in

Rapimento Moro, basta con l’epica delle Br!

La ricorrenza dei quarant’anni dal rapimento di Aldo Moro fa sì che in tv e sui giornali venga data parola ad alcuni brigatisti.

Tra questi non poteva mancare – ahinoi – Adriana Faranda, facente parte del nucleo armato delle Brigate rosse che bloccò l’auto di Moro. E con lei tutta l’epica sulle BR e sul conflitto armato proletario.

Basta! Basta con questa narrazione che conferisce dignità a dei delinquenti. Il mio sfogo in questo breve video

Condividi questo articolo
  • 5.2K
    Shares

19 Commenti

Scrivi un commento
  1. Concordo pienamente e penso che questa gentaglia senza cuore ne ideali non andrebbe fatta apparire . Ricordare , si sempre!! Moro è stato ucciso perché scomodo troppo aperto !! La D.C. non era in grado di accettare dialoghi…..lui si ! Ahi noi , nacque quel periodo di m…. chiamato anni di piombo, dove ammazzavano chiunque non fosse in linea con ….non so che cosa….e destabilizzarono. Quella massa di delinquenti frustrati col nome di BR sono solo assassini, devono marcire in galera, non scrivere libri o essere intervistati, non sono minimamente pentiti, fanno venire la pelle d’oca . Chi come me ha vissuto quel periodo credo non possa accettare questo! Grazie Nicola

  2. Brigatisti, mi fate schifo, non avete nessuna attenuante per i crimini a freddo che avete commesso ! E ancor più schifo mi fa chi, intervistandovi, cerca di dare un alone di epica alle vostre azioni ESCLUSIVAMENTE DELITTUOSE ! Smettiamola col cercare ragioni politiche in questi squallidi assassini ! E tu, Faranda, abbi almeno il gusto di ritirati in cima ad un monte perché non sei degna di vivere tra gli essei umani !!!!!!!!!

  3. La nube tossica del 68 non si è ancora dissolta e in questo paese a comunismo surreale ne vedremo ancora delle belle , in germania uccisero il presidente di confindustria e la notte stessa si “suicido'” la RAF
    Qui li mandiamo in tv vedi Purgatori

  4. caro Nicola volevo segnalarti che ieri sul Giornale del quale sei vice direttore nella pag degli spettacoli tale Laura Rio ha tessuto le lodi del lavoro di Purgatori lamentando il fatto che l’avessero visto in pochi.

  5. meno male che qualche giornalista ha il coraggio di dirlo!
    non ci posso credere che si dia tanto spazio a queste persone
    che si sono macchiate di omicidio e adesso ci spiegano
    anche le loro motivazioni!

  6. La prima cosa che ho pensato ieri sera (seguendo la trasmissione su Atlantide -La 7, in prima serata): sono stato così coglione io, a ritenere delinquenti frustrati, quelli delle brigate rosse? che a tutt’oggi sembrano eroi.La cosa più avvilente tuttavia, resta la serena tranquillità dei soggetti apparsi nel filmato che tranquilli nella loro coscienza, d’ aver “espiato”‘ La loro colpa, più per una rivoluzione assurda, assassina quanto ambigua, che per i crimini compiuti.

  7. Grazie per avere dato voce a noi cittadini seri, onesti e rispettosi delle istituzioni, che abbiamo pensato le stesse cose che abbiamo ascoltato (dal dr. Porro, ovviamente) ma che, purtroppo, non abbiamo la possibilità di dare ad esse la stessa risonanza, non disponendo di un palco che possa amplificarle. È stato terribilmente agghiacciante sentire la narrazione di quei tragici momenti dalla voce degli stessi delinquenti e vedere anche apparire sorrisetti sul loro viso. Che cosa deve rispondere un padre ad un figlio che chiede: ma questo signore che parla è quello che dice di aver ucciso? Se questo è il nuovo giornalismo, continuiamo a leggere “Topolino”!

  8. Bravo Porro.
    Sono dei veri delinquenti che hanno destabilizzato l’Italia in quel periodo con ogni mezzo, anche uccidendo a sangue freddo se necessario.
    Andrebbero trattati come loro hanno trattato Aldo Moro

  9. Sono state le istituzioni italiane a lasciare che diventassero epici. Intanto li avrebbe dovuti tenere j. Carcere iljn po’ più a lungo…

  10. Hai perfettamente ragione! Effettivamente vedere ed ascoltare questi assassini è assurdo! Dovrebbero marcire in carcere e non avere nemmeno la possibilità di parlare…figuriamoci giustificarsi. Le cose che hanno fatto non sono GIUSTIFICABILI! Grande Nicola!

  11. Sono assolutamente d’accordo. È una vergogna che questi assassini possano anche apparire in tv come degli eroi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.