in

IO NON CI STO PIU’: il nuovo urlo di protesta - Seconda parte

Dimensioni testo

Io non ci sto più a non sapere come li curano. Sono tanti, si sono ammalati, sono guariti e sono tornati a giocare. Cosa gli hanno dato? Con cosa li trattano? Con quali farmaci?

Io non ci sto più

A non saper come si curano tutti gli altri

Esiste un protocollo?

Esiste un coordinamento centrale o va bene che ogni medico dica e scelga la sua?

Perché un dottore dice che va bene l’eparina e l’altro dice che non serve?

Perché un medico parla di Tachipirina ed un altro invece di antinfiammatori?

Perché alcuni attaccano con lo Zitromax, un antibiotico ed altri invece no? Perché c’è chi usa i monoclonali e chi no?

Perché se uno si ammala in un piccolo paesino tra le montagne deve avere trattamenti diversi rispetto a quello che vive in una grande città?

 

Io non ci sto più.

A sentire parlare di complottisti e complottismo. L’unico vero complottismo è quello della stupidità. Anche quella di coloro che eventualmente sono pronti a creare complotti davvero. L’unico vero complottismo è quello del mero interesse personale a scapito della comunità. Ed allora che la comunità li allontani li metta in esilio. Che la comunicazione mainstream affronti il problema seriamente una volta per tutte.

Complottista è anche colui che pensa di uscire fuori dalle regole. E’ il trasportatore che gira con le supposte di Tachipirina in tasca e che le usa per far scendere la febbre prima di entrare a caricare li dove, chi ha la febbre, non dovrebbe entrare.

Ma questa gente dovrà pur mangiare.

E’ complottista il parrucchiere che ha chiamato una mia amica di Napoli per dirle che, se avesse avuto bisogno, pur con il suo negozio chiuso, si era attrezzato a lavorare da casa. Una sorta di smart-working anche per lui, ma con meno tutele e confronti rispetto all’essere stati in negozio.

Ma da chi dipende la nascita di questo mercato nero? Da chi lo genera con politiche sconsiderate o da chi lo realizza magari anche e soprattutto per necessità.

 

Io non ci sto più.

Non ci sto più a pensare che mi si strappi altro futuro, che lo si strappi alle mie figlie, o a qualunque altra persona. Questa non è più l’ora dei processi. Basta con le trasmissione televisive che processano qualunque cosa e chiunque. Credo sia l’ora delle condanne. Perché quello che abbiamo sotto i nostri occhi ha dell’incredibile, dell’assurdo, del surreale.

Credo che tutti coloro che hanno sbagliato e continuano a farlo impunemente senza chiedere scusa, ammenda e senza fare un passo indietro sono meritevoli di essere puniti molto seriamente. Se tutti dicono che siamo in tempi di guerra allora comportiamoci diversamente. Comportiamoci da tempi di guerra, affrontiamo assieme, educati, armati e preparati il nemico, sconfiggiamolo e torniamo a vivere in tempi di pace.

Perché tutte le persone che possono e potevano essere salvate meritano un’occasione diversa rispetto a quella che spesso gli si da o gli si toglie.

Perché come dice il mio amico Igor Sibaldi non possiamo parlare né di numeri, né di statistiche, quando parliamo di anime.

 

Io non ci sto più.

Spero neanche voi.

Io non ci sto più.

 

 

ATALANTA

Fabio Depaoli, Duvan Zapata, Pierluigi Gollini, Ruslan Malinovskyi, Aleksey Miranchuk, Romero (falso positivo)

 

BENEVENTO

Bryan Dabo e altri 3 calciatori (non precisati), Pasquale Schiattarella

 

BOLOGNA

Lukasz Skorupski, Aaron Hickey, Federico Ravaglia

 

CAGLIARI

Alessio Cragno, Luca Ceppitelli, Alberto Cerri, Riccardo Sottil, Giovanni Simeone, Nahitan Nández, Gaston Pereiro, Adam Ounas, Diego Godin, Radja Nainggolan, Andrea Carboni

 

CROTONE

Denis Dragus, Salvatore Molina

 

FIORENTINA

Erick Pulgar, Dusan Vlahovic, German Pezzella, Patrick Cutrone, Martin Caceres, José Callejon

 

GENOA

Miha Zajc, Mattia Perin, Ivan Radovanovic, Federico Marchetti, Valon Behrami, Davide Biraschi, Filippo Melegoni, Lasse Schone, Luca Pellegrini, Marko Pjaca, Francesco Cassata, Domenico Criscito, Mattia Destro, Lukas Lerager, Davide Zappacosta, Petar Brlek, Darian Males, Cristian Zapata

 

INTER

Alessandro Bastoni, Ashley Young, Achraf Hakimi, Roberto Gagliardini, Ionut Radu, Milan Skriniar, Marcelo Brozovic, Daniele Padelli, Aleksandar Kolarov, Samir Handanovic, Matias Vecino, Stefan de Vrij, Danilo D’Ambrosio

 

JUVENTUS

Merih Demiral, Leonardo Bonucci, Paulo Dybala, Cristiano Ronaldo, Weston McKennie, Juan Cuadrado, Matthijs de Ligt, Alex Sandro, Rodrigo Bentancur

 

LAZIO

Vedat Muriqi, Luis Alberto, Lucas Leiva, Ciro Immobile, Thomas Strakosha, Sergej Milinkovic-Savic, Luiz Felipe

 

MILAN

Daniel Maldini, Zlatan Ibrahimovic, Sandro Tonali, Leo Duarte, Matteo Gabbia, Gianluigi Donnarumma, Jens Petter Hauge, Ante Rebic, Rade Krunic, Hakan Çalhanoglu

 

NAPOLI

Andrea Petagna, Piotr Zielinski, Eljif Elmas, Elseid Hysaj, Amir Rrahmani, Victor Osimhen, Fabian Ruiz, Faouzi Ghoulam, Kalidou Koulibaly

 

PARMA

Juan Francisco Brunetta, 4 giocatori (non precisati)

 

ROMA

Juan Jesus, Antonio Mirante, Carles Pérez, Bruno Peres, Gianluca Mancini, Amadou Diawara, Lorenzo Pellegrini, Edin Dzeko, Federico Fazio, Davide Santon, Marash Kumbulla, Pietro Boer, Nicolò Zaniolo

 

SAMPDORIA

Keita Baldé, Manolo Gabbiadini, Omar Colley, Albin Ekdal, Antonino La Gumina, Morten Thorsby, Bartosz Bereszynski, Karlo Letica

 

SASSUOLO

Kaan Ayhan Jeremie Boga, Nicolas Schiappacasse, Jeremy Toljan, Lukas Haraslin, Filip Djuricic

 

SPEZIA

Ivan Provedel, Riccardo Marchizza, Giulio Maggiore, Martin Erlic, Gennaro Acampora, Matteo Ricci, Simone Bastoni

 

TORINO

un giocatore non specificato, Mërgim Vojvoda, Daniele Baselli, Andrea Belotti e altri 5 calciatori (non precisati), Wilfried Singo, Nicolas Nkoulou

 

UDINESE

 

VERONA

Darko Lazović, Mattia Zaccagni, Antonin Barak, Koray Günter

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gianluca P.I.
Gianluca P.I.
6 Aprile 2021 20:53

Neppure io ci sto a vedere, su un canale locale il cui operatore ha avuto il fegato di allargare l’inquadratura oltre l’altare, il Duomo zeppo di fedeli intenti ad assistere alle celebrazioni pasquali. Erano vagamente distanziati ma tanti e soprattutto anziani, nessun Tg nazionale ha dedicato un minuto all’evidente contraddizione: in Chiesa si può stare, in spiaggia no, il contagio corre sull’onda?

stefano
stefano
6 Aprile 2021 17:43

La storia deve cambiare:non si può per nessun motivo pensare di andare avanti a vedere che determinate persone si autoliquidano stipendi milionari attingendo dalle casse dello stato in autonomia rimpinguate dalle imposte versate dai cittadini e in tutta risposta distruggono il paese e la stessa vita dei cittadini .Basta. A casa tutti.

vandal
vandal
6 Aprile 2021 17:19

157 con Bernardeschi….

Ermete
Ermete
6 Aprile 2021 16:57

Dal che si evince come in Italia sia rimasta solo una attività veramente necessaria. Il calcio.
Peraltro è l’unica attività dove vige l’assoluta meritocrazia e stipendi in proporzione (forse anche troppo a parer mio) mentre per tutto il resto esiste quasi un socialismo reale a parte nicchie specifiche e virtuose.

Mary Moro
Mary Moro
6 Aprile 2021 15:03

Hai perfettamente ragione Leopoldo, condivido tutto!!

Eva Fodor
Eva Fodor
6 Aprile 2021 14:57

NON CI STO PIU’ nemmeno io.

ste Vari
ste Vari
6 Aprile 2021 14:04

Anch’io non ci sto piú e da tempo. Purtroppo siamo ancora in minoranza però… l’ho capito anche sentendo alcuni amici/parenti in occasione degli auguri di Pasqua… io che sono assolutamente stufo di questa situazione e molto critico con chi ci ha governato e chi ci governa tuttora e per tutte le regole illogiche e dannose, perlomeno riguardo la parte “sanitaria”, mi sono trovato spesso ad essere considerato “fuori luogo” e poco paziente… mi stupisco soprattutto di chi pensa sia tutto ‘normale’, pur avendo un livello di cultura alto, anche molto piú del mio, e di idee politiche differenti. Ormai sembra ci si sia appiattiti ad accettare tutto.

stefano
stefano
6 Aprile 2021 13:35

Riapriranno SOLO E SE QUANDO riapriranno gli altri paesi soprattutto quelli che in europa (dei 27) decidono le sorti degli altri:Germania,Francia e paesi del nord.
Fino ad allora sarà TUTTO CHIUSO.

UK uscita dall’europa e riapre il 12,i paesi fuori dalla europa unita ,Bulgaria,Ungheria,Romania ect ect sono tutti aperti ……

L’europa unita è,e sarà UN INFERNO ,fattevene una ragione .