in

Ecco il super treno che batte la Tav

Ci sono un italiano, un tedesco, un americano e un treno supersonico. Non è l’inizio di una barzelletta ma il primo passo verso una rivoluzione dei trasporti: si chiamano Gabriele Gresta, Dirk Ahlborn e Elon Musk (mai sentito?), il loro progetto d’oro è il primo treno a viaggiare a oltre 1200 chilometri e diventerà realtà nel 2020 in occasione dell’Expo di Dubai.

Sfreccerà dapprima in un primo tratto da dieci chilometri, a regime percorrerà l’intera tratta Dubai-Abu Dhabi (140 chilometri) in 12 minuti contro l’attuale ora e mezza in macchina e treno. Chi se non i ricchissimi Emirati Arabi Uniti potevano finanziare un sogno del genere. Ovviamente l’idea è frutto della creatività visionaria del padre di Tesla, Space X e Paypal, Gresta si è imbattuto in Musk a Los Angeles ed ha creduto in lui (come biasimarlo) così nel 2014 ha co-fondato con Ahlborn la Hyperloop Transportation Technologies. L’imprenditore ternano è il presidente della società e la sua missione è quella di sviluppare la tecnologia Hyperloop: in breve si tratta di un treno che viaggia a levitazione magnetica all’interno di tubi sottovuoto sospesi sui binari.

L’energia sfruttata sarà ricavata da moduli fotovoltaici (per buona pace della nostra Greta), gli interni disegnati da nientemeno che Bmw sono futuristici, comodi e molto tecnologici, i passeggeri vedranno il video del paesaggio esterno attraverso pannelli virtuali perché non ci saranno finestrini. Per ora il viaggio sarà precluso non solo ai claustrofobici ma anche a chi non ha intenzione di spendere 15/20 dollari ogni 100 km ma non temete, il prezzo della corsa diventerà pian piano più accessibile, per una rivoluzione senza precedenti.

Insomma, il cosiddetto pod (capsula) una volta completato, oltre a far arrivare i frettolosissimi passeggeri da Dubai ad Abu Dhabi in 12 minuti, arriverà a Ryad in 48 minuti (oltre 1000 km) e farà l’ultima fermata a Doha in 23 minuti (700 km dopo).

L’Hyperloop mania contagerà anche altri paesi? Per ora sappiate che esiste una pista prototipo in Francia, a Tolosa, Trump si è detto interessato al progetto e Gresta ha incontrato vari investors in Italia recentemente. Magari Hyperloop avrà più fortuna della Tav…

Giulia Romana Zacutti, 23 ottobre 2019

Condividi questo articolo