in

L’appello di Parisi al centrodestra: “Ricostruiamo la nostra identità”

Stefano Parisi, manager, imprenditore e fondatore del partito Energie per l’Italia, lancia il suo appello al centrodestra in questo messaggio video:

La nostra area politica ha perso 10milioni di voti negli ultimi 10 anni e noi dobbiamo ricostruire questa casa tutti insieme. Ora è il momento per poterlo fare. Un anno fa alle elezioni politiche Pd e Forza Italia sono stati i due grandi sconfitti. Il Pd ha fatto qualcosa con le primarie, ha portato 1milione e mezzo di persone in piazza, ha cambiato il gruppo dirigente e ha ottenuto un buon risultato elettorale passando dal 17% al 23%. Forza Italia ha dimezzato i voti e non ha fatto niente. Stiamo ancora ad aspettare che Berlusconi decida chi è il suo delfino…

Condividi questo articolo

8 Commenti

Scrivi un commento
  1. Forza Italia è ormai un partito che guarda a sinistra, verrà fagocitato dal PD o dalla nuova cosa renziana, se questa ci sarà. Oggi è impossibile fare discorsi liberali stricto sensu: assistiamo a un’invasione di stranieri e c’è il rischio della cancellazione totale degli italiani. I dogmi liberali sono andati in fumo (il liberalismo cancella ingenuamente la figura del nemico sostituendola con quella del competitor), dico a Parisi di prenderne atto e di agire realisticamente di conseguenza. Forse lui vive in un mondo dorato tutto suo. Prima regola, salvare il salvabile; poi penseremo a una riduzione dello Stato (come ogni libertario desidera, ma oggi siamo in una situazione eccezionale, e risulta moderato persino Salvini…).

  2. Se punta agli insoddisfatti del pd non andrà molto lontano.
    Gli italiani sono stufi di quel centro destra troppo molle che non porta a niente.

  3. Per Natura sono uno scettico specialmente quando ci si fa illusioni sul buon senso e sulla chiarezza di visione dei miei concittadini. Forse a parte la mia etá e anche dovuto al leggere il capolavoro di Gibbon sulla caduta dell’impero romano. IN principio sono daccordissimo con il signor Parisi ma la domanda che mi faccio é COME? Ho bisogno di idee o meglio di propositi molto piu precisi perché come dicono gli americami : The devil is in the details”.

  4. IN ITALIA ogni ufficiale di partito , che sia più ambizioso che capace, vuole diventare primo generale. Se non ci riesce fonda un partito. Poi ogni generale chiama gli altri per unirsi. Cerca uno dei tremila discorsi già sentiti cambia qualche parola , lo propina in parte al popolo , in parte agli altri generali.
    Chi comanderà gli eserciti uniti? Poi vedremo ! Cosa si farà? poi decideremo. Intanto tra un compromesso e l’altro cercheremo di campare.
    L’ Italia ha bisogno di politici CAPACI, ONESTI, CORAGGIOSI e, prima di ogni cosa , NON bugiardi.E questi hanno bisogno di un LEADER vero , non da sostituire appena possibile.
    Detto questo non ho motivi per negarle la mia fiducia purché cominci a rispondere a queste domande.
    1) il PD ha fatto QUAL COSA ??? con le primarie? Le primarie consentono di selezionare un LEADER?
    2) Ha portato 1,5 M. di persone in piazza? mi sembra il peggio che si possa fare! il PD/SINDACATI sono 60 anni che portano persone in piazza! e poi?
    3) Ha cambiato il gruppo dirigente? ci può spiegare chi ha fatto le selezioni? con quali criteri,valori, meriti, hanno passato la selezione i nuovi dirigenti? chi sono? per quali funzioni? (oppure è un segreto di botteghe oscure). Tra l’altro se la selezione è oggettiva, meritocratica, con lo scopo di far emergere quelli con le caratteristiche adeguate a cambiare il modo di far politica , potrebbe essere adottata da Energie per l’Ialia.
    4) Perbacco, sono passati dal 17% al 23% ? Mi può dire a quanti voti in più corrispondono?
    5) In 10 anni Forza Italia ha perso 10 M. di voti.
    Non si può ripartire senza un’analisi dei motivi che hanno causato la disfatta. Capire cosa è successo è il PRIMO e FONDAMENTALE passo per riprendersi da un tracollo, di qualunque tipo. Finora non sono a conoscenza di alcuna analisi ,eccetto la colpa è di Berlusconi. Pensi che occasione, PRIMA di ricostruire la casa capire perché è crollata.
    Per farlo bene ci vogliono CONOSCENZE, ONESTA’, CORAGGIO, un esame straordinario per chi lo voglia affrontare. La situazione “politica” Lei la conoscerà molto bene. E’ il suo ambiente di lavoro.
    La situazione economica italiana i politici la conoscono poco, e nulla sanno dei LAVORATORIVERI.
    Provi a farsi un giro sul loro sito www.lavoratoriveri.it , può essere un buon punto di partenza per capire quanto vale lo zoccolo duro, in termini di voto, dei privilegiati italiani.

  5. L’aver accantonato Parisi, dopo averlo incaricato come coordinatore di FI, è uno dei tanti e gravi errori di Berlusconi nella scelta delle persone.
    W Parisi!

  6. E si sveglia solo ora? Ma chi gli crede più. Loro hanno distrutto l’Italia ed ora fanno appello all’unita’ per amore dei nostri figli. Ma ………..

  7. E vabbè, lo dica chiaro che vuol mettersi con la compagnia renzian-calendiana ! Ma allora che c’azzecca la rifondazione del centrodestra ! Sarebbe un’ Opa già fallita prima di cominciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.