Greta, Mattarella e la bufala della crisi climatica

Secondo il Presidente della nostra Repubblica saremmo «sull’orlo di una crisi climatica». Mi verrebbe da dire che Sergio Mattarella sia sull’orlo d’una crisi di nervi. E mi viene spontaneo chiedermi da dove l’amato presidente s’è inventato l’allarme. Non certo dai propri studi scientifici, visto che di formazione è giurista. La voce più vicina nel tempo che gli ha scosso il sistema nervoso deve allora essere stata Greta, la quindicenne svedese in sciopero dalla scuola ogni venerdì «contro l’ingiustizia climatica» (sic!).

Io conterò meno della quindicenne, almeno quanto a scuotere un qualche sentimento – e come competere con una bimba? – però rimane il fatto che anche costei non può avere avuto il tempo, almeno data l’età, per focalizzare un problema che non esiste. E provare che una cosa non esiste è molto più difficile che provarne l’esistenza. Provate voi a dimostrare che non esistono i cani a tre teste nel sottosuolo di Venere.

Comunque sia, sulla quindicenne è stato costruito una campagna mediatica e pubblicitaria tale da violare ogni articolo del codice penale quanto a sfruttamento minorile. Greta è stata trascinata davanti al Parlamento svedese e nelle pubbliche piazze e indotta a fare affermazioni di una tale stupidità che quando sarà cresciuta e avrà modo di riascoltarsi se ne vergognerà fino a nutrire sentimenti indicibili nei confronti dei suoi sfruttatori, a cominciare dagli stessi genitori. Al momento la piccina è lo strumento della raccolta di circa 3 milioni d’euro, al grido dello slogan, ideato da professionisti nel marketing senza scrupoli, «non abbiamo più tempo» (per ritardare la lotta ai cambiamenti climatici).

Ma si può essere più fessi? L’umanità dovrebbe dedicare i propri sforzi a impedire che il clima cambi: più facile dedicarli a svuotare gli oceani! Perché, caro Presidente Mattarella, non solo il clima è sempre cambiato, ma soprattutto noi non possiamo farci niente. Provo a tranquillizzarla.

In uno stesso luogo la temperatura ha, nel corso di un anno, una variabilità anche di diverse decine di Celsius. Nello stesso momento la temperatura ha, nei vari punti del pianeta, una variabilità dell’ordine di 100 Celsius. Dall’anno Mille, quando si era all’apice del Periodo Caldo Medievale, quando la temperatura media globale era un paio di Celsius superiore a oggi, fino al 1650, al minimo della Piccola Era Glaciale, quando la temperatura era oltre un paio di Celsius inferiore a oggi, la temperatura variava di circa 5 Celsius.

Condividi questo articolo

19 Commenti

Scrivi un commento
  1. “…provare che una cosa non esiste…” dici.
    Ma se il 97% della comunità scientifica è concorde che c’entra l’attività umana perché mai, se c’è un 3% che dice il contrario, ti affidi appieno a quel 3%?
    L’articolo contiene solo derisione, insulti, tanta convinzione e nessuna informazione scientifica.

  2. Gente, Bergoglio è l’anticristo!
    Tutte le forze a cui si associa sono anticristiane!
    Soros rappresenta quel sogno a cui l’ebraismo non ha mai rinunciato… liberarsi del cristinesimo!
    Papa Bergoglio Soltanto “appare” buono per conquistare un facile consenso, ma le sue politiche migratorie invitano alla fuga della gioventù africana. Un disastro demografico che perdurerà per generazioni, favorendo gli sfuttamenti minorili bellico e prostituzione, di tutti quei bambini che rimangono senza la protezione della gioventù adulta.

    Invito a scaricare il mio testo gratuitamente

    “SALVATE IL CRISTO DALLA CHIESA CATTOLICA!”

    http://www.scrivereiltempo.it/2019/02/18.html

  3. Del plagio di Greta Thunberg sul clima: come andare spensierati incontro al collasso finanziario

    http://movisol.org/del-plagio-di-greta-thunberg-sul-clima-come-andare-spensierati-incontro-al-collasso-finanziario/

  4. ahahhahahahahahahahahah articolo stupendo e molto ben fatto ,state tranquilli che approvo con le vostre idee , baci abbracci e statemi bene <3
    😀
    рмораовраор вроарво твпарпа тупаркиа втм

    uvuvuevuevue onyeteniewue ughwuemuhem ossas

  5. Articolo assolutamente corretto. Per dirla tutta la Groellandia (notoriamente ghiacciata) si chiama cosi’ perché quando sono arrivati i primi uomini era addirittura VERDE per la vegetazione. E non parlo dei Vichinghi… c’era un Vescovo ufficiale della chiesa (e siamo prima di Colombo) poi dopo e’ glaciata ed e’ stata abbandonata.

    Tutto cio’ non deve farci smettere di combattere l’inquinamento in quanto tale. Le polveri e tutto il resto ci mandano in ospedale o peggio!!! la CO2 invece non ci fa nulla xke la producono gli animali, l’uomo e di notte le piante.

  6. A giudicare dal fatto che, fino a qualche anno fa, gli economisti liberisti più spregiudicati spernacchiavano qualsiasi affermazione ambientalista sul GW, mentre adesso il loro tono è nettamente più sommesso e timido, del tipo: “ok, messo che FORSE abbiamo qualche responsabilità, che cosa potremmo fare?”, ecco, giudicando tutto ciò, potremmo pure iniziare a preoccuparci. Ancora niente? Vediamo quanti siete rimasti fra qualche anno.
    PS. La storia del Premio Nobel Rubbia è abbastanza vecchia e già demolita. Se volete informarvi qui trovate il link:
    https://www.valigiablu.it/carlo-rubbia-clima-bufala/

    • Ti sbagli.
      La differenza è che quando era solo uno stupido giochino di perdenti come Al Gore, ci si limitava a spernacchiarla.
      Oggi, con un esercito di invasati pronto a fare la nuova rivoluzione culturale, ma in tutto l’occidente, tale ideologia va presa sul serio.
      E sbagliano i politici miopi, da noi, a non rendersene conto.
      Per quanto mi riguarda è anche diventato un motivo sufficiente per volere demolire questa UE.

      • Ma infatti son tutti invasati ormai!
        Pensa che all’asilo aspettavo di fronte al cancello e mi han detto di spegnere la macchina per via dello smog. È una diesel (vecchia) e il fumo per il gasolio agricolo può sembrare chissà che ma due minuti non è che facciano venire i tumori ai bambini

  7. LA SCIENZA MERITA RISPETTO PROFESSORE
    Lei: “…Ma si può essere più fessi?..”
    Mi dichiaro “gretino” ed in quanto tale uso le conoscenze delle scuole medie per verificare il livello espresso in questo articolo divulgativo di “scienza” (sigh!!!).
    Comincio con chiedermi: chi è Celsius? Un professore di astronomia che propose una scala graduata per misurare oggettivamente le temperature. Scala su base 100 e l’unità di misura prese il nome di GRADO CELSIUS.
    Lei: “…In uno stesso luogo la temperatura ha, nel corso di un anno, una variabilità anche di diverse decine di Celsius…”. Lei ha clonato quindi diverse decine di Celsius?
    Boh!
    Comunque sia, i Celsius a volte non bastano per cui:
    “… una variabilità dell’ordine di 100 Celsius…”.
    100 Celsius è già meglio.
    Ma dai, reiterare mi sembra eccessivo.
    Come si può confondere una persona con una misura?
    MA CHE SCIENZA E’?
    Da 100 Celsius a 100 gradi Celsius ci passa una bella differenza; molecole organiche e molecole inorganiche?
    Mi ricordo fu una delle prime lezioni di chimica…

    Lei: “…In uno stesso luogo la temperatura ha, nel corso di un anno, una variabilità anche di diverse decine di Celsius…”
    Nulla da eccepire. Poi le scirve: “…fino al 1650, al minimo della Piccola Era Glaciale, quando la temperatura era oltre un paio di Celsius inferiore a oggi, la temperatura variava di circa 5 Celsius…”
    OPPS! Se nel 1650 variava di 5 Celsius (ridaiie, gradi, sono gradi Celsius…) ed ora anche di diverse decine di (gradi) Celsius mi sa sia un attimino cambiato il clima ma forse lei intendeva “…Nello stesso momento la temperatura ha, nei vari punti del pianeta, una variabilità dell’ordine di 100 Celsius…” Peggio ancora, da alcune decine di gradi Celsius ad un centinaio, il delta è ancora maggiore rapportato ai 5 gradi Celsius del 1650.
    Mhhh! Sarei curioso di sapere cosa intendeva…

    Lei: “…Anzi, proprio questi ultimi 150 anni ci hanno offerto un clima straordinariamente stabile. Oltre ogni aspettativa: +0.8 gradi appena in ben 150 anni!…”
    Buonuomo, lo sapevo che i Celsius potevano finire, li ha usati tutti… Beh, ora che è sparito Celsius compare “gradi”… Ma dai. Gradi Celsius si, perchè sa, esisono altre scale per misurare la temperaturatura e, mi creda 0.8 gradi in una scala oppure in un’altra è una notevole differenza.
    Capisco che io, da “gretino”, mi sia limitato ad utilizzare le conoscenze delle scuole medie MA mi permetto di consigliarle alcune lezioni di metrologia. Potrebbe servire a comprendere cosa sono le unità di misura.
    Comunque, tornando alla quantità di gradi Celsius, perchè il dato +0,8 sia comprensibile occorre scrivere rispetto a cosa è riferito il dato stesso.
    In mancanza di ciò presumo che si riferisca agli ultimi 149 anni perchè almeno di uno ha scritto: “…In uno stesso luogo la temperatura ha, nel corso di un anno, una variabilità anche di diverse decine di Celsius…”
    Quindi vi è una contraddizione: 149 annni con +0.8 ed in ALMENO un anno diverse decine di gradi Celsius.
    Violazione del principio di non contraddizione.
    Esiste una cosa attribuita a Galileo conosciuta come metodo scientifico. Se si superano tutte le “fasi” allora un fenomeno può essere catalogato come scienza. Se mancano una o più fasi allora si chiama ricerca scientifica cioè si ri – cerca di nuovo utilizzando il percorso del metodo scientifico. Se non si utilizza il metodo scientifico allora è una ricerca. Capisco che bisogna studiare ma nulla viene regalato in ambito di conoscenza.

    Lei: “…E gli eventi climatici disastrosi?…”
    WOOW! Questo paragrafo è stupendo. Personalmente lo ritengo anti scienza. Scrivo un articolo su ciò e provo a farlo pubblicare
    Per esempio, prende dei dati di un luogo dove diminuiscono eventi catastrofici e non considera i luoghi dove prima non erano presenti questi eventi quando il tema è proprio il cambiamento.
    Più o meno come affermare che esiste un cane a tre teste su Venere e recarsi su Orione per verificarlo.

    “…Anzi, proprio questi ultimi 150 anni ci hanno offerto un clima straordinariamente stabile…”

    “…Questo non lo posso dire perchè sono uomo di scienza e dunque non posso fare questa conclusione. Tuttavia è vero che è in atto un riscaldamento del pianeta e noi ne stiamo godendo, non soffrendo…”
    https://www.ilrestodelcarlino.it/modena/cronaca/greta-thunberg-prof-contrario-1.4498749

    Riconosce queste affermazioni? Il link ne rammenta una casomai servisse.
    QUINDI: “clima straordinariamente stabile” oppure “è in atto un riscaldamento???”

    “…Tranquillo, Signor Presidente: keep calm and be relaxed. Non mi vorrà scioperare pure lei!…”
    Rilancio con la sostituzione di Presidente con Professore però mi sa che l’ultima frase abbisogna di un tagliando linguistico piuttosto rilevante…

    • MAGNIFICO SERGIO !!!!! Non in quanto Rettore ma piuttosto “detrattore” di qs scienziato peraltro con la “S” maiuscola con un curricolo di tutto rispetto … ma Screanzato ed assolutamente retorico nell’argomentare in Celsius^ese dati approssimativi a dir poco !!! Poi con un tono e una spocchia lontanissimi dal profilo anche Umile che gli uomini di scienza non hanno e che dovrebbero avere in seno a Conoscenza e Competenza… il punto come scrive RobertoPazzi https://www.quotidiano.net/esteri/greta-thunberg-1.4500287
      è schierarsi peggio scagliarsi contro gli eroi del Bene di cui abbiamo Estremo bisogno in un tempo così povero di “Esempi” virtuosi ! Grazie Sergio, robj de grassi

  8. Secondo me l’unica bufala è la destra italiana rappresentata degnamente, ad esempio, da Nicola Porro. I soliti destrorsi complottari e paranoici: tutto è bufala, tutto è preparato per…tutto è congenato ai fini di…. Ma a quando una sana scorpacciata di onestà intellettuale?

    • *Congegnato*
      Per fare la lezioncina di superiorità intellettuale, almeno l’ortografia da scuola elementare, grazie.
      Voi sinistri è da un secolo che ne fatte di tutti i colori per imporre le vostre idee oscene, sempre ritenendo che siano corrette, culturalmente superiori, e pertanto meritevoli di essere imposte con la forza. Per ottenere il “bene comune”, ovviamente.
      Sei consapevole del fatto che nella stragrande maggioranza dei casi avevate torto?
      E che avete fatto danni più o meno gravi, in tali casi?
      Non è complottismo nè paranoia.
      Sarebbe semplicemente troppo stupido lasciarvi campo libero.
      Avete già distrutto qualsiasi cosa sia finita sotto le vostre grinfie, su questo pianeta.
      Ora anche basta. Bisogna impedirvi di continuare l’opera.

  9. Che gli sprovveduti di intelligenza e di un minimo senso comune siano la grande maggioranza della specie umana é una ipotesi che ronda la certezza, ma che i media li possano aver incantato come il flautista di Hamelin, mi preoccupo quando penso alle masse “sinceramente entusuaste” convocate da Hitler e Mussolini in un mondo senza media.

    • Bravissimo, hai centrato un punto fondamentale.
      La massa spesso non ragiona bene.
      Ed in questo caso sta dimostrando lo stesso.

  10. Poco fa ho assistito al confronto, ad AGORA’, tra un leghista e una signorina che fa parte dell’equipaggio della “Mediterranea” che ha “salvato” i migranti. Lei sosteneva il solito ritornello della bontà di salvare vite umane e, purtroppo, nessuno le ha fatto rilevare che il motivo del contendere non è il salvataggio in se ma l’aver, poi, portati i salvati in Italia.
    Vogliono dare la nostra patria agli africani. Questo è il regalo velenoso che vogliono farci in combutta con quella che fa la nostra Chiesa e che ora ci pugnale alle spalle. Ci hanno dichiarato guerra, come già fece Casarin al G8, vogliono la nostra rovina e per salvare altri sacrificano noi. Dobbiamo anche ringraziarli per il gentile pensiero??

  11. Leggo or ora la seguente preoccupante notizia :

    ” Un asteroide contro la Terra: aerei sfiorati, salvati dal mare. L’impatto è avvenuto lo scorso 18 dicembre, rilasciata un’energia pari a cento volte l’atomica di Hiroshima

    Sembra che Greta dalle treccine bionde, saputa la notizia , abbia già indetto uno sciopero generale universale contro il RAZZISMO degli Asteroidi.Su eventuali implicazioni cosmiche di Salvini, per ora, la Nasa non ha rilasciato veruna dichiarazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *