L’odio è democratico se s’abbatte su Salvini

Assembrarsi in piena zona rossa solo per evitare a un leader politico, con la violenza e la prepotenza, di poter esplicare un diritto fondamentale in una realtà delicata dove l’assenza endemica delle istituzioni ufficiali grava da tempo sulle spalle dei “penultimi”: gli italiani. Per difendere almeno gli ultimi? Ossia gli immigrati, sfruttati dalla camorra e dai caporali? No, come mera prova di forza antifascista condita da meridionalismo a buon mercato.

È quello che è avvenuto ieri a Mondragone, la cittadina nel casertano al centro della crisi del contagio da Covid-19 a causa di un focolaio scoppiato in un’enclave – gli ex palazzi Cirio – abitata da rom e immigrati bulgari e sottratta da anni ad ogni controllo. Sul luogo, chiamato da tantissimi residenti esasperati (lo dimostrano i lenzuoli appesi sui balconi del paese che da giorni invocano «Salvini metti ordine»), è arrivato l’ex ministro dell’Interno e leader della Lega.

L’accoglienza? Da una parte i suoi sostenitori e diversi cittadini di Mondragone (indicativa l’immagine di un ragazzo che spiega all’ex ministro di non riuscire più a vivere perché abitante proprio nei pressi dei palazzi “ex Cirio”) che aspettavano di poter accendere i riflettori grazie a un politico attento a questi temi. Dall’altra chi? I soliti centri sociali, diversi provenienti direttamente da Napoli, che hanno inscenato una protesta così vibrante e muscolare (con lanci di bottiglie, scontri con la polizia e caccia al giornalista) da riuscire a bloccare il comizio di Matteo Salvini.

L’accusa? Sempre la stessa: «sciacallo», «soffia sui problemi», «razzista». La soluzione? Nessuna, a parte la sardinata «Mondragone non si Lega». Altro che camorra, degrado, abbandono del territorio da parte delle istituzioni. Non una parola su Vincenzo De Luca, che dopo mesi a minacciare il “lanciafiamme” per i runner, continua a non essere tempestivo quando è costretto ad uscire dai social per incontrare la realtà. Il problema, per i centri sociali e Potere al Popolo, è solo “limitare” l’incontro dei mondragonesi con Salvini e quindi la democrazia di prossimità: proprio quella dove quella stessa sinistra è totalmente e colpevolmente scomparsa.

Da notare, poi, non solo la facilità e l’impunità con cui si impedisce l’esercizio di un diritto democratico come un comizio, ma la mancata reazione da parte delle forze politiche che si stracciano le vesti contro l’odio sui social o il diffondersi del clima di intolleranza in Italia. E quello che va in scena di piazza in piazza contro Salvini che cos’è se non odio scientificamente riproposto col solo scopo di creare scompiglio? Stesso discorso – cambiando scenario ma non sostanza – è quello che è avvenuto nei confronti di Susanna Ceccardi, la candidata governatrice della Toscana che è stata apostrofata dallo sfidante del Pd Eugenio Giani come una sorta di animale «al guinzaglio di Salvini».

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

26 Commenti

Scrivi un commento
  1. «Gruber, Rula Jebreal, Azzolina, Murgia, Raggi, Carola, Capua, Greta, Silvia Romano ecc ecc ecc ecc».

    Mancano pure altri martiri: Michele Santoro, Fabio Fazio, Floris, sprangatori vari, una lista interminabile. Insomma, il fior fiore.

    Manca pure il tizio che gridava: «Dio stramaledica gli inglesi». Ah, no. Scusate, quello era Mario Appelius: stessa pasta, ma altra epoca. Nei tempi moderni si urla: «Dio stramaledica la destra».

    Molti di costoro pontificano e propagandano alla televisione da decenni, come piú gli piace, o hanno pontificato e propagandato per decenni. Non mi pare che debbano essere classificati alla voce «martiri».

    Evidentemente c’è qualcuno che vede un altro film rispetto alla realtà. Realtà che è sotto gli occhi di tutti e che tutti possono verificare coi loro occhi.
    E col loro cervello, ammesso che funzioni.

    Perciò non venite a raccontarmi vomitevoli menzogne.
    Io vi accuso di falsificare la realtà.
    O, in alternativa, di essere imbecilli. Fieramente imbecilli.

    • Fabio stai calmo!
      Io voglio dire soltanto che non si può gridare allo scandalo perché viene insultato un nostro leader politico quando noi non facciamo altro con i leaders politici avversari.
      Tutto qui.

      • Sal, grazie per i toni moderati della risposta.

        Però ora ti domando: quando è stato che facinorosi di destra, violenti di destra, teppisti di destra hanno impedito di parlare ai capi della sinistra? A Berlinguer, a D’Alema, a Zingaretti, a tutti gli altri? Mai accaduto!
        Questo fa la differenza!

        I teppisti rossi hanno addirittura impedito a Pansa di presentare i suoi libri! Le squadracce fasciste nel 1921 facevano le stesse cose, con in piú l’olio di ricino.

        • Hai perfettamente ragione. Però un leader politico deve anche prevedere le conseguenze di una sua decisione quanto meno discutibile.
          In linea di principio ognuno è libero di fare un comizio dove vuole, ma Berlinguer, D’Alema, Zingaretti non si sono mai andati a cacciare in una situazione del genere.
          E’ come entrare in una polveriera con un accendino acceso e poi lamentarsi dell’esplosione. E non puoi negare che questa strategia è tipica della politica di Salvini ed è per questo che viene qualche sospetto.

          • SAL ancora non hanno trovato il tipo di camicia di forza sufficientemente robusta per farti sparire dalla circolazione e rinchiuderti dove non ti sentiresti nemmeno urlando a squarciagola per anni ed anni!

  2. Marina @@@ se si vuole eliminare il problema dei migranti schiavi è necessario obbligare i proprietari dei fondi dove lavorano i migranti a dare loro una casa normale …ma Salvini fa finta di non vedere e lascia che le mafie operino indisturbati per una questione elettorale

    • I proprietari dei fondi di cui parla in buona parte sono mafiosi e si avvalgono di caporalato scelto molto spesso tra gli stessi migranti. E abbiamo visto cosa è riuscito a fare l’attuale governo a proposito di mafia.
      Gli imprenditori agricoli, che si erano espressi contrari alla regolarizzazione della Bellanova, si sono rivolti a manodopera specializzata che annualmente raggiunge l’Italia per alcuni mesi e poi torna nel proprio paese.
      La Bellanova, dall’alto della sua benevolenza, ha deciso che per raccogliere 4 fragole vanno bene tutti.
      E i fatti l’hanno smentita.
      E lei se n’è altamente fregata delle mafie latifondiste.

  3. E’ la solita tattica sopraffatrice della sinistra più becera. E ci sono ancora troppi cog.ioni che votano sinistra. Questi sono i risultati.

  4. Sal prezzemolino getta la maschera e rivendica la piazza camorrista che ha impedito il comizio di Salvini: una “conquista democratica”! E’ la stessa piazza che nei “bassi” si rivolta quando la polizia arresta un camorrista: quella dei fascisti-rossi e’ lo stesso tipo di delinquenza.
    Ma, ovviamente, non e’ questa la discussione che interessa gli italiani: anhe se i “democratici” riusciranno ad impedire qualche comizio, non potranno nascondere a lungo gli splendidi risultati del governo Giuseppi.
    I nodi stanno venendo al pettine: il debito pubblico e’ vicino ai 2.500 miliardi e una qualche forma di patrimoniale non potra’ essere evitata; il Brasile prendera’ il posto dell’ italia nel G7 e cadra’ cosi anche l’ ultima finzione dell’ “italia grande paese industriale”.
    Gli italioti, purtroppo, non sono mai stati animati dallo spirito della liberta’ e quindi non si allarmano per l’ interruzione di qualche comizio; ma sono sempre stati molto attenti al portafoglio: prima o poi si accorgeranno che, mentre gli altri paesi hanno continuato a crescere, loro, dall’ introduzione dell’ euro, hanno perduto 5.000 euro di pil pro-capite e i loro portafogli si son sgonfiati. Vedrete che, appena potranno, ne trarranno le conseguenze.

  5. Una cosa vergognosa da veri fascisti rossi. È nel loro DNA. Come in quelli che fanno commenti idioti contro Salvini.

    • invece i commenti degli elmopuntuti..sono degni di essere riportai nel libro cuore…..quando il bue chiama cornuta la lumaca

  6. L’amico Salvini quando è stato ministro dell’interno non ha fatto assolutamente nulla per combattere le mafie. Ha promulgato una legge che permette alle forze dell’ordine di rincorrere i vù cumprà sulle spiagge senza accorgersi che le spiagge della Liguria, del centro e sud Italia sono controllate dalle varie mafie. E’ anche andato a San Luca in Calabria e sul predellino con tanto di scorta ha dato del “pezzo di m…” agli ‘ndranghestisti i quali ringraziano perchè se un ministro dell’interno cerca di combatterli a parolacce loro avranno strada libera nel continuare a fare i loro affari loschi. Ha anche sventolato un crocefisso in Parlamento da ministro dell’Interno scordandosi che è il linguaggio dei mafiosi. Dulcis in fundo per anni ha brindato al pratù di Pontida a suon di boccali di birra inveendo contro i terroni. Tra l’altro io non ho ancora capito quali esperienze lavorative può annoverare, ha mai guadagnato una Lira lavorando ? Cresceremo quando gente del genere verrà votata al massimo da 5% degli aventi diritto. Fortunatamente il Covid ha ridisegnato le priorità degli Italiani. PS: Nella Lega esiste un grandissimo problema che è quello della corruzione che iniziò con Patelli negli anni 90. Saluti M

  7. Gli squadristi al soldo degli oligarchi hanno gioco facile, perché coperti dalla magistratura palamariana. Io sono però dell’ idea che certi diritti bisogna prenderseli comunque, dopo aver provato con le buone a pretenderne il rispetto dallo Stato. Quindi in futuro Matteo 2 o altri politici nella stessa situazione farebbero bene ad utilizzare un robusto servizio d’ordine privato, composto da militanti e simpatizzanti e addestrato per proteggere le manifestazioni politiche e spaccare le ossa ai facinorosi di regime.

  8. Da decenni la democrazia all’ italiana si è sviluppata con una forte virulenza faziosa e partigiana. E allora tutto si spiega. Fatale è il grillismopiddino !

  9. Questi si cacano sotto solo al pensiero che arrivi a diventare premier.
    Per questo vale tutto, chi e stato assunto per voto scambio , i centri sociali affolati da gente che pensa ad occupare proprieta altrui impuniti, che alimentano lo spaccio impuniti.
    Trovare persone che hanno la capacità di adunare altre persone, con l’obbiettivo di trovarsi una bella poltrona per il futuro per questa sua capacità, tipo sardina per intenderci.
    Per questo liberi tutti, per i cani sciolti non ci sono regole.
    Dov è il presidente De luca ?…… probabilmente si starà specchiando dietro il fondo schiena di Salvini.

    • De Luca a differenza di Fontana ha risolto l’emergenza Covid mentre in Lombardia dovete ancora andare in giro con la mascherina per tutta l’estate.

      • cos’ha fatto de luca????????
        de luca ha avuto il **** che in Campania NON è successo quello che è successo in Lombardia, perchè altrimenti altro 16642 decessi!
        de luca ha avuto il **** che l’emergenza ha colpito prima la Lombardia, così che noi lombardi abbiamo testato sulla nostra pelle che i protocolli governativi (quelli del “siamo preparatissimi”) NON FUNZIONAVANO PER NIENTE.
        de luca ha solo minacciato lanciafiamme, poi, dopo il più grande assembramento selvaggio fatto in Italia, i festeggiamenti napoletani, è stato ZITTO COME UN CONIGLIO!
        Gli ospedali con le formiche!!!! te li sei dimenticati?
        NON NOMINARE LA LOMBARDIA, CHE NON SAI UN *****!

      • PERCHÈ C’È STATA UNA EMERGENZA COVID IN CAMPANIA? A me risulta knvece, che la procura competente sta indagando per via di alcuni moduli ospedalieri PAGATI UN OCCHIO DELLA TESTA, a Caserta e pagati dalla regione NEI QUALI circolano soltanto topi e ragni, MENTRE NESSUN INFETTATO CI HA MAI MESSO PIEDE . Bene kompagno, questa porcheria mi risulta MENTRE NON MI RISULTA NESSUNA EMERGENZA SANITARIA PER IL COVID 19!

    • Ma cosa dici? Ah ah ah Salvini premier? Se voleva non faceva cadere il governo. Ma perchè salvini vuole fare il premier? Solo voi di centrodx ci credete! E poi deve andare in Europa a parlare con la merkel e macro! Poi non può andare a fare i comizi inb Tv da Mario lo strillino, Paolo, Massimo e Nicola. Poi non può andare in giro per l’Italia come sta facendo adesso. A proposito oggi che tappa c’è?

  10. Preso da Wikipedia:
    “Lo Speakers’ Corner (in italiano “angolo degli oratori”) è un’area dell’angolo nord orientale di Hyde Park, a Londra.
    Anche se molti dei suoi oratori abituali sono chiaramente distanti dalle idee della maggioranza, ha ospitato discorsi di persone famose come Karl Marx, Lenin, George Orwell e William Morris, e talvolta viene usato dai candidati dei principali partiti politici inglesi per le loro campagne elettorali. Notevole esempio del concetto di libertà di opinione, qualsiasi persona può presentarsi senza essere annunciata e parlare su praticamente qualsiasi argomento desideri, anche se è probabile che verrà provocata dai frequentatori abituali con opinioni opposte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *