L’odio è democratico se s’abbatte su Salvini

Assembrarsi in piena zona rossa solo per evitare a un leader politico, con la violenza e la prepotenza, di poter esplicare un diritto fondamentale in una realtà delicata dove l’assenza endemica delle istituzioni ufficiali grava da tempo sulle spalle dei “penultimi”: gli italiani. Per difendere almeno gli ultimi? Ossia gli immigrati, sfruttati dalla camorra e dai caporali? No, come mera prova di forza antifascista condita da meridionalismo a buon mercato.

È quello che è avvenuto ieri a Mondragone, la cittadina nel casertano al centro della crisi del contagio da Covid-19 a causa di un focolaio scoppiato in un’enclave – gli ex palazzi Cirio – abitata da rom e immigrati bulgari e sottratta da anni ad ogni controllo. Sul luogo, chiamato da tantissimi residenti esasperati (lo dimostrano i lenzuoli appesi sui balconi del paese che da giorni invocano «Salvini metti ordine»), è arrivato l’ex ministro dell’Interno e leader della Lega.

L’accoglienza? Da una parte i suoi sostenitori e diversi cittadini di Mondragone (indicativa l’immagine di un ragazzo che spiega all’ex ministro di non riuscire più a vivere perché abitante proprio nei pressi dei palazzi “ex Cirio”) che aspettavano di poter accendere i riflettori grazie a un politico attento a questi temi. Dall’altra chi? I soliti centri sociali, diversi provenienti direttamente da Napoli, che hanno inscenato una protesta così vibrante e muscolare (con lanci di bottiglie, scontri con la polizia e caccia al giornalista) da riuscire a bloccare il comizio di Matteo Salvini.

L’accusa? Sempre la stessa: «sciacallo», «soffia sui problemi», «razzista». La soluzione? Nessuna, a parte la sardinata «Mondragone non si Lega». Altro che camorra, degrado, abbandono del territorio da parte delle istituzioni. Non una parola su Vincenzo De Luca, che dopo mesi a minacciare il “lanciafiamme” per i runner, continua a non essere tempestivo quando è costretto ad uscire dai social per incontrare la realtà. Il problema, per i centri sociali e Potere al Popolo, è solo “limitare” l’incontro dei mondragonesi con Salvini e quindi la democrazia di prossimità: proprio quella dove quella stessa sinistra è totalmente e colpevolmente scomparsa.

Da notare, poi, non solo la facilità e l’impunità con cui si impedisce l’esercizio di un diritto democratico come un comizio, ma la mancata reazione da parte delle forze politiche che si stracciano le vesti contro l’odio sui social o il diffondersi del clima di intolleranza in Italia. E quello che va in scena di piazza in piazza contro Salvini che cos’è se non odio scientificamente riproposto col solo scopo di creare scompiglio? Stesso discorso – cambiando scenario ma non sostanza – è quello che è avvenuto nei confronti di Susanna Ceccardi, la candidata governatrice della Toscana che è stata apostrofata dallo sfidante del Pd Eugenio Giani come una sorta di animale «al guinzaglio di Salvini».

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

42 Commenti

Scrivi un commento
  1. Davvero esilarati i kompagni! Chi ha vissuto i tempi in cui il PCI ha riscoperto la via della persecuzione giudiziaria verso gli avversari politici, abbiamo assistito ad un susseguirsi di tragiche sceneggiate nei confronti degli stessi evversari alternatisi sulla ribalta : ANDREOTTI, FORLANI, CRAXI, LA MALFA, BERLUSCONI ed ora SALVINI e la MELONI! (qualcuno crede che i pezzenti no global se a Mondragone fosse andata la Meloni e non Salvini, non avessero fatte le medesime porcate fatte con Salvini? Le offese sparate su Salvini, qui ed altrove, a cura dei menzionati pulciosi no global ieri, SONO LE MEDESIME CHE I LORO PADRI (QUI E ALTROVE) SPUTAVANO CONTRO I CITATI PRECURSORI DI SALVINI CHE SI OPPONEVANO AI KOMUNISTI! Il linguaggio è perfettamente identico! Le accuse identiche, identici gli argomenti e le menzogne nei loro confronti! Esattamente come è identico l’odio bestiale e fisico, che komunisti e aggregati, esprimono contro l’avversario di turno (ora Salvini)! È ridicolo il travestimento cui si sottopongono i comunisti da 30 anni a questa parte: da ESPIDINI a OBAMIANI…ma nella realtà, al di la della malcelata pitturata esterna, RESTANO DENTRO SEMPRE I MEDESIMI SQUALLIDI VIOLENTI E CRIMINALI SOVIETICI DI SEMPRE: QUELLI DEI BEI TEMPI DEL PADRE STALIN E DELLE SUE BENEAMATE PURGHE NEI CONFRONTI DEI NON COMUNISTI !

  2. Di quanti altri segnali di un regime fasciocomunista abbiamo bisogno?
    Lavorano su ogni fronte: dalla censura, per i politici come per le persone normali, ai reati di opinione e di pensiero, alla magistratura inqualificabile, alla grottesca dittatura sanitaria, per arrivare alla guerriglia armata in paesi solo qualche anno avanti a noi.

  3. Sono vecchio.
    Assisto da 75 anni al ‘fasciocomunismo’ che avvelena ogni capillare della nostra civiltà, né intravvedo chi possa scalzarlo.

  4. I ratti rossi dell’ammore vedo che sono usciti tutti in massa a suon di “Felpini e Cazzaro”..bene, bene si vede che si sentono l’acqua della fogna alla gola, adesso poi che i loro amici dei cessi sociali sostengono la mafia avranno anche meno seguaci dalla gente onesta.

  5. Nulla di nuovo in Italia. E’ l’ora di abbattere l’uomo nero del momento – i giornali sono già tutti schierati, e si aspetta l’impegno della magistratura – mentre è l’ora di riabilitare l’uomo nerissimo del passato: può tornare utile a sostegno del governicchio. Il nome è impronunciabile; tutto quello che è associato/associabile al personaggio merita censura senza appello. Come si permette costui di girare per l’Italia? E anche di parlare??

      • Il fatto quotidiano, la Notizia , Repubblica , La stampa, l’Avvenire, Il Corriere della Sera, Leggo, Il Foglio, Il Manifesto, Il Dubbio……… ti bastano? Questi fanno piangere dalle palle che raccontano !!

      • Il direttore del Riformista è Piero Sansonetti, ex direttore di Liberazione. Per il resto, è vero: La Verità, Libero, Il Giornale non sono schierati a favore del governo attuale, cosí come non lo è Il Tempo.

        Quasi tutti gli altri cinquantanove quotidiani (o novantatré? o centodiciassette?) invece lo sono.

    • Adesso devono far vedere i babbei inginocchiatori, cercare di risolvere i problemi non e’ compito del governo, perlomeno di quel governo che scarcera i mafiosi e poi si indigna se Salvini va a Mondragone..LOLOLOL

  6. Marina @#@ lei furbescamente non risponde …. spieghi a noi poveri mortali cosa ha fatto salvino in qualità di ministro degli interni per fermare le mafie delle campagne pugliesi …quali e fanti decreti ! Per noi poveri mortali sono pari a zero…. per salvini sono più importanti i voti che da quei territori gli arrivano

    • Ogni tanto ho qualcosa da fare che esula da questo forum.
      Salvini ha fatto o se preferisce non ha fatto le stesse cose che hanno fatto o non hanno fatto gli altri governi nell’arco temporale di 15 mesi.
      La sua presunzione ha deciso che io sia una salviniana, non è così (anche se non mi vergognerei di esserlo).
      Ultimamente mi vergognerei di essere un IV o PD o 5 stelle visto le linee democratiche che rappresentano. Se Salvini sta facendo campagna elettorale la sinistra la sta facendo al suo interno. Anche gli occhiali di Salvini hanno attaccato, Zingaretti si preoccupi del governatore dell’Emilia Romagna che qualche interesse lo ha dimostrato a quella poltrona.
      E invece mi dica perché la sinistra non ha ancora fatto un programma per cercare di far ripartire questo Paese?
      Non siete per caso al governo?

      • Marina & art3mide @@## : Marina …vedo che lei parla d’altro e non risponde sul merito . Artemide…. ha ragione …. la sinistra non ha fatto gran che in merito … ma le dirò di più…mispingo a dire che nemmeno le forze dell’ordine, i sindaci, i presidenti direzione hanno fatto gran che e non so quanto hanno attuato le leggi anti caporalato… ma qui stiamo parlando dell’omino forte dei pieni poteri e che avrebbe dovuto rimpatriare 600 mila migranti in 15 gg… RESTATESUL PEZZO..PERCHE È GIUSTO FARGLIELO CAPIRE CON LE BUONE O CON LE CATTIVE.

        • Sono andata a rileggermi tutti gli interventi da lei fatti e sinceramente non ho capito a quale domanda non avrei risposto.
          Lei sta per caso evocando olio di ricino perché non condivido il suo pensiero? Campione di democrazia, non c’è che dire.
          Non ho capito…. è deluso da Salvini perché non ha mantenuto la promessa di fare i reimpatri?
          Lo chieda a Salvini, io non sono il suo ufficio stampa.

        • “salvini ha ragione, ma dobbiamo accattarlo”
          … quindi per aver fermato due navi di clandestini in porto, con tanti di cure mediche etc, è stato indagato per sequestro di persona, il tar ha sospeso il decreto sicurezza … (devo continuare) e ora lei pretende che in 15 mesi, con tutti contro, doveva fare quello che gli altri non hanno fatto?
          ma lei in questi 15 mesi era sul pianeta terra?

        • Basta kompagno! Non ce la faccio più a reggere le scemenze megagalatticche che reiteri qui più fastidiosamente di una zecca per giunta rossa! Un esemplare di stalinista sovietico come te dovrebbe camminare strisciando la facciaccia per terra…ed invece tu hai persino la libertà di scrivere in questi blog di persone perbene rischiando di infettarle con la tua bava verde tronfia di odio e soprattutto di capronide rozza e violenta ignoranza! Non c’è da stupirsi se questa infausta democrazia farlocca consente ad esseri ributtanti come te di potersi esprimere pubblicamente senza essere sottoposti alla dovuta esemplare fustigazione! Altro che impedire a Salvini di parlare “con le buone o con le cattive”!! Miserabile ripugnante stalinista!

    • ma perchè invece non spieghi tu, a noi poveri mortali, cosa hanno fatto i governi di sinistra che si sono susseguiti negli anni, decenni dopo decenni, per fermare le mafie delle campagne pugliesi e non solo?
      li doveva fermare Salvini in 15 mesi da ministro degli interni?????

    • Solo i tuoi, caro,sono i migliori, i più intelligenti, i più documentati, i più pregnanti , i più equilibrati , i più attinenti e rivelatori……
      Bravo, continua così perbacco.

      • I miei saranno anche i più scemi, ma ci sono anche altri che la pensano come me. Forse non te ne sei accorto, visto che aizzi tutti contro di me.

        • Scherzavo, non volevo dire questo.
          Il fatto che siate in tanti ( ? ) non dimostra granchè.
          La sai la storiella delle mosche ?

  7. Va bene che siamo in un paese con la memoria corta, ma qualcuno si ricorda ancora di quando cantava le canzoni “Napoli colera” …. quindi cosa si aspetta che lo accolgano a braccia aperte?

    • Possono disertare il suo ” spettacolo ” ma impedire con la forza
      il comizio mi sembra molto diverso.
      Forse lo dovrebbero capire anche i “veri democratici “

        • non calisci che la parola odio per i leghisti ha valore differente a seconda dei casi..se e’ verso i “comunisti (che poi sono tutti quelli che non votano lega…) e’ odio giustifocato..se e’ contro un buzzurro verde..re’ un abominio e un diritto di lesa maesta’

          • Voi siete due emeriti imbecilli comunisti, ma provero’ a spiegarvelo ugualmente…un conto e’ odiare, un conto e’ fare del terrorismo contro un comizio legale. Se l’avessero fatto quelli di CasaPound voi due ritardati sareste gia’ a chiedere la pena di morte.

          • LORENZOVAFF non hai pace kompagno fuggitivo! Sono anni che ti rincorro per farti sliegare più bel dettaglio le ragioni per le quali te ne sei scappato dall’Italia per rifugiati in Portogallo, ma tu, scappi peggio di una anguilla in pericolo! Sai perché te lo chiedo kompagno? È semplice! Perché tu non fai altro che magnificare le meraviglie di questa democrazia donataci fra gli altri del criminale togliatti (longa manus di stalin nei suoi famosi processi farsa montati ad arte per mandare a morte i suoi PRESUNTI avversari politici) mentre i fatti ci dicono che non solo hai abbandonato la meravigliosa democrazia di togliatti, ma ti guardi pure bene dal rimetterci piede nemmeno di sfioro! Vedi kompagno. Sei stato tu stesso a raccontarci PROPRIO SU QUESTO BLOG, le ragioni che ti hanno indotto alla fuga, ma credo sia ora che tu rinfreschi le idee alle brave persone che hanno lo stomaco di leggerti qui! Non credi!

          • mezzascoreggia…mi hai chiesyto perche’ sono andato all’estero..ebbene te lo rivelo..per non dividere con gente come te neanche un po d’aria o di cielo azzutrro..ed ora non ti ripondero’ piu’ appplicando l’aforisma di Oscar Wiklde..mai mettersi con gli imb ecilli…e quanto segue

        • Non dribblare, non girare le frittate per finire in caciara,
          segui onestamente il filo dei discorsi; quì non è in ballo l’ odio.
          Se lo odiano non vadano al comizio oppure lo fischino. Impedire con la forza il comizio è altra cosa.
          Ti risulta di comizi impediti da estremisti di destra ?

    • Qui non si processa quello che fece, anche perche’ ha gia’ ampiamente dimostrato di aver cambiato rotta, si processa quello che fa adesso con la scusa di quello che disse. In pratica dei nazisti rossi che trovano scuse ed e’ da idioti continuare a credere che questi lo facciano per una canzoncina di 20 anni fa. Le sardine son nate contro l’opposizione come nei regimi dittatoriali, quello che diceva Salvini non c’entra un ca@@o con loro.

    • Cioe’ tu mi vorresti dire che questi contestano Salvini per una canzoncina di 20 anni fa e non perche’ sono di nazicomunisti anti-democratici dei centri sociali???ahahahahahaah

  8. Se penso alla democrazia e voglio rappresentarla in una frase, nulla di diverso può venirmi in mente: «I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it» (Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo). Evelyn Hall coniò tale frase per descrivere il pensiero illuminista di Voltaire che ispirò pensatori, intellettuali e politici di spessore e lustro in ogni angolo del mondo occidentale e non.
    Oggi la democrazia, di cui tutti si riempiono la bocca, è andata a farsi fo..ere definitivamente purtroppo!
    In qualche mese ci hanno tolto ogni diritto democratico/costituzionale facendo passare la cosa per “salvifica”, quasi dovessimo esser grati al bis-Conte “Macetti” ed al suo capo bastone, che tutto domina dal Colle più alto, di sittanta munificenza.
    Con la scusa dell’unità nazionale, doverosa vista la pandemia incombente, “Raffaello bis-Conte Macetti” (detto Giuseppi) coordinato dal gaio “er mutanda” ha depauperato il Parlamento di ogni sua prerogativa costituzionale abrogandolo di fatto. Con notturni discorsi a reti unificate ha terrorizzato ed impoverito noi miseri sudditi fomentando scontri sociali che s’aggraveranno nei mesi a venire fino a sfociare in chissà quali “mostruose nefandezze”. Quello di ieri è solo l’antipasto di quanto ci spetterà nei giorni a venire finchè l’opera di persuasione di massa della sinistra italiana non sarà completa.
    Salvini, Meloni, Berlusconi e tutto il centro destra al completo (elettori compresi) devono esser tacitati e “DEBELLATI” come il virus, per far spazio al Polically Correct che tanto piace ai nuovi fascisti di sinistra o “FASCIOCOMUNISTI” per imitare i neologismi di Rossiano conio.

  9. beh..come stiupirsi ??? lui ci naviga nell«’odio….divisivo come pochi…insultuoso e arrogante…ben rappresenta quella parte degli italioti insofferenti delle regole..dell’educazione e della cultura altrui..
    Chi di spada ferisce di dpada perisce si diceva aio miei tempi..oppire se vi piace ..chi semina vento raccoglie tempesta..Sceglietevio un leader decente..e aumenterete i voti..vista l’oscenita’ del due partiti al governo attualmente

  10. @Raffaello Ferrentino,

    Il “Raffaellin fuggiasco” (per motivi fiscali in quel di Romania), gran patriota dell’ordine degli evasori, addita il Brasile (sull’orlo del baratro causa gestione mentecatta del sovranista bolso-naro) come futura new entry al posto dell’Italia al G7.
    Certo se tutti gli imprenditori faranno come lui, altro che produzione industriale! L’Italia verrà ricordato come il paese dei fittacamere.
    Quanto alle conseguenze, state tranquilli! Con 200 miliardi inguattati nelle cassette/conti correnti degli italiani ( a forza di evadere e fare “sana” imprenditoria) gli italioti, come li chiama il patriota Raffaellin, se ne staranno alla larga dalla rivoluzione.
    Ad impoverirsi di più saranno sempre gli stessi: lavoratori in nero e dipendenti.

    • Beh , come navigatore nell’ odio mi sembra che sia in buona compagnia.
      Dai tempi di Craxi e Berlusconi questo è lo stile della competizione politica in Italia.
      Beninteso la colpa è dei fascioleghisti …o no ?

      • Mi rendo conto leggendo qualche commento di quanta imbeccillita campagne ancora nel paese, siamo ritornati nel peggiore fascosmo esercitato da senti sociali che più che sociali delinquenziali però a Mondragone Salvini è il peggio,perché il meglio è la camorra il caporalato e lo sfruttamento di poveri cristi, evviva il sud emblema italico.

      • la colpa e’ di tutti..e sopratutto dei politici che basano la loro fortuna ..non avendo argomenti..sulla contrapposizione..e il bbobbolo bue ci cade..e e identemete dalll’altra parte si fa la stessa identica cosa…

    • Sal, sei solo un povero demente, ma è ormai acclarato, e tu ne sei l’esempio, che non si può essere comunisti e intelligenti!

      • @ Gigi

        Oh Gigi che ti aggiri inconsapevole delle c a z z a t e che vai blaterando in codesto forum, perchè non ten vai?
        (a fare in c u l o ovviamente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *