in

Trudeau, l’ultima del più cretino dei politici

Dimensioni testo

Un cretino di cui non sappiamo se ridere o piangere. Parliamo di Justin Trudeau, primo ministro del Canada, oramai abituè della Zuppa.

Basta rileggersi il grande Cipolla con le sue leggi fondamentali della stupiditá umana.

1) La prima è che sempre e inevitabilmente ognuno di noi sottovaluta il numero degli individui stupidi in circolazione.

2) La seconda ci ricorda che essi, gli stupidi, si trovano in ogni classe e ruolo sociale. E dunque c’è poco da stupirsi se un professore o un politico siamo dei perfetti imbecilli. Non è il loro titolo a garantirci.

3) Terza fondamentale legge: una persona stupida è chi causa un danno ad una persona o ad un gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vamtaggio per sè, o addirittura subendo una perdita.

Insomma uno stupido è molto peggio di un bandito. Trudeau è quello che recentemente ha interrotto una donna che parlava di mankind, cioè umanità, chiedendole di parlare piuttosto di peoplekind, poichè il termine gli sembrava più inclusivo.

Nei giorni si è presentato in India come Totò si presentava a Milano, anzi meglio, ricorda i maldestri personaggi interpretati da Peter Sellers.

L’ultima è legata al viaggio in India: guardate come si è vestito, e ha fatto vestire i suoi (io la trova quasi una molestia) e sentite quante ne ha combinate …