Zuppa di Porro: rassegna stampa del 2 settembre 2019

Contrordine grillini: non sono più pidioti

Condividi questo articolo


00:00 BisConte, senza vice. Beppe Grillo ha convinto il Pd. C’è da piangere.

01:40 Conte, guru per quelli del Fatto

04:44 Contrordine grillini: non sono più pidioti

06:16 Conte, un uomo per tutte le stagioni. E Alberto Mattioli sulla Stampa insulta Del Debbio per l’intervista a Matteo Salvini. Ma perché?

10:08 Barconi Ong, Concita De Gregorio è per gli sbarchi

11:00 Cuneo fiscale, i numeri del Sole 24 Ore. Roba assurda!

12:30 La destra vola in Germania. Ma ai giornaloni non piace.

13:07 Gli assurdi dazi Usa: bel pezzo di Rampini.


Condividi questo articolo


13 Commenti

Scrivi un commento
  1. A proposito di vice, Vice Direttore Vicario, che senso ha nel settore della stampa? Che fà un vice direttore vicario? Tanto per fare chiarezza con i suoi lettori.

    Attaccare Grillo per la sua condanna mi sembre squallido ma se proprio deve ci metta in conto tutti i pralamenteri compresi quellli di destra che istigano da decenni al suicidio di massa una gran fetta di cittadini portandoli agli stenti., Per costoro quale dovrebbe essere la condanna adeguata? Non difendo grillo che è un gran cazza ro al pari degli altri, ma attenersi al suo comportamento politico sarebbe di gran buon gusto, lord!

    La morte di Salvini è sopravvalutata se così decideranno Silvio e Renzi. Salvini passerà dalle mani del M5S a future elezioni nell’ago della bilancia FI e Renzi.
    Salvini ha molto da imparare sulla gestione del potere, Renzi ha imparato Silvio è i lupo che perde il pelo e non il vizio.

    Lei ha appena insultato un suo collega… Ogni tanto si ascolti mentre parla, meglio se lo facesse prima.

    La Merkel pagherà le sue scelte a breve.
    Le armi e le persone in un sistema capitalista dassalto, sono, merci.

    Saluti Dr. Porro ( sempre con stima ma se preferisce l’ ipocrisia è una sua scelta. )

    • Il vice-direttore vicario svolge compiti di sostituzione del direttore in situazioni specifiche, mentre un vice ha la possibilità di fregiarsi del titolo senza che a questo corrispondano contenuti sostanziali.
      Nulla a che fare con un vice-primo ministro, figura neanche prevista nella Costituzione della Repubblica Italiana.
      Le basta? Non mi ringrazi.
      P. S.
      Se un mio collega dovesse dire fesserie nel merito della nostra professione, non avrei nessuna remora a definirlo “fesso”. Lei continuerebbe -ipocritamente- a stimarlo?
      Non mi ringrazi, ossequi

  2. Santo Iddio, non mi piacciono i grillazzi, troppi imbecilli tra di loro;
    possibile che Di Maio non s’accorga del bacio mortale, per lui, del Grillo?
    Il comico invita fare passi indietro specialmente, sotto sotto a Di Maio, s’inventa una situazione irripetibile senza si ricordi che l’irripetibilità fu nel marzo del ’18 quando vinsero coi voti degli italiani e non ora che sono ai minimi dei consensi.
    Pur di far rientrare i perdenti Pd è disposto far fuori i 5s e fa senso che loro cadano nel tranello, specialmente il Giggi che da’ fastidio alla sinistra ed a quella bestia traditrice del Conte.
    Hanno contro tutti per questo abbraccio con i sinistrati eppure continuano a volersi suicidare, forse, non conoscendo nulla della storia dei rossi sinistri, non sanno che verranno fatti fuori giorno per giorno già che Renzi Zingaretto e tutto il cucuzzaro rosso stanno già ordendo tranelli per rimanere loro in sella in barba del voto e degli italiani; non sapere di quali bassezze morali sono capaci ‘ste genti sinistre non depone a favore di chi non sa per ignoranza e non per mancanza di notizie dello schifo rosso sangue.
    Noi che abbiamo tempo leggiamo tanti giornali, seguiamo i proclami della sinistra, vediamo e sentiamo ogni campana e sempre la stonatura parte dalla campana Pd e loro amici sparsi capillarmente per il paese. Ascoltandoli si arriva a conclusione che vogliono comandare e che reputano i grillazzi degli imbecilli a cui potranno fare le scarpe.
    Se Di Maio non capirà il gioco del Conte, Grillo, traditori grulloni, sarà condannato all’oblio con il suo consenso, vedi tu che sveglione!
    I grillazzi, qualsiasi cosa si possa dire di loro, hanno i numeri in parlamento, sono vincenti e non si capisce come mai vogliano sparire dando un assist incredibile ai perdenti per vocazione, quelli che stanno tramando, mica poi tanto, per far arrivare milioni di neri, che azzereranno le casse pubbliche, affosseranno ancor più il lavoro, ci metteranno in braghe di juta.
    Un sussulto di dignità, suvvia, grillazzi del menga. Mai vi daranno possibilità di far qualcosa e sarebbe meglio, per voi, non far partire questo obbrobrio, andare al voto e salvare il salvabile che ancora possedete.
    Che oggi ci siano bestie che inneggiano al peggior soggetto tra i 5s, Conte, fa capire quale bassa moralità abbiano insita in quei cervelli bacati e lerci; un traditore non solo dei grilloni ma del paese intero viene osannato e ci si domanda in quale ganga morale vivano le bestie del Fatto ed i loro sostenitori.
    E’ partita la stampa farabutta e marcia, lercia davvero, ganga pura contro chi non la pensa come loro: genti, giornalisti, stampa non asservita e tutto il possibile contrario alla sinistra. Li conosciamo, sappiamo quali merde siano, abituati a denigrare senza un minimo ragionamento e tanto altro ancora.
    Alle volte mi sento dire che ho il dente avvelenato verso la sinistra, sbagliano, già che ho tutta la dentatura avvelenata contro i peggiori soggetti che, proprio perchè di sinistra, sono per almeno il 98% di testa criminale, truffatrice, ladresca, ganga. Forse nei miei giudizi su queste gentaglie c’è il vizio ormai settantennale di leggere a destra e manca, industrialmente, e voler sapere della cosa pubblica il perchè ed il per come, chi fu e chi l’avallò, quali influssi si ebbero, quali vergogne produssero. La sinistra vince su tutta la linea del marcio.
    Viene voglia di andare prendere il Di Maio dirgli in faccia quel che tanti italiani benchè fuori dalle stanze decisionali hanno capito,: – Lei si sta mettendo il cappio al collo, rimette in circolazione la fogna che bocciammo, morirà avvelenato ed in parlamento, se le andrà bene, sarà una pedina oscura.

  3. ……e le facce non ce l’hanno più come il C…!!!!! Adesso vista la perfetta simbiosi tra poltrone e c..i, le facce potranno volta a volta assomigliare o ai poltruli oppure alle cultrone a seconda se l’incarnito è più tendente al giallo oppure al rosso.

  4. Sono 5 lustri (dall’avvento di Berlusconi in politica) che spero in uno stato più liberale, meno invadente con poche e chiare regole valide per tutti. Continuo invece a trovarmi governi delle tasse, della burocrazia, delle leggi e leggine a favore di amici (coop rosse, sindacati, 80 euro ecc) e contro i nemici (artigiani, autonomi, piccoli commercianti, partite iva). Quello che sta nascendo manterrà questa falsariga. Non ce la faccio più. Sto perdendo le speranze. Mi auguro che qualche senatore si ravveda e non conceda la fiducia a questo imbroglio poltronaro ed europilotsto.

  5. caro Nicola,ora che il lupo cattivo non c’è più,ci sono pronte circa 9 navi ong…questo fa capire che saranno cazzi amari per noi..e per la gioia di quel ******** di orfini..
    Speriamo che Gigino e la piattaforma ribaltino la situazione,perchè vedere renzuccio al governo,si proprio lui,che farà fuori l’uomo sempre sorridente,è qualcosa che ti fa venire il vomito.
    Aspetto con ansia il tuo ritorno,per evitare l’arrivo della palombelli e di tutti i sinistroidi…cerca di non invitarli per non rovinarci la cena…lo sai noi pugliesi ceniamo tardi,un abbraccio sei un grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *