Le prove del complotto dei giudici contro Berlusconi

Alcune conversazioni ambientali inchiodano i magistrati di Cassazione che nel 2013 condannarono Silvio Berlusconi per frode fiscale. Il relatore della sentenza, Amedeo Franco (scomparso nel 2019), parla di “plotone d’esecuzione”, di “porcheria” e “condanna a priori”.

Clip tratte da Quarta Repubblica del 29 giugno 2020.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

13 Commenti

Scrivi un commento
  1. Dimenticavo, bello “scoop” gentilmente offerto dai servizi di Berlusconi immagino… e compllimenti a Berlusconi che ha tenuto in segreto mediatico sino ad oggi l’intercettazione fatta oltre 5 anni fa?.
    Il Giudice Amedeo Franco è morto a maggio del 2019 e Berlusconi ha atteso sino ad oltre un anno per trasmettere tale intercettazione…
    Aspetto interessante della vicenda.
    A proposito di stregoneria o presunta tale, divago, Betty Wright è morta l’11 maggio del 2020…. a soli 66 anni, che ci azzeccherà?
    I “Copioni” di vita che Berusconi sa adoperare, Marzullo direbbe:” la vita è una scena”, cercano spesso di sembrare frutto di destino misto a stregoneria…. frequentare i partenopei e/o meridionali troppo a lungo porta anche un razionale a credere alle superstizioni?

    • Onestamente non riesco a capire;qual’e’ il problema,
      lo scoop mediatico rilevato dal direttore Sansonetti,o il comportamento ai limiti dell’eversione di “certi” magistrati molto “democratici”?

    • Quindi,se ho ben capito,il problema della vicenda è lo scoop mediatico abilmente organizzato dal cavaliere insieme al direttore Sansonetti e non il comportamento ai limiti dell’eversione di certuni magistrati “democratici”…ora è tutto chiaro!!!

      • Non è quello il senso. Lo “scoop” è appunto virgolettato perchè è storia di oltre 5 anni fa tenuta nei casetti e poi consegnata al giornalista Porro… la stria viene fuori in concomitanza della vicenda Palamara che stà eccheggiando sui media….( anche questa storia di Palamara è di 1 anno e mezzo fa)…. quindi da attenta lettetrice e ascoltatrice di programmi come quello di Porro vado oltre, ossia ci vedo non solo il marcio della magistratura ma come le regole del gioco non cambino, ossia, usare in modo e tempi non casuali materiale tenuto in cassetti.

        Sasonetti lavorava nell l’Unità ( noto giornale di ultrasinistra) credo che la chiave di lettura su Sansonetti
        sia che anche la sinistra più estrema ha riconosciuto il marcio della magistratura….

        Porro fa lo “sce mo” ma nei suoi programmi gli ospiti li sa scegliere e anche con criterio.

  2. Grandissima prova di professionalità del Direttore Sansonetti che da uomo di estrema sinistra ha avuto l’onestà di metterci la faccia.
    Ho avuto modo di apprezzarlo più volte ospite di Quarta Repubblica. Pur non condividendo le sue idee, riconosco un uomo intellettualmente onesto e profondo conoscitore della storia senza quella faziosità stupida a cui siamo abituati.
    Bravo Nicola la tua grande capacità si vede anche nelle scelte delle persone con le quali imposti la tua trasmissione.
    Un caro saluto.

    • Mi associo alla stima per Sansonetti. Si può essere di sinistra (estrema) ma essere intellettualmente onesti. A differenza della vergognosa malafede di chi continua a difendere l’indifendibile.

  3. in un paese appena appena serio a questo punto si indagherebbe i magistrati e giudici coinvolti, i mandanti ovvero l’emerito Napolitano che avrebbe mooolto da dire (altro che bruciare le registrazioni che lo inchiodavano) il suo successore siculo (il quale non sa mai niente e sta zitto zitto) che predica l’unità ma te la mette nel ciap, e perchè alcuni gerarchi di pqartiti democratici stile ex USSR come PCI, PDS, PSDI, Quercia, Mortadelle varie?

  4. lo pensavamo tutti che era um complotto per far cadere Berlusconi
    peccato che i giudici siano totalmente impuniti nelláttuale sistema italiano
    spero si possa fare giustizia , non mollando piu su questo caso che há condizionato um intero decennio

  5. Gentile signora Maria Luisa Montresor,
    già, perchè non prima? Forse perchè ante Palamara sarebbero riusciti a farla franca ancora una volta?

  6. L’unica domanda che mi faccio è…… Perchè la verità viene fuori quando gli interessati…..(cioè questo magistrato)…… non c’è più ??? Scomparso nel 2019….. Perchè non prima???? Almeno avrebbe dimostrato un minimo di dignità !!! Ora serve solo far capire che una parte della magistratura oltre che essere in mano alla mafia insieme a qualche politico…..vogliono la distruzione del popolo italiano !! Sapete perchè??? Il popolo italiano non è più come una volta che viveva nell’ignoranza….. e i corrotti dovranno una volta per tutte afferrare che non riusciranno mai a piegare il popolo vero italiano!! Se perdiamo noi perdono anche tutti loro insieme ailoro complici politici!!!

  7. Va bene, rifacciamo il processo, previo trattamento preventivo di eventuali “uveiti” da parte dell’imputato.
    E un’ altra notizia clamorosa: a molto dispiacerà, ma purtroppo, malgrado prove controverse, LA TERRA È ROTONDA!
    !

  8. Con le registrazioni di Palamara e del giudice Franco viene certificata una realtà già intuita dalle persone per bene: in Italia lo Stato di diritto è morto e sepolto da tempo. Del resto, è nella prassi del totalitarismo comunista (da noi forte della presenza di un partito sempre al 20% dei consensi) impadronirsi del sistema giudiziario per controllare la massa popolare, così come è necessario il pieno possesso del sistema scolastico per un invasivo e costante indottrinamento ideologico. A forza di usare i sinistri per scopi economici in realtà a loro contrari, ora ce li ritroviamo al governo, perniciosi come uno sciame biblico di cavallette. E viste le condizioni in cui versa la giustizia italiana, c’è da dubitare che sia possibile contrastarli solo con mezzi legali. Allo stato dei fatti nemmeno le elezioni politiche nazionali possono essere garanzia di cambiamento. Probabilmente la vera partita dovrebbe essere giocata a Bruxelles, dove si annidano molti dei burattinai ai quali dobbiamo lo sfascio del nostro paese.

4 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

  3. Pingback:

  4. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *