Minacce a Salvini, Porro vs Vauro

Condividi questo articolo


In un servizio a Quarta Repubblica un immigrato, intervistato a proposito dell’atto terroristico dell’autista senegalese, dichiara: “Io non potrei mai sequestrare bambini che non hanno colpe. Se dovessi uccidere qualcuno, sarebbe Salvini o qualcuno con responsabilità per i migranti…”

Parole agghiccianti, che però Vauro sottovaluta. Io non ci sto e parte un duro battibbecco con il vignettista toscano.

Dalla trasmissione del 25 marzo 2019.


Condividi questo articolo


19 Commenti

Scrivi un commento
  1. A prescindere da ogni considerazione politica, ma, Vauro chi è? E’ un filosofo di fama mondiale? E’ un politologo o influencer conosciutissimo? E’ uno dei famosi e squallidi personaggi che si riuniscono in un hotel a dodici stelle per decidere la sorte di un paese od un’ altro? No!!! E’ solo un vignettista e nemmeno bravissimo che ragiona, o meglio, sragiona alla Breznev o alla Maduro e , per questo, viene invitato nei talk show (Santoro docet) per sparare cazzate che non stanno nè in cielo nè in terra e, semplicemente a fare incazzare grande parte della gente normale che lavora, paga le tasse e mantiene schifosi personaggi come lui.Mi spiace per Porro che stimo ma io giro canale quando vedo uno così.

  2. La mancanza di onestà intellettuale in questi commenti è imbarazzante. Si capisce chiaramente cosa sta dicendo Vauro ed è altrettanto evidente come Porro e l ospite stiano manipolando la realtà per ottenere il consenso del pubblico. Sembra che con voi comunque ci siano riusciti. La falsità e l’ ottusità dei commenti è veramente notevole.

  3. L’unico errore che il caro Nicola Porro commette nella sua trasmissione tanto seguita, e’ quello di invitare e dare spazio a squallidi personaggi come Vauro. Lui e i suoi tanti simili, che purtroppo razzolano nei numerosi talk show televisivi, costituiscono una ben individuata categoria di GENTAGLIA cui e’ stato affidato il compito di inculcare nelle menti dei più sprovveduti, principi orrendi e destabilizzanti. A questi soggetti non dovrebbe essere consentito di aprire bocca. Devo confessare infatti, che allorché in una trasmissione appare il brutto viso di un vauro, di un saviano di un lerner o di altri simili individui, mi viene il desiderio di spaccare il televisore ma, per evitarmi danni economici, mi limito a staccare immediatamente la spina.

  4. Vauro & co, rappresentano il limite inferiore dell’intelligenza umana… Sfigati e livorosi non riuscirebbero a vincere nemmeno una sfida a bocce…

  5. “La UE deve creare condizioni di vita accettabili in Africa” guardi su questo sono d’accordo. Mi sorge una domanda… Ma la UE da chi è composta?

  6. Condivido quasi tutti i commenti, certamente la più ficcante definizione quella che maggirmente ne profila il contenuto o forse meglio lo contiene è l’essere: ” troll”. Talvolta mi sono chiesta perché invitarlo se il suo monologare è solo un protocollo d’intesa con se stesso dal quale è incapace di uscire. Il limite dell’ ideologia ma anche la sua forza e ‘di non affrontare passaggi coscienziali di accedere direttamente alla supposta verità senza mai contemplare il dubbio. Bilancio la rabbia che i mantra del suddetto e accoliti mi procura con una umana pietas, comprendendo che la causa lo ha travolto assieme alle concause. Spererei di non vederlo e non sentirlo, purtuttavia lo si può collocare come elemento di folklore ridimensinadene di molto il portato molesto

    • Totalmente condivisibile e – oltretutto – scritto benissimo, il pezzo della signora Chiaretto. Il problema (uno dei problemi) di Vauro e dei suoi simili è che, non riuscendo più a vincere, non hanno imparato ancora a perdere. Vauro è folklore patetico, con le sue camicie paramilitari (ci vuole il fisico anche per vestirsi da guerrigliero) e la stella rossa come pendente.
      Gianfranco Pacini

  7. Nicola , ti seguo sempre con interesse, ma il (sig.) VAURO , non invitarlo più nelle tue trasmissioni perchè abbasseresti il tuo indice di ascolti e questo mi dispiacerebbe
    Francesco

  8. Ragazzi facciamo l’amore non la guerra.nessuno può o deve uccidere nessuno e ognuno ha il diritto di pensarla come vuole ma non se questo pensiero fa del male agli altri. Accogliamo tutti sempre e comunque perché viviamo tutti sullo stesso pianeta e insieme non siamo più forti ma siamo più felici.

    • “Accogliamo tutti sempre e comunque perché viviamo tutti sullo stesso pianeta e insieme non siamo più forti ma siamo più felici.” Queste parole scritte da Giulio Ronzoni, mi fanno capire perchè hanno scritto la favola “Alice nel paese delle meraviglie”.
      Rispondi

  9. Vauro è una vergogna Nazionale , non dovreste piu dargli nessuna visibilita, và ricoverato per demenza senile precoce e irreversibile.

  10. fatto flop con il baby ambientalismo, adesso l’armata brancaleone progressista per raccattare qualche voto torna alla carica con lo ius soli strumentalizzando la greta di turno, il cosiddetto eroe dell’autobus, tal ramy che in realtà non ha fatto molto di più del suo compagno di scuola riccardo che ovviamente però, avendo il grave difetto di essere italiano, la marmaglia radical chic, coerentemente col suo solito feroce razzismo al contrario, non ha cagato di pezza, non nominandolo neanche e non ritenendolo meritevole nemmeno di un ovetto kinder al valore. purtoppo salvini ci è cascato, creato il precedente non ho dubbi che adesso sarà tutta una corsa a far attraversare vecchiette e a raccogliere gattini sugli alberi di gente che magari, lontana dalle telecamere faziane, passa il giorno a far sega a scuola e a fumare canne.
    e se non basta, essendo probabilmente anche gli aspiranti italiani come gli originali gente che quando si tratta di fare i furbi e fregare il prossimo hanno ben pochi rivali al mondo, non mi meraviglierei di messe in scena concordate con qualche balordo tipo furti fasulli nelle tabaccherie o falsi stupri “sventati” dall’ “eroico bambino” di sordiana memoria.
    grazie a dio, come le recenti elezioni hanno confermato, pantomime come il ramy tribute servono solo a fazio per continuare ad intascare il suo stipendio milionario alla faccia pluralismo televisivo e ai suoi padrini-padroni politici a corroborare la loro retorica antisalviniana, che per fortuna non paga affatto nelle urne, anzi. qualche altra pagliacciata del genere e qualche altra comparsata di gente rivoltante come vauro e saviano e anche la conquista del piemonte da probabile diverrà granitica certezza.
    ormai che questi cialtroni odino gli italiani è evidente e non lo negano nemmeno più.
    essendo per loro la democrazia un concetto del tutto alieno, prendono il non essere votati non come una legittima scelta dell’elettore dettata dall’abilità dell’avversario e/o convincimenti personali, ma come un’offesa e un atto di lesa maestà meritevole di scherno, rancore e di severa punizione, per gente ignorante, ottusa e manipolabile che non capisce i loro alti e nobili ideali.
    ormai più che destra e sinistra la contrapposizione politica e sociale in italia è tra italiani, che sono gli italiani e gran parte degli stranieri perbene, e antiitaliani, che sono loro e i delinquenti e i parassiti stranieri, che notoriamente tifano PD e & in virtù dell’impunità che le nefaste leggi frutto della nefasta cultura di sinistra gli hanno sempre garantito.
    ad andare al potere col voto degli italiani ci hanno ormai rinunciato e sperano a tal scopo sempre in quello degli stranieri, onesti o delinquenti non importa, come non gliene frega niente della loro integrazione e del loro benessere.
    ma quale integrazione, ma quale multicultura,basta con queste balle,non ci crede più nessuno, l’invasione era scientemente programmata e finalizzata ad un unico scopo:
    FARNE TUTTI ITALIANI PER AVERE IL LORO VOTO.
    purtroppo per loro e per fortuna degli italiani sono talmente imbecilli e disperati da non capire che ormai hanno creato una tale guerra tra poveri che per ogni voto di uno straniero ne perderanno almeno tre di chi non lo è, accellerando l’inevitabile estinzione che si spera avverrà, vista l’età media da centro anziani del loro elettorato, nel giro al massimo di una generazione.

    PS: caro porro a quando una puntata di “quarta repubblica” sulla vera accoglienza, legale e sinceramente umanitaria, portata avanti coi corridoi umanitari dal “fascista” salvini? parlo ad esempio dei (VERI) profughi siriani recentemente sbarcati IN AEREO DI LINEA a fiumicino. di certo dai vauro,dai fazio,dalle berlinguer, dai saviano e dalla spazzatura radical chic in genere, mediatica e non, di certo di quelle persone non sentiremo mai parlare, perchè smonterebbero l’infame clichè di “schifoso razzista xenofobo fomentatore di odio contro gli stranieri” che così faticosamente questi miserabili stanno diffondendo nell’opinione pubblica.

    • meglio di così non poteva esprimerlo
      aggiungerei solo una nota, quello che i miserabili alla vauro e company non hanno capito.
      E’ che quando queste nostre nuove “risorse” avranno il diritto di voto….. voteranno per il prossimo partito islamista, in arrivo presto anche da noi ! ma i deficienti non lo hanno capito (deficienti da deficere=mancare…di cervello e lungimiranza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *