Commenti all'articolo Povera Greta, il flop dei Verdi che nessuno racconta

Torna all'articolo
guest
11 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Emanuele
Emanuele
31 Maggio 2019 15:28

“Volano i Verdi” e “Flop dei Verdi” sono due facce della stessa medaglia. Passare dal 7% al 9% non è né un volo né un flop.

Utilizzare quelle due percentuali come argomento, a mio avviso, è un errore. Fratelli d’Italia è passato dal 4% al 6%. Due punti percentuali in più come i Verdi. Eppure si sostiene che Meloni abbia ottenuto una crescita incredibile. Come mai? Perché (giustamente) si considera la variazione dei voti, da cui si evince che la crescita è stata del 20%. Se poi si aggiunge il fatto che il suo è stato l’unico partito a crescere insieme alla Lega è ragionevole sostenere che abbia fatto un ottimo risultato.

La mia critica a questo articolo non è di merito bensì di metodo. Altri sono gli argomenti che andrebbero usati per criticare la suddetta narrazione martellante altrimenti il rischio è quello di commettere gli stessi errori.

Paolo
Paolo
31 Maggio 2019 7:33

Non so se siano più ideologici i gretini, i battaglini, i grillini, i piddini, i giggini o i matteo-fallitini. Certo come ti muovi pesti una *****, o ti imbatti in una ‘finissima’ analisi come quella sopra – che è poi la stessa cosa: referee negativo, non pubblicabile.

Roberto
Roberto
30 Maggio 2019 19:17

Condivido tutto l’articolo di Franco Battaglia.

Aggiungerei due suggerimenti per Nicola Porro. Uno: perchè la montatura Greta e l’ultraflop elettorale dei verdi non viene trattato in una trasmissione di 4R o Matrix ad hoc?
Due: perchè dobbiamo sorbirci l’arroganza e la falsità di Parenzo in trasmissione? Comprendo la libertà di espressione ma questo “personaggio” fa affermazioni non veritiere, parla sopra, alza la voce, interrompe, impedisce agli altri di parlare e a noi da casa di comprendere quello che si dice. Inaccettabile.

Roberto

Dr Lecter
Dr Lecter
30 Maggio 2019 0:11

Questo articolo va fatto lettere a giornali come Repubblica o il corriere della sera che come Parenzo credono che i sovransiti hanno perso i giornalisti di sinistra pur di nn ammettere una realtà evidente si inventano una propria realtà parallela.

rocco
rocco
29 Maggio 2019 23:22

Al principio era il Verbo ed il Verbo era presso i Verdi.
Poi la Luce è scesa tra gli uomini affinché la Luce potesse produrre Energia
e portare la conoscenza dei Verdi, vivi e pieni, in ogni cuore, affinché tramite la Luce, Figlia dei Verdi, l’umanità potesse ritrovarsi nella figliolanza totale e perfetta: quella figliolanza che avrebbe portato l’umanità intera a proclamare il Nome dei Verdi.
Tanti non hanno riconosciuto la Luce; sono rimasti nel buio.
La Luce avanza, prosegue. Alcuni La accettano, altri La rifiutano, perdendosi così la figliolanza nei Verdi Uni e Trini (eolico, solare, differenziata).
Nuovamente la Luce si irradia. Nuovamente la Luce purifica i cuori. Nuovamente la Luce effonde lo Spirito dell’Ambiente.
E dalla Nuova Europa, la Terra d’Amore scelta dal Sole che Ride, nuovamente ricomincia ciò che era nel Suo Pensiero originale: riportare tutti all’essenza della Vita, riportare tutti all’essenza della Santità, riportare tutti all’essenza dell’unione tra il Sole che Ride e Figlio, per comprendere la figliolanza: viverla, praticarla, per poter contemplare il Volto dei Verdi.
Amen
da “Liturgia Ambientalista”

Valter
Valter
29 Maggio 2019 22:21

Una volta ai bambini che non volevano mangiare si diceva “vola ! vola ! “ per farli guardare in alto a bocca aperta e approfittarne per mettergli in bocca un cucchiaio in più di minestra. Adesso i fedeli della religione europeista ci provano con “volano ! volano i Verdi ! “ che nella vulgata del pensiero unico passano come le anime belle per definizione che altro non perseguono che il bene dell’umanità. E mentre gli ingenui guardano in alto a bocca aperta i sacerdoti europeisti approfittano per infilar loro in bocca la sbobba che passa l’ Europa.