Zuppa di Porro: rassegna stampa del 18 settembre 2020

In monopattino con la mascherina: il prototipo dell’idiota

Condividi questo articolo


 

00:00 Scuola, geniale Capezzone: Conte si faccia spiegare dal figlio il disastro della scuola.

01:23 Inchiesta Lega oggi più tiepidina, ma Sabino Cassese coglie il punto: a che servono tutte queste Film Commission?

03:10 L’incognita regionali su Puglia e Toscana, il Fatto Quotidiano contro la candidata Susanna Ceccardi (strano!).

04:50 Liliana Segre vota No al referendum e Stefano Folli su Repubblica ci spiega la sua importanza per i grillini.

06:05 Marco Geravsoni sul Giornale ci racconta la casta e il presidente della Corte costituzionale che dura in carica tre mesi.

08:05 Gli assassini di Willy col reddito di cittadinanza e il Fatto Quotidiano che si arrampica.

09:40 La mobilità sostenibile dei monopattini ferisce più dello smog: 136 incidenti in 108 giorni. E poi ci sono i fenomeni con monopattino e mascherina.

12:10 Giuliano Ferrara sta con Vasco Rossi e contro di me, ma qualcuno sa che cosa voglia dire Mistagogo? Boh.

14:40 La pace in Medio Oriente per Avvenire non è un risultato così importante… perché di mezzo c’è Donald Trump.

15:35 Incredibile il senatore Davide Faraone contro giornalista Rai, Andrea Romoli, che si permette di dare, pensate un po’ voi, del “clandestino violento” all’assassino di Don Roberto. Da leggere Renato Farina su Libero.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


25 Commenti

Scrivi un commento
  1. Il reddito di cittadinanza dato ai capofamiglia degli assassini di Colleferro: bravo Giggino! E magari sei pure convinto di aver fatto un grande favore a tutti i bisognosi e di aver sconfitto la povertà! Complimentoni.

    Riguardo al giornalista che non può dire come stanno le cose: gli consiglio di utilizzare termini più politicamente corretti, che tanto piacciono agli ipocriti, per descrivere costui. Tipo: soggetto diversamente rispettoso delle regole vigenti sul suolo italico e provocatore di stato diversamente vivente del povero sacerdote. Sentite che suono dolce e soave invece di un crudo e realistico (quale è) clandestino e assassino? In un mondo in cui i ciechi sono non vedenti, i sordi non udenti ed è tutto un fiorire di gente diversamente qualcosa, aggiungiamo pure queste definizioni fintamente buoniste: et voilà, con un bel giro di paroline vacue si risolve tutto…

  2. Porro avanti con i tempi, rassegna stampa del 18 Ottobre :D:D

    In ogni modo seguo sempre i suoi servizi con grande interesse, massimo supporto!

  3. Il Foglio, Ferrara e compari sono diventati una cosa ridicola.
    In ogni caso aiutano a spiegare il fallimento completo del centrodestra berlusconiano, riempitosi di personaggi inutili con idee sbagliate.

    Su Trump, il bias dei media è oltre ogni senso del ridicolo.
    Incredibile come ci sia ancora gente che riconosce loro un ruolo di informazione o di autorità.
    Spegnere la tv e buttare i giornali di questo tipo.

  4. Il fatto stesso che Salvini e Meloni accettino l’invito a partecipare alle trasmissioni come quella di Floris, dimostra che non temono eventuali domande “scomode”. Mentre, al contrario, i rappresentanti del pd e 5stalle non sempre fanno e, se vanno nelle trasmissioni in cui si sentono “sotto assedio” (perché alle trasmissioni dei loro amici le domande sono concordate per far fare un figurone…ed evitare di chiedere a Zingaretti dello scandalo delle mascherine), si mettono a fregnare e a lamentarsi dopo 2 secondi sulle pagine dei giornali loro amici, passando così per vittime e gli altri per cattivoni.

    La mascherina indossata su monopattino, in auto, da soli o in compagnia, al chiuso o all’aria aperta e dove caspiterina la usano gli ossessionati e i confusi dalle tante regole e controregole, a mio parere sottolinea ancora di più come siamo in balia di un governo basato sul pressapochismo e sul “faccio finta di fare le cosine per bene ma lascio fare tutto al caso tanto chi se ne accorge e così poi dirò che la colpa è di chi non ha seguito le regole”…
    Vedrete a breve che cosa faranno con le scuole, visti già i primi giorni che segnano i primi studenti in quarantena dopo mezz’ora di lezione…
    Tutti a casa in tanti piccoli e sparsi lockdown…
    Se poi qualcuno, come letto spesso qui tra i commenti della Zuppa o di altri articoli del sito, semplifica il tutto additando chi la pensa diversamente perché vede e constata in maniera differente ciò che accade nella propria realtà quotidiana, come complottista/negazionista, si accomodi pure. L’Italia è BELLA proprio perché PER FORTUNA ognuno può pensarla come vuole…

    Leggendo il messaggio di Giacomo Cambiasi, immaginavo potesse succedere qualcosa di simile, prima o poi, per quanto riguarda la richiesta di rendere obbligatorio un eventuale vaccino antinfluenzale e in questo periodo….soprattutto.
    Non me lo aspettavo però da parte della Gelmini e del cdx. Se non erro anni addietro erano contro questa proposta avanzata da altri.
    E comunque, il desiderio di rendere il vaccino antinfluenzale (e a breve seguirà quello anticovid, ci scommetto) obbligatorio… era ed è da sempre l’obiettivo della big pharma (Renzi aveva anni fa già tentato di spianare la strada a questo tipo di tema con la proposta di dare accesso a scuola ai bambini solo se in regola con determinate vaccinazioni)…e di tutti quei politici e soggettoni che credono di poter ergersi a Dio in terra e decidere della salute (oltre che della vita) degli italiani…
    Secondo voi perché da 8 mesi tengono alto il livello di paura e terrore tra le persone (soprattutto quelle più fragili mentalmente, perché tra quelli fragili fisicamente molti hanno ancora il cervello che funziona, per fortuna) divulgando e bombardando ad ogni ora del giorno e della notte con notizie e bollettini terrorizzanti e catastrofici in tv e sui giornali (sempre e solo amici del governo e del virus) ogni qual volta si tratta l’argomento pandemia/covid? Perché prima ancora di far entrare lunedì a scuola gli studenti, settimane prima hanno iniziato a diffondere la notizia che anche i bambini e i ragazzi si contagiano (ma per fortuna non ci sono malati gravi né tra bambini né tra ragazzi sani e privi di patologie pregresse e importanti)? Perché ogni settimana danno la caccia a qualche nuova categoria lavorativa e/o di altro genere da bollare come UNTRICE? Semplicemente per giustificare l’obbligatorietá dell’eventuale e futuro vaccino anticovid…iniziando a dire di vaccinarsi per evitare e scongiurare complicazioni con l’arrivo dell’influenza stagionale.
    Chiunque di noi può essere pro o contro alla vaccinazione antinfluenzale e, proprio per questo, deve essere lasciato LIBERO di decidere per sée.
    Gli stessi medici di base (che almeno nella maggior parte dei casi, sono molto preparati e scrupolosi nel seguire e curare i propri pazienti) sanno che non a tutti si può fare il vaccino antinfluenzale. Ma scommetto che faranno il lavaggio del cervello anche a chi, tra i medici, è così scrupoloso…
    Pensare che si sta forzando e mettendo da parte il libero arbitrio di NOI italiani su questioni veramente importanti e che implicano la salute del singolo cittadino, mi fa inorridire.
    Trattano questa scelta che ognuno DEVE ESSERE LIBERO DI PRENDERE come se fossimo ancora a febbraio, quando nessuno conosceva questo virus e, quindi, le cure o il protocollo da seguire per evitare il peggio a tutti NOI POVERI TONTI, CONFUSI E IN-FELICI…
    A che cosa sono serviti gli studi sul plasma e altre cure non invasive?
    E mi chiedo, ma se Tizio decide di vaccinarsi, perché deve avere paura di Caio che, invece, decide di non farlo?

    • Perchè qualcuno ha fatto capire che se X non si vaccina nuoce a Y che si vaccina. Questo non è vero perchè, se entrambi vengono a contatto con l’agente patogeno, è solo X che può ammalarsi mentre Y è protetto dalla vaccinazione. Ma il messaggio che arriva, anche attraverso i media, si sta facendo passare X per pericoloso per gli altri mentre in realtà è pericoloso solo per se stesso.

      • Talmente facile…
        Andrea pauroso si vaccina, incontra Chiara allegra e sputacchiante non vaccinata.
        Il virus gira nell’aria e Andrea non si ammala perché vaccinato, ma Chiara è comunque una delinquente che contagia Andrea (dicono i media).

        • Andrea se vaccinato con l’antinfluenzale a rigor di logica non dovrebbe prendere l’influenza stagionale, ma è sempre a rischio di prendere il covid da Chiara che l’ha. Chiara va in giro senza mascherina e starnutisce emettendo fino (fonte www.flumucil.com) a 40.000 goccioline tra muco e saliva a una velocità che può arrivare a 320 kmh (una Ferrari da F1, quando non si rompe) e se si trova al chiuso al Billionere fa sfracelli. Chiara ancora non sa di avere il Covid, perchè asintomatica al primo stadio, ma il Virus nel frattempo trova confortevole fare salotto nei suoi polmoni e maturare lentamente. Chiara torna a casa a Milano (traghetto, treno, autobus); incontra il figlio del vicino che ha qualche problema di salute e lo saluta calorosamente dandogli la mano, in casa abbraccia i genitori e la nonna, che l’ha tenuta i braccio da piccolina e le ha insegnato a camminare, ma adesso è di salute cagionevole. Il giorno dopo torna in ufficio e racconta le sue vacanze in Sardegna alle sue colleghe. Alla sera va a festeggiare con loro con uno spriz in un locale della movida. Il giorno dopo comincia ad avere sintomi strani che non la convincono del tutto che sia un malore passeggiero. Due giorni dopo appartiene a quella classifica anonima di nuovi contagiati che la televisione terroristica ogni giorno snocciola per far terrore ai negazionisti. Nel frattempo i focolai si accendono in scia e aumentano come sta succedendo in questi giorni. Se Chiara non ha il Covid, tutto bene, e tutto quello che ho scritto non succede ma consiglio a Chiara di stare attenta a quell’altra Chiara che sta per starnutire e lei il Covid l’ha.

          • In realtà si stava parlando del futuro vaccino anticovid…
            Quindi tutto il Suo sproloquio centra niente.
            Se uno si vaccina e quindi è protetto non può temere me che non mi vaccino.

          • Visto che di teste vuote ce ne sono tante e purtroppo ci sono anche persone anziane , adulte e soprattutto bambini che, per varie patologie, non si possono vaccinare, la signora Chiara, col suo comportamento libertario antivaccino, si arroga la licenza di poter uccidere il prossimo e di creare problemi in più al sistema sanitario pubblico, andando in tasca a noi tutti Italiani. Esagero? No! Voglio fare paura? Si! Cerco però di fare una paura ragionata per far capire correttamente che in una società civile ed evoluta la libertà di scelta è subordinata al rispetto della libertà e salute degli altri, se no è menefreghismo allo stato puro, che rinnega la marcia nei secoli della civiltà umana. Lei cosa sceglie?

  5. Grande Nicola, sui monopattini mi ha dato soddisfazione.
    Prototipo di lobotomizzato chi va in giro col monopattino, perchè è politicamente ed ecologicamente corretto, ma con la mascherina, perchè aiuto, c’è il virus.
    Ha fatto bene a ricordare che si andava in moto e motorino senza casco: hanno rotto le scatole all’inverosimile alla circolazione dei veicoli per non lobotomizzati, con regole su regole e tasse su tasse, quasi sempre con la scusa della “sicurezza” (spesso senza capire nulla nè dei rischi nè del concetto di libertà personale), ed oggi *incentivano* l’uso di un mezzo ben più pericoloso (ed ovviamente senza casco, assicurazione, nè niente).
    Meraviglioso successo delle regole statali per il “bene comune”: siamo passati dalla Vespa e dal Ciao al monopattino: ditemi quale dei 3 è più pericoloso, senza casco ecc.
    Bene anche che li mandi a quel paese.

    La *tragedia* è che è vera la selezione della specie, ma con queste folli regole di circolazione i rischi sono quasi sempre scaricati su chi circola con veicoli normali, e non con mezzi da Cina maoista.

  6. Boh la storia della mascherina da uno che si è beccato il covid fa un po’ ridere. Per il monopattino basta fare rispettare le regole del buon senso ed è un mezzo in più che può aiutare in tante situazioni. Tanto chiunque vada per strada, ciclisti o pedoni che siano, sono soggetti ad incidenti più o meno gravi, se vuoi la sicurezza devi stare a casa.

  7. Purtroppo non è un prototipo.
    E’ uno standard essendo universalmente riconosciuto un paese di furbi ( che non vuol dire intelligenti) e quindi anche idioti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *