in

La rottura coi grillini? Era inevitabile

È possibile – facile dirlo ex post – che la Lega abbia sbagliato la tattica e la tempistica della crisi, facendola deflagrare l’8 agosto. Forse (ma chi può esserne certo?), se l’avesse decisa il 27 maggio, un minuto dopo le elezioni europee, dall’altro di un trionfo indiscutibile, avrebbe potuto ottenere di più: imporre elezioni politiche, o almeno pretendere un nuovo cronoprogramma dettagliato e tempificato. Ha rinunciato a farlo, confidando nella ragionevolezza dei suoi interlocutori. Che invece – passo dopo passo – si sono messi di traverso su tutto.

Ecco perché – a ben vedere – la rottura con i grillini era comunque inevitabile. Sulle tasse, sull’immigrazione, sulla giustizia, sulle grandi opere, perfino sulla collocazione internazionale dell’Italia, per non dire della subalternità all’Ue.

Si dirà che la scelta tattica leghista ha resuscitato i morti: Renzi di nuovo protagonista, Pd al centro dei giochi, grillini rivitalizzati, mainstream media eccitati. Tutto purtroppo vero. Ma resta il punto di fondo: in tutto il mondo (l’Italia non fa eccezione) gli elettori si sono svegliati, non accettano più i vecchi merletti, e sapranno giudicare con severità ogni tentativo dilatorio, ogni ritorno dei morti viventi, ogni governo similtecnico, ogni feticismo della patrimoniale, e così via.

Tra tante distrazioni, la bussola è una: capire gli elettori, interpretarli. È fatale che qualcuno – tra Trump, Johnson, Bolsonaro, più la galassia sovranista in Europa – riuscirà e qualcun altro fallirà. Le istituzioni anglosassoni, per evidenti ragioni, facilitano il compito: bipolarizzano, rendono chiaro e non frastagliato il confine tra maggioranza e opposizione, diversamente dal caos bizantino europeo. Ma gli elettori restano: e si tratta, in tutto l’Occidente, di una maggioranza di votanti che – pur tra mille diversità – chiedono meno tasse, più controllo dell’immigrazione illegale, meno parrucconi del vecchio establishment (politico e mediatico) a fare da arbitri della moralità pubblica.

Condividi questo articolo

12 Commenti

Scrivi un commento
  1. Salvini ha sbagliato tempi e modi della crisi. Pur di evitare il voto e, soprattutto, pur di evitare un Presidente della Repubblica Sovranista, l’immondo abbraccio piddo-pentastellato terrà a lungo.

  2. Sono d’accordo con lei Capezzone. Cio’ che invece è preoccupante é che ancora una fascia di persone, fortemente abbindolate dalle tv e giornali della menzogna , non abbia ancora capito che i 5st fin dall’inizio avevano questo compito da svolgere!…istruiti man mano dal buffone che non fa ridere, per mascherare i veri intenti, che a sua volta era stato istruito sul Britannia….
    Qui’ non si tratta di una zuffa tra partiti, qui’ c’è in gioco il futuro di questo Paese che puo’ finire completamente in balia della finanza disumana apolide sionista!
    Dalle loro tv e giornali è stato scatenato odio sul Ministro Salvini, proprio per impedirgli di realizzare il bene degli Italiani!
    Naturalmente quelli che ci sono cascati in pieno sono quelli piu’ sfigati, che per costituzione amano odiare e godono ad odiare, non sapendo che cosi’ si indeboliscono sempre di piu’, gente invasa da sentimentalismo decadente che purtroppo dilaga soprattutto in una certa…. parte dell’Italia e che ancora subisce il giochetto massonico di metter sud contro nord….questa gente quando imparerà a pensare? quando crescerà? quando diventerà un po’ piu’ responsabile sul piano sociale??

  3. Sono d’accordo con lei Capezzone. Cio’ che invece è preoccupante é che ancora una fascia di persone, fortemente abbindolate dalle tv e giornali della menzogna , non abbia ancora capito che i 5st fin dall’inizio avevano questo compito da svolgere!…istruiti man mano dal buffone che non fa ridere, per mascherare i veri intenti, che a sua volta era stato istruito sul Britannia….
    Qui’ non si tratta di una zuffa tra partiti, qui’ c’è in gioco il futuro di questo Paese che puo’ finire completamente in balia della finanza disumana apolide sionista!
    Dalle loro tv e giornali è stato scatenato odio sul Ministro Salvini, proprio per impedirgli di realizzare il bene degli Italiani!
    Naturalmente quelli che ci sono cascati in pieno sono quelli piu’ sfigati, che per costituzione amano odiare e godono ad odiare, non sapendo che cosi’ si indeboliscono sempre di piu’, gente invasa da sentimentalismo decadente che purtroppo dilaga soprattutto in una certa…. parte dell’Italia e che ancora subisce il giochetto massonico di metter sud contro nord….questa gente quando imparerà a pensare? quando crescerà? quando diventerà un po’ piu’ responsabile sul piano sociale??

  4. Lei, Capezzone, come il solito ha detto tutto l’importante del discorso.
    Personalmente sono d’accordo con lei.
    Mi fa specie ancora sentire che ci sono genti che non hanno capito un cavolo di quel che accade, e s’inventano d’essere politologi con la soluzione in mano.
    Mi fa senso che ancora ci siano genti che si lasciano imbottire le menti da bugiardi e farabutti vari, senza sappiano usare il loro cervello.
    A me andava benone la flat-tax, mi andava più che bene l’autonomia delle regioni, sognavo che l’Italia cominciasse sentirsi Nazione e non una serva degli stranieri d’ogni colore.
    Pagare tante tasse salatissime credo non piaccia a nessuno, forse a quelli di sinistra piacciono.
    L’autonomia delle regioni è un sacrosanto diritto, se poi ci sono beceri che non sanno amministrare il problema non deve diventare di tutto il paese, imparino, certe regioni, a riflettere prima di concedere il voto ai peggiori su piazza, se non lo fanno è problema loro, che lo risolvano come facciamo noi al nord. Credere alla bufala veicolata dai farabutti incompetenti che noi nordisti impoveriamo i sudisti fa diventare rabbiosi verso le menti non eccelse che si permettono raccontare idiozie di cui mi sento offesa già che noi nord paghiamo le scempiaggini e ladronerie del sud.
    Sicuramente fin quando pagheremo le vergognose spese del sud esso non imparerà mai ad essere parsimonioso e dare servizi ottimi ai propri cittadini. Noi non abbiamo mai rubato nulla al meridione, abbiamo pagato le loro incapacità ed ora è arrivato il momento di tenerci almeno i denari che riusciamo risparmiare mentre riceviamo servizi più che buoni. Sono denari nostri risparmiati da noi, forse i lamentoni contrari alla correttezza quando riescono risparmiare i loro denari personali trovano giusto regalarli ai loro amministratori del menga? Credo se li tengano ben stretti già che sono Loro.
    Non capisco la rabbia del sud già che li curiamo gratis quando partono in massa a farsi curare nei nostri ospedali.
    Non capisco questo odio verso chi li ha aiutati da ben 70anni. Se il sud non va a gonfie vele è colpa sua, sua che non ha saputo spazzare il malaffare.
    Ho amici che hanno aziende in Italia e guai se gli parli d’aprirle al sud, hanno avuto esperienze perfino pericolose.
    Perdoni il divagare, mi accade d’arrabbiarmi quando leggo fandonie che alcuni si bevono come fossero rosolio offendendo chi gli ha regalato anche l’impossibile, ed a proprio danno.

  5. L’oscena sceneggiata alla quale assistiamo – la saga degli zombi e la festa della spudoratezza – sarebbe avvenuta (mutatis mutandis), in qualsiasi momento Salvini avesse staccato la spina. Purtroppo, la prognosi è infausta: qualunque papocchio verrà inventato, credo senz’ altro che possiamo dimenticare le elezioni. I sinistri (che ci governano direttamente o indirettamente da molti anni) amano le urne quando sono certi di vincere.

  6. Giusto, non accettiamo più di essere la colonia di consumo del nord, che dirotta l’IVA prodotta sul territorio meridionale alla sede fiscale settentrionale. I soldi meridionali che vanno in 90% di beni e servizi al nord, e lo Stato con i vergognosi parametri di federalismo fiscale di Calderoli dirotta i fondi al nord e 0 fabbisogni al sud, 0 fondi. Non si abbuffa mai abbastanza il nord, pretende il superfluo: treni ad alta velocità per le MERCI, e al sud nemmeno per le persone!
    Salario minimo garantito? NO! Gabbie salariali, aumentare al nord bloccare al sud! Disoccupati? Fermarli alla frontiera, impedire che entrino nelle graduatorie venete! Ma il residuo fiscale dei meridionali, per carità, quello si! Gestione musei, impianti idroelettrici, petrolio e gas meridionali, che i “terroni” paghino salvabanche senza averne più mezza, e facciano da luogo di vacanza senza ambizioni (ed aiuti) imprenditoriali…

  7. Il ribaltone M5S-PD era già programmato da tempo, intesa velocissima.
    Salvini ha fatto bene ad aprire la crisi dato che da 4 mesi il M5S ha detto solo NO a qualsiasi proposta, anche alla Flat Tax e autonomie che erano nel contratto.
    Ci avviamo alla recessione e Di Maio pensa ad aumentare i costi per le aziende (salario minimo), processi infiniti (sospensione prescrizione), nazionalizzare strade, aerei, acquedotti. La Lega non può essere complice.
    Adesso proteste stile Hong Kong per chiedere ELEZIONI. (La Cina vuole il governo PD+M5S).

  8. sarebbe meglio dire che i grillini sono una rottura.
    Il Mo Vi Mento più inquietante della storia repubblicana nato dai rutti e dai peti di un comico con il mal di pancia per indigestione di stronzate ambientaliste.
    Ora si vorrebbero le elezioni in cui quegli stessi che prima votavano i sinistrati che poi hanno votato i grillini oggi dovrebbero votare Lega.
    No, io npn mi fido più del voto popolare; esso ha un senso quando i votanti ragionano con il cervello, fanno ragionamenti, riescono a distinguere le balle dalla verità…
    Invece, un buon 40% di elettori vota di pancia, si lascia trascinare dalle campagne propagandistiche dei tristi giornalisti (sembra che in questo periodo sappiano solo parlare di immigrati e orsi polari, come se fossero questi i veri problemi dell’Italia), si lascia ingannare dalle immagini dei social, dai selfie, dal bel viso del vip di turno (magari un ufficiale gentiluomo), dalle influenze di orridi tatuati al soldo del marketing, da megalomani che vogliono bombardare Marte…
    Poi ci lamentiamo della qualità degli eletti?
    Sono gli elettori a scegliere!
    Parliamoci chiaro, la democrazia è una presa per i fondelli (per rimanere nel politicamente corretto); alla fine gli eletti sono sempre gli stessi: avvocati (del popolo?), politici di professione, giornalisti a gogo, qualche personaggio dello spettacolo e tanti inutili alzamano.
    Visto che è un gioco tra determinate parti sociali (la borghesia intellettuale, la borghesia della burocrazia di stato e la borghesia aristocratica radicalchic) che se la vedano tra di loro senza che ci rompano i “grillini” anche a Ferragosto. Tanto alla fine ogni governo è un governo del cambiamento: si cambiano i fondelli sulle poltrone!

    • Convengo che un 40 % di elettori vota con la pancia, anzi proprio col c..o, altrimenti non si spiegherebbe il successo di certi partiti. D’altronde siamo il paese dove l’ex PCI prese ancor più voti di quanti ne abbiano presi i 5s il 4 marzo, e Renzi è arrivato addirittura al 40 %, e questo significa pur qualcosa circa il DNA italico. Dice: ma anche Salvini, come Renzi, ha raggiunto quasi il 40 % ! Con una differenza però: di sicuro quest’ultimo non appartiene a quella triade borghese autoreferenziale che ammorba l’Italia, per non dire dei clerical-chic vaticani. Non l’ho votato, ammetto che ha commesso quantomeno un errore tattico madornale aprendo la crisi, ma anche se non è stato e non sarà il Pericle che servirebbe all’Italia, di sicuro ora lo voterei. Sempre che l’illuminato principe che dal Quirinale su di noi veglia ce ne doni la facoltà.
      P.S. Qualcuno ha notizie di Nicola Porro ?

  9. La prostituzione è nata con l’umanità stessa; la sinistra ed i grillini, con i loro tentativi di approccio, non ci hanno certamente fatto scoprire l’acqua calda. Tralasciando le nefandezze del PD che, se trascritte, occuperebbero troppe pagine, ricorderei alcuni degli episodi più eclatanti che hanno contraddistinto lo squallido percorso dei 5stelle che, non dimentichiamolo, si professano persone coerenti:
    minacciata sfiducia al Presidente della Repubblica (caso SAVONA), viaggio in auto, con tanto di riprese televisive, a Strasburgo dei 2 gemelli fenomeni dichiarando di voler capovolgere l’Unione Europea, TAP, TAV, ILVA ecc.
    Poi loro sarebbero le persone affidabili che, amio avviso, trasmettono agli Italiani lo stesso senso di sicurezza che potrebbe trasmettere un serpente velenoso all’interno degli indumenti intimi.
    Le persone serie possono soltanto sperare che il Presidente Mattarella metta fine a questo squallore mandandoci alle urne.

  10. Se ci sono diversità con i grillini….. spero di non vedere le altre con il PD …. .. come faranno?
    Meglio rimanga tutto come prima ….. mi sembra meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *