in

La settimana delle Big Tech. Attesi i risultati di Alphabet, Amazon, Facebook, Apple, Microsoft, Tesla

Dimensioni testo

Questa settimana sarà la più importante della stagione degli utili di questo trimestre: sarà infatti la settimana delle Big Tech. Così anche se le settimane successive la batteranno in termini di quantità di aziende di cui monitorare i conti,, sarà quasi impossibile superare la lista titoli di questa settimana in termini di dollari e attenzione.

 

Alphabet, Amazon, Facebook, Apple, Microsoft

  • Le cinque società Big Tech comprendevano più di un quinto della capitalizzazione di mercato totale dell’indice S&P 500 alla fine del secondo trimestre, 22%.
  • Nel primo trimestre, hanno contabilizzato quasi il 10% delle vendite totali dell’indice S&P500  e quasi il 18% del profitto totale 17,8%.

Collettivamente, secondo le stime degli analisti raccolte da FactSet, dovrebbero riportare un profitto di quasi 60 miliardi di dollari su vendite superiori a 310 miliardi di dollari.

Queste stime sono probabilmente prudenti. Finora in questo trimestre, l’88% delle società S&P 500 ha superato le stime medie degli analisti per l’utile per azione e l’86% ha battuto i ricavi con quasi un quarto dei rapporti sull’indice, secondo FactSet. Entrambe queste cifre sarebbero record per la percentuale di sorpresa complessiva, che FactSet ha fatto risalire al 2008, secondo l’analista senior degli utili John Butters.

Facebook e Google, ad esempio, dovrebbero ampiamente superare le stime dopo che le altre società di vendita di annunci online Snap Inc. e Twitter Inc.  hanno spazzato via le aspettative nei loro rapporti della scorsa settimana.

È improbabile che il movimento delle azioni sia determinato dai numeri riportati da queste società, soprattutto dopo il grande rimbalzo di venerdì; le previsioni sono state più importanti per gli investitori in attesa di vedere quanto durerà l’attuale boom degli utili societari. E tutte e cinque le aziende sono state attente con le loro dichiarazioni previsionali durante la pandemia di COVID-19.

Apple ha smesso di fornire indicazioni durante la pandemia, mentre Microsoft dovrebbe concludere il suo anno fiscale battendo di molto i record dell’anno precedente.

La maggior parte delle previsioni delle Big Tech che sono state condivise hanno finito per sottostimare le loro prestazioni effettive, il che può mantenere basse le aspettative e produrre grandi effetti. Amazon, ad esempio, ha superato la fascia più alta delle sue previsioni di vendita del 2,3% nel primo trimestre, il che equivale a 2,5 miliardi di dollari aggiuntivi. 

 Apple, Google e Microsoft si aspettano tutti di riferire martedì pomeriggio dopo la chiusura dei mercati, mentre Facebook segue mercoledì pomeriggio e Amazon conclude giovedì pomeriggio.

Per Tesla parlerà Elon Musk

Il CEO più controverso della Silicon Valley ha fatto crescere criptovalute come bitcoin  e dogecoin con i suoi tweet e dichiarazioni, ma quando lunedì pomeriggio darà il via alla lista dei guadagni dopo l’orario di lavoro della settimana, l’attenzione dovrebbe essere su Tesla e le sue azioni.

Come sempre, ci sono molte questioni da discutere con il produttore di auto elettriche. Dopo la partenza di un dirigente di lunga data, sarà necessario affrontare i progressi della road map di Tesla  così come gli effetti sul margine lordo della continua carenza di semiconduttori, un problema in tutta l’industria automobilistica.

È probabile che Tesla affronti anche il tema dell’abbonamento con cui gestire il rapporto con i clienti per tutto lo sviluppo dell’auto elettrica.

Insomma sarà una settimana importante e che potrebbe orientare l’andamento dei mercati, almeno in questi giorni che anticipano l’arrivo delle vacanze per molte persone.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments