Quando le “risorse” usano il machete

Condividi questo articolo


Scrivo da Fermo, dove ultimamente c’è stato un po’ di movimento: una risorsa nigeriana s’aggirava con una roncola, un machete, una scimitarra, quello che era, comunque una roba che con un fendente ti stacca una testa e alla fine l’hanno preso, stava al Lido, sul mare, un posto adatto a mimetizzarsi, pullulante di risorse affilate. Questo in specie s’aggirava da giorni al cimitero, dove taglieggiava, all’occorrenza anche alla lettera, con un coltellaccio, i mesti visitatori; dopo è passato al machete e s’aggirava intorno a un plesso scolastico con centinaia di studenti, discretamente terrorizzati: fin troppo facile il riaffiorare di Kabobo, altra risorsa che nel 2013 al quartiere Niguarda di Milano ne squartò tre a picconate; subito riconosciuto come squilibrato.

Anche questo di Fermo è passato immediatamente per svalvolato, e con questo ci si limita all’ovvio, è chiaro che uno che va sbandando facendosi vento con un machete, tanto bene di testa non ci deve stare; più interessante sarebbe chiedersi come mai tutti i lunatici del mondo arrivano qua, ma non complichiamoci la vita, che poi capace che partono i mal di pancia dell’Ordine, di Art.21, dell’Anpi, dell’Arci, e son dolori. Alle corte: la risorsa in roncola è stata arrestata e qui comincia l’ennesima storia intollerabilmente razzista, perché il gip gli contesta addirittura il tentato omicidio ed è palese che si tratta di accanimento pregiudizievole al limite della xenofobia: ma come fa uno a volere ammazzare un altro se non sa cosa sta facendo? Se la sua mente è altrove?

Né è lecito, lo diciamo a beneficio di quel magistrato prevenuto, limitarsi a considerazioni psichiatriche, dovendosi altresì affrontare la questione da un punto di vista squisitamente sentimentale: è evidente che il ragazzo non ha ricevuto abbastanza amore, come disse quell’attrice per giustificare una risorsa pugile che l’aveva presa a pugni per strada; lucidissima dopo essere stata medicata, la giovane artista aveva proclamato, indefessa: no al razzismo, non cambierò le mie convinzioni. Brava, così ragiona una che resta umana, anche se con un occhio nero. Di più. È noto a tutti che la pazzia non esiste, come diceva Basaglia meritorio, folle è la società alienata e alienante, che crea l’uomo a una dimensione, che distrugge le risorse, malato è il capitalismo che distrugge il pianeta, come scandiscono i ragazzi di Greta che la sanno lunga.


Condividi questo articolo


22 Commenti

Scrivi un commento
  1. I loro discorsi sono sempre volti a stravolgere la realtà e imporre con arroganza intellettuale il loro vedere, sono menti diaboliche e dittatoriali letteralmente parlando, fanno cadere scientificamente le loro colpe e odio sulla persona da colpire, ormai sono in minoranza e questo é un grande risultato per la società che li ha sgambati e per questo sono proiettati all’estinzione.

  2. Atreju, vedi che ti ha risposto? E’ presente su tutti i “threads”, contesta TUTTO, l’ultima parola deve essere SEMPRE la sua, e non tollera che lo contesti. Per farti riconoscere il tuo diritto di parlare dovresti fargli dei trattati, con argomentazioni e contro-argomentazioni protratte ad infinitum, per andare poi a finire che ugualmente ha ragione lui, che la sua è la mente aperta e l’altrui è quella chiusa. Abbiamo qui plasticamente rappresentata quella che è la dittatura mortuaria della sinistra, affetta dall’irrinunciabile complesso della superiorità intellettuale, che non ammette, essa sì, tesi contrarie, si ritiene depositaria della verità e della giustizia assoluta. Guai a dirgli che nell’Italia di venti anni fa, senza clandestini annidati ovunque, potevi passeggiare di notte in una strada di campagna per ammirare la luna, mentre oggi non vedresti l’alba del giorno dopo. Anche di fronte ad accadimenti raccapriccianti ed a condizioni rischiose, che mai si sono avute in Italia, noi dobbiamo restare zitti, perchè ci è stato tolto anche il DIRITTO DI AVER PAURA!

    • Ma perché è vietato rispondere?
      Anche tu sei presente su tutti i threads.
      E siccome, a proposito di civiltà, qui mi sento praticamente come sbranato ogni volta da un branco di iene, tenetevi il vostro pensiero unico che vi rassicura tanto.

      Saluti

  3. Tranquilli che la natura x metà secolo sistemera’ tutti i bipedi impazziti. O almeno comincerà l’ opera!
    Perdete solo tempo a cercare di capire la mente umana. Rileggetevi un libro di storia scolastico……. ……dopo 20 anni. Basta 20 pagine……a caso. Se non ne capirete il senso…….beh aspettate.
    Come penso da molto arriverà il tempo che un anziano ringrazierà di esserlo e un giovane lo maledira’.
    Il tempo passa veloce e ieri è gia oggi. Invecchiare sarà una liberazione x chi ragiona ……..ancora!

  4. Ho superato la soglia dei 60 anni e sempre di più mi convinco che i peggiori nemici dell’Italia sono gli stessi italiani, per fortuna non la totalità, che in nome di un miope buonismo permettono che giorno dopo giorno siamo invsasi da Persone, ripeto persone che possono essere buone, cattive e malate come chiunque, ma alle quali non siamo in grado di dare risposte alle loro “legittime” aspettive di vita.
    Cosi facendo distruggiamo il nostro paese e non riusciamo a realizzare le loro aspettative.
    Staremo peggio noi e loro……..purtroppo la sinistra non lo vuol capire
    Floriano

  5. ll capo della polizia : «Uno su tre fra arrestati e denunciati non è italiano. E visto che gli immigrati sono il 12%, tra legali e non, questo dà la misura del problema».
    Anche Lui come Salvini!!!!!

        • 12% della popolazione, 32% dei reati.
          Nega l’evidenza?
          O forse avete in testa un film incompatibile con la realtà, ma questo non vi esime dal fare la predica, dal raccontare che sono “fobie”, “invenzioni” ed “errate percezioni” da parte del povero popolo scemo?
          Come la mettiamo?
          La mettiamo che i dati dicono che la sinistra racconta un sacco di balle, negando la realtà, come sua abitudine e con spocchia del tutto fuori luogo?

          • Nel mondo si commette un reato ogni minuto. Ma siamo quasi 8 miliardi.
            QUINDI INCIDENZA ZERO.
            Ma lo capisce o no?

          • Lo capisce che 1/3 dei reati nel nostro paese significa un’incidenza ENORME?
            Senza contare il degrado e l'”appropriarsi” degli spazi e delle città, che non risultano da queste statistiche.
            Ma che sono perfettamente chiari non appena si visita una periferia parigina o londinese: gli indigeni non possono più vivere in pace a casa loro, se ne devono andare.
            Gli italiani, volendo evitare che questo accada, sono intelligenti e lungimiranti, altro chè.

  6. Egregio Sig. Sal, o lei abita sulla MIR e vede tutto dall’alto confondendo le cose o fa apposta per far girare gli zebedei alla gente normale. Sono apolitico e non amo nè odio nessuno; faccio, insomma i ca… miei ma sentire o leggere uno che deve sempre essere bastian contrario mi manda in bestia. Questo poveraccio di pelle scura deve venire a dare una roncolata a Lei perchè cambi opinione oppure come l’attrice dell’articolo resterà della sua idea anche senza un braccio o con 50 punti di sutura sulla testa? Lasci perdere questo Blog, vada su un’altra zuppa magari al pomodoro così il colore le è più consono.

    • Senti caro, io non so se tu capisce l’Italiano. A parte il fatto che il 99 % di quelli che entra in questo sito sono di destra e questo spiegherebbe il disaccordo molto frequente con le mie idee. Inoltre non capisco davvero perchè avete tutti bisogno di essere rassicurati sulle vostre opinioni, tanto che chi esprime posizioni diverse è subito accusato di essere un troll, ebete, dererebrato, disturbatore ecc. Non capisco perchè invece non confrontarsi anche aspramente ma anche con ironia su questioni importanti come quelle che vengono poste qui.
      Rispetto al caso specifico io ho detto soltanto che generalizzare un fatto di cronaca (su 60 milioni di persone) è una strumentalizzazione. Se questa opinione ti fa urlare subito indignato al bastian contrario questo è un problema tuo.
      Faccio girare gli zebedei alla gente normale perchè non partecipo al vostro pensiero unico? Non scherziamo dai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *