in ,

La Cina e Xi Jinping. In economia vogliono primeggiare nel Mondo.

E Xi non deve neanche pensare alla campagna elettorale

Dimensioni testo

L’obiettivo economico della Cina è superare gli Stati Uniti come leader economico mondiale. L’economia cinese ora fa impallidire quella di Germania e Giappone, che sono rispettivamente la terza e la quarta economia mondiale. E punta diritto verso l’alto, lì dove sono rimasti solo gli Usa.

La Pandemia però ha spaginato le carte in tavola ed ora tutto è diventato possibile, anche che la Cina diventi la prima potenza economica al Mondo. Sono usciti prima dalla Pandemia. Ora per primi stanno affrontando una rivoluzione economica e la transizione energetica che, salvo stravolgimenti, li farà allungare ancora di più il passo. Inoltre farà qualunque altra cosa per realizzare il piano come l’altro giorno è stato approvato.


Riprendere a crescere

La Cina sta intraprendendo molteplici azioni per aumentare la produttività e rafforzare in modo sostenibile la sua economia. In caso di successo, gli sforzi della Cina andranno a scapito degli Stati Uniti e di altre nazioni occidentali che non sono così disposte a sfruttare i vantaggi competitivi che hanno a disposizione.

Non amo la mancanza di democrazia e le restrizioni sui diritti umani e sulle libertà fondamentali. Tuttavia, il governo comunista ha un vantaggio. Nel caso della Cina, il governo può intraprendere azioni senza un’ampia approvazione del governo, indipendentemente da ciò che pensa la sua gente. Non deve preoccuparsi neanche dal punto di vista elettorale di doversi far rieleggere. Quindi non deve confrontarsi con niente e con nessuno, può andare avanti e tirare dritto senza pena di sbagliare.


La mancanza di libertà

Oggi Xi sta usando il suo potere autoritario per migliorare l’economia e aumentare la prosperità collettiva. Alcune delle azioni produttive che sta intraprendendo sono molto più difficili da realizzare per le democrazie. Detto questo, va detto quanto sia necessario che i leader occidentali prestino attenzione alla sostanza economica delle azioni che la Cina sta intraprendendo. Se i segnali che arrivano dalla Cina sono giusti, e se il potere di governo riesce ad evitare eventuali rivoluzioni interne, la Cina cambierà passo. Lo sta facendo perchè sta adottando misure per riformare la sua economia, forse rendendola la più grande economia del mondo. Se gli Stati Uniti e gli altri paesi se ne stanno a guardare, potremmo guardare indietro a oggi come a un punto di svolta negli affari economici globali.
L’economia cinese è cresciuta rapidamente permettendo l’espansione del capitalismo.

 

LA FABBRICA DEL MONDO

Diventare la fabbrica del mondo e l’esportatore globale per eccellenza ha aumentato la ricchezza della popolazione e della nazione. La loro vasta offerta di risorse naturali, la massiccia spesa pubblica, l’indebitamento dei consumatori e il debito hanno alimentato il fuoco demografico.
La loro crescita a due cifre dal 2000 al 2010 è ora la metà di quella che era e tende a diminuire. Sfrutta ancora le risorse naturali e la sua popolazione di miliardi di persone per la crescita economica, ma le ricompense stanno diminuendo.

Il capitale finanziario, in particolare il debito, è stato ampiamente utilizzato e, in molti casi, non produttivo.

 

Evergrande

Il fallimento di Evergrande mette in luce il problema crescente della Cina. All’improvviso, un’azienda con una storia di profitti è vicina all’insolvenza. L’eccessiva leva finanziaria e la costruzione eccessiva, insieme a beni oscenamente troppo cari, hanno determinato quei profitti. Lo schema di Evergrande e azioni simili di altre società sono insostenibili. Ma la crisi di Evergrande è principalmente dovuta alle nuove regole sulla leva progettate dal governo per frenare la speculazione immobiliare.

Ma non basta il governo cinese ha deciso ad esempio di:

Limitare l’uso quotidiano di Tik Tok e di altri siti di social media.
Proibisce ai bambini di età pari o inferiore a 18 anni i videogiochi dal lunedì al giovedì. Limita anche tali attività a un’ora nei fine settimana;
Rendere illegale il mining e le transazioni di criptovalute; e
Stop agli investimenti in fondi di private equity immobiliari.

Inoltre, la Cina sta permettendo il fallimento finanziario personale e aziendale. Come vediamo con Evergrande, la Cina sta osservando fallimenti e inadempienze obbligazionarie che avrebbe frenato negli anni passati. Il suo obiettivo è premiare le allocazioni di capitale in modi più produttivi e punire gli investimenti improduttivi.

La Cina sta anche investendo pesantemente in infrastrutture, scuole, 5G e assicurandosi di poter produrre a livello nazionale beni prioritari per la sicurezza nazionale come i semiconduttori.

È tempo di prestare attenzione alla Cina prima che la svolta sia troppo lontana!

 

Leopoldo Gasbarro

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments