro toc toc lo faccia anche al centro destra, che mi auguro non vorrà far parte di un eventuale minestrone, che la smettano di rompere le patatine fritte e si decidessero a parlare con una voce sola, se vogliamo salvare la nostra bella Italia, altrimenti saranno anche loro responsabili di un disastro.

  2. La Meloni si dovrebbe far piacere una cosa del genere perché le danno ministero della difesa? In un governo sinistro che spalanca i porti con lei che vuole giustamente un blocco navale?
    A scuola rileggevo il mio Tema per evitare discrasie. Bisignani lo fa? chiedo

  3. Caro Bisignani
    Mi pare che negli ultimi due mesi con sta faccenda del virus di paura in giro ce ne sia già abbastanza. Senza contare quella che arriverà con la crisi economica che si prospetta. Per favore non aggiunga anche queste cose.

  4. Ma un governo che lavora per gli italiani? questo mai vero? devono mangiare tutto loro. CHE SCHIFO!!!!

  5. Zingaretti, Franceschini, o Guerini per me pari sono, si potrebbe anche chiamarlo Governo DE PROFUNDIS, ovvero lì giacciono le valorose OPPOSIZIONI RESPONSABILI.

  6. Per carita, già siamo preoccupati per la Pandemia, con un governo del genere, non ci ammazza il virus, ma loro…..!!!!! ANDIAMO AL VOTO, diamo voce al popolo, basta con sti giochetti da Palazzo, poi che centra il PD, capisco che sono forti nei giornali, nelle televisioni, giornalisti compiacenti e asserviti, magistratura,Anpi , ecc ecc.ma contano un quarto del paese. ELEZIONI

  7. Bisignani si diletta di fantapolitica e, dài e dài, c’è sempre qualcuno che lo sta a sentire. Pentendosene poi amaramente.

  8. Cerchiamo di essere seri. E’ vero che c’è di mezzo lo sfarinamento della nostra economia, ma che cosa centra il PD, con i suoi leader imbolsiti, ed il centro destra che ad ogni piè sospinto mette sul piatto ricette economiche che non hanno niente a che fare con l’idea di Stato e di economia rispetto a questo partito e ai suoi vessilliferi. Non prendiamoci per i fondelli. Il PD sta cercando in tutti i modi di mantenere la guida del nostro Paese anche quando l’elettorato si dimostra orientato in tutt’altra direzione. Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia (se esiste ancora) devono trovare il modo di andare alle elezioni e, con uovo governo ed un un rivoluzionario programma, dare vita ad un nuovo corso democratico del nostro paese. Non esistono mezze misure o peggio farlocchi compromessi che possano assicurare la nostra salvezza culturale religiosa ed economica.

  9. Elisabetta
    3 minuti fa

    Il tuo commento è in attesa di moderazione

    Se così delinea lo scenario, l’uomo che non deve ciedere mai, deduco che l’alta massoneria ebraica sta spingendo a manetta, per determinare in ogni dove le sorti del Paese.

    Non credo che avrò la fortuna del DR. Ruggeri, ossia non la vedrò vivendo questa nuova sceneggiata a lungo termine, ma i nomi noti anche ai più, dicono esattamente che “Hitler” non è mai morto si è reincarnato in diverse stirpi e lobbies.

    L’egemonia del Fùrer e la selezione della razzza di oggi è molto più ambiziosa di quella del “defunto”.

    Ho visto la foto su internet di Sua Santità davanti al candelabro a sette steli con tanto di kippah nero indossato, quella del Papa ha solo il colore di diverso…

    Son belli anche i candelabri del Dr. Porro… ma anche la sua scacchiera Dr. Bisignani.

    Saluti

  10. Se così delinea lo scenario, l’uomo che non deve ciedere mai, deduco che l’alta massoneria ebraica sta spingendo a manetta, per determinare in ogni dove le sorti del Paese.

    Non credo che avrò la fortuna del DR. Ruggeri, ossia non la vedrò vivendo questa nuova sceneggiata a lungo termine, ma i nomi noti anche ai più, dicono esattamente che “Hitler” non è mai morto si è reincarnato in diverse stirpi e lobbies.

    L’egemonia del Fùrer e la selezione della razzza di oggi è molto più ambiziosa di quella del “defunto”.

    Ho visto la foto su internet di Sua Santità davanti al candelabro a sette steli con tanto di kippah nero indossato, quella del Papa ha solo il colore di diverso…

    Son belli anche i candelabri del Dr. Porro… ma anche la sua scacchiera Dr. Bisignai.

    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *