in

Faccia a faccia con il futuro: parte il nuovo Road Show di Schroders

Faccia a faccia con il futuro
Faccia a faccia con il futuro

Dimensioni testo

Viviamo in un’epoca di grandi contrasti e trasformazioni dirompenti che dalla sostenibilità alla tecnologia animano le pagine dei giornali e cambiano la nostra quotidianità. Trend di lungo periodo si intrecciano con l’attualità, con eventi geopolitici e cambiamenti sullo scacchiere internazionale che impattano su economie e mercati finanziari. Per capire meglio quello sta succedendo e le relative implicazioni per la nostra vita e per i nostri investimenti, abbiamo deciso di organizzare una serie di appuntamenti mettendo a confronto grandi opinionisti e gestori internazionali. Sarà un roadshow virtuale, per estendere l’opportunità di partecipare a quanti più consulenti finanziari possibili, sfruttando i benefici di una tecnologia – quella degli incontri digitali – che ormai è la nuova normalità. Uniremo il linguaggio televisivo alla possibilità da parte del pubblico di interagire con gli speaker, con la moderazione di Leopoldo Gasbarro (giornalista ed esperto di economia, direttore di Wall Street Italia).

Nella primo appuntamento, il 14 ottobre, Paolo Mieli e Johanna Kyrklund (CIO e Head of Multi-Asset – Schroders) discuteranno del mondo post-Covid, del Recovery Fund europeo, di Brexit e di Presidenziali americane. Nel secondo confronto, il 20 ottobre, parleremo con Federico Rampini e Louisa Lo (Head of Chinese equities, deputy Head of Asian equities – Schroders) del modello cinese, tra passato glorioso e futuro da leader. Chiuderemo poi il 28 ottobre parlando di innovazione, tecnologia ma anche di beni di consumo che hanno in poco tempo cambiato le nostre vite e “distrutto” lo schema di gioco a cui eravamo abituati; lo faremo con Fabio Vaccarono (Managing Director Google Italia) e Alex Tedder (Head & CIO, Global equities & US equities – Schroders).

In tutte le tappe ci sarà un filo conduttore e cioè quello dell’importanza della sostenibilità nella vita così come negli investimenti. La contrapposizione tra etica e profitto è un concetto ormai superato. Le aziende socialmente responsabili stanno dando prova di essere meglio posizionate per crescere nel lungo periodo ed essere i vincitori di domani, anche sui mercati finanziari. Per noi è solo l’inizio di un nuovo percorso che vedrà le società di gestione necessariamente impegnate a considerare i criteri ESG nella fase di costruzione di portafogli, e il gioco attivo si dovrà spostare sempre di più sulla misurabilità degli effetti e sull’impatto che le aziende hanno sulla società.

di Marco Barindelli – Head of Intermediary Clients e Deputy Country Head, Schroders Italia

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments