Zuppa di Porro: rassegna stampa del 1° agosto 2020

Ma che fine ha fatto l’App Immuni?

Condividi questo articolo


00:00 Mattarella dà lezione ai no mask, dice La Stampa. Il Presidente della Repubblica spiega che la libertà non è far del male agli altri. Un concetto che va verificato…

01:12 Anche Ricolfi sul Messaggero dice che siamo negazionisti e ci spiattella le sue note conoscenze mediche e scientifiche sul motivo per il quale ora la malattia colpisce meno.

02:40 Intanto il Pil italiano ieri ha perso il 12,4%.

02:55 Il Consiglio di Stato si è opposto alla richiesta del Tar di desecretare le carte del Comitato tecnico scientifico.

03:51 Dove è finita la App Immuni? Solo 23 segnalazioni di positivi.

04:30 Interessante il pezzo di Fubini di oggi sul Corriere della Sera che ricorda una frase di Friedman “nessun pasto è gratis” per affiancarla allo scostamento di bilancio.

06:00 Sala intervistato dal Corriere della Sera se la prende con la retorica del sud.

06:48 Il Movimento 5 stelle diviso tra la romana de periferia Taverna e la madamin Appendino. E intanto alcuni parlamentari sono furibondi con Casaleggio e la piattaforma Rousseau.

07:44 Questione migranti, sempre i 5 stelle oggi si accorgono che la situazione non può più continuare e la Lamorgese fa un passo indietro spiegando in un’intervista al Corriere della Sera che “rimpatrieremo anche coloro che arrivano con gli sbarchi dalla Tunisia”.

09:45 Ferrara e Travaglio, completamente divisi su Berlusconi, oggi si ritrovano completamente d’accordo su Salvini…

11:38 Bonafede, come ci spiega oggi Gandola sulla Verità, ha deciso che i nostri magistrati potranno andare in ferie tra il 27 luglio e il 2 settembre.

12:03 Il Messaggero e il Fatto continuano sospettosi sul caso Lombardia…

13:30 Microsoft vuole comprare Tik Tok mentre Cdp potrebbe volere la borsa italiana…

15:40 Le orge di Clinton con Epstein che non fanno titolo sui giornali ma che trovate sul Corriere della Sera a pagina 14.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


33 Commenti

Scrivi un commento
  1. ha fatto la fine che meritava…sparire !! Vorrei sapere cosa ci è costata perchè non credo sia stata gratis come dicono.
    Ieri ho subito un sgarbo da un tizio, gli ho urlato ” ehi faccia da arcuri ! “. Ho scampato il linciaggio…, peggio che gli avessi detto… figlio di p…..a.

  2. “Il gruppo del Carroccio al Senato ha scritto alla presidente Casellati perché metta in campo “tutte le iniziative istituzionali necessarie per permettere ai parlamentari di accedere agli atti.””
    In realtà, ogni singolo cittadino potrebbe mettere in campo l’iniziativa, basta fare una richiesta di accesso agli atti amministrativi (perché di questo si tratta, c’hanno tolto libertà costituzionali con un atto amministrativo) e, se respinta, fare ricorso al Tar ( e qui serve un avvocato, ma penso che fra i parlamentari dell’opposizione ce ne siano).
    Perché non l’hanno ancora fatto?
    Fortuna che si è mossa la Fondazione Einaudi, che, però, non è pagata dai cittadini per rappresentarli.

    • Buongiorno,.
      Si è vero a accesso civico generalizzato. Basta applicare il T.U. sulla trasparenza e chiunque ne abbia interesse può chiedere l’accesso ad atti amministrativi non oggetto di pubblicazione obbligatoria. L’unico ostacolo è rappresentato dalla presenza di documenti coperti da segreto di stato o da divieto di divulgazione, come temo in questo caso

  3. Dovevano renderla obbligatoria. La subcultura dell’italiano medio rigetta stupidamente l’idea del controllo sociale.

    • Mi spiace per te ma tra noi e il tuo popolo, i nord-coreani, per fortuna, c’è ancora una bella differenza. Tra l’altro vedo che tua sorella ti sta facendo le scarpe, devi essere molto ma molto frustrato in questo periodo.

    • Tipico ragionamento di chi e’ abituato a portare la museruola.
      Nei paesi comunisti lo stretto controllo sociale e’ la normalità, si chiama dittatura.
      Stupido non e’ chi accetta o rigetta un pensiero, ma chi lo avalla senza ragionare.

    • La subcultura dell’italiano medio, affermazione che denota un atteggiamento di bieca superiorita’ , io sono intelligente, poi l’italiano con la sub cultura e poi infine gli ignoranti totali, quelli che il regime comunista predilige, dimenticavo i sovversivi reazionari, quelli che vanno messi in galera a tutti i costi, anche contro le piu’ elementari regole di civilta’ , complimenti.

    • Vuoi evitare le teste di ***** comuniste ? Scarica gratuitamente l’app Kimmuni che ne segnala la presenza.

    • Qualcuno a spiegato a Mattarella che per fare del male agli altri bisognerebbe averlo il virus pertanto portino la mascherina quelli che sono ammalati a già quelli sono in quarantena …quindi non serve a niente la mascherina

    • Con le cicale che frigniscono rendono difficile capire quanto dice, comunque caro Dr. Porro sono appena rientrato da una bella località turistica dove su 4 alberghi solo 1 era aperto pur lavorando in perdita e rifiutando loro malgrado persone che cercavano lavoro,cosa molto triste, mentre in me saliva la rabbia nel sentire e constatare questi maledetti pezzi di m….da continuano a mantenerci in stato di assedio ed ora anche la buffonata del processo a Salvini mentre ora siamo invasi in tutte le nostre coste da migranti che siano positivi o meno mentre gli accordi di Malta si dimostrano un vero bluf, purtroppo noto che tra governanti, comitato scenziati imbrattacata ecc. Si sono assemblati tutti quelli che le loro madri li anno partoriti di dietro e non davanti. No parliamo poi di Sala che una città come Milano merita di avere un sindaco e una giunta fatta di persone con cervello e non con segatura nella scatola cranica.

  4. Il Consiglio di Stato ha solo sospeso la sentenza del Tar Lazio promossa dalla Fondazione Einaudi, in via cautelare, ma la sentenza definitiva dovrebbe esserci il 10 settembre.
    Intanto le opposizioni potrebbero anch’esse promuovere un ‘azione simile, perché rappresenterebbe un atto concreto per fermare questo Governo, vista l’ inerzia del Presidente della Repubblica.

  5. Anche lei, come il corriere e altri, commette l’errore di confrontare due numeri non omogenei, il dato trimestrale di variazione del gdp annualizzato degli usa e la variazione del pil trimestrale “quarter on quarter” comunicata da istat.
    Se il dato italiano è annualizzato la caduta del pil nel secondo trimestre del 2020 è superiore al 42%, cioè 10 punti peggio degli usa.

  6. Se non ha funzionato, evidentemente i cittadini non si sono fidati di lasciarsi tracciare nei loro spostamenti e abitudini.
    Tuttavia con i giganti del web che tracciano financo i peti del Bertoncelli, la paura di essere spiati sembrava del tutto ingiustificata.
    Comunque!

  7. Ma il ministro Azzolina insieme ad Arcuri hanno idea di cosa significa socializzazione tra ragazzi,hanno idea che la cultura non può e non deve sedere solo al servizio dei ricchi!!!hanno idea che il loro protocollo e assurdo ,da regime ,i nostri ragazzi devono andare tutti a scuola in presenza ,di cosa parlano forse che la bolla di calore estiva gli abbia fatto male alla testa,dimettettevi e fata lavorare chi a senso etico volete una società a metà dove una parte grazie alle vostre psicoidee sara alla mercee di chi avrà potuto studiare privatamente perché se questo protocollo dovesse prendere piede la cultura dei nostri ragazzi non sara mai all’altezza fatela finita la scuola e sacra ,giu le mani ,ore ridotte,lezioni online,ma di che parlate andate a lavorare seriamente

  8. Il fallito.
    L’App Immuni è innanzitutto un problema di credibilità di chi l’ha proposta e sul presupposto fondamentale che i dati acquisiti siano riservati e poi cancellati definitivamente.
    Poiché l’ha proposta Domenico Arcuri, la cui mascherina non riesce a contenere il naso alla Pinocchio e la cui credibilità è pari a zero, inversamente proporzionale alla arroganza del soggetto, l’esito è giustamente fallimentare.
    Come ogni cosa tocchi l’Arcuri.
    Un re Mida alla rovescia.
    Ps. Ha cominciato a restituire la montagna di soldi presi in più. come evidenziato dalla Corte dei Conti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *