Zuppa di Porro: rassegna stampa del 17 ottobre 2020

Tutti pazzi per il coprifuoco

Condividi questo articolo


00:00 Per leggere una voce liberale tocca andare dai comunisti del Manifesto che con Marco Bascetta ricordano come proibire è molto più facile che organizzare e ragionare.

03:43 Il vero portavoce del governo, Marco Travaglio, chiede di ripristinare le conferenze stampa della Protezione Civile sui numeri giornalieri.

05:15 Il Corriere della Sera mette i grafici per spaventarci, ma non dicono che abbiamo il quintuplo dei tamponi rispetto a marzo, con il doppio dei contagiati e un ventesimo dei morti. Terapie intensive non citate.

06:15 Vespa sul Quotidiano Nazionale cita Mantovani contro allarmismo.

07:08 l’Ansa che dice che quelle del Piemonte sono all’83% sature. Guido Crosetto, un gigante vero, smonta la balla, l’83% dei posti aggiunti in emergenza sono saturi, dunque 33 su 40.

08:45 Boccia e Arcuri se la prendono con le Regioni…

09:20 Il Mattino ci dice che in Campania è un gran caos ma De Luca pensa a Halloween.

10:30 Paolo Gentiloni ha un’idea: tassiamo la prima casa. Per Visco, sul Sole 24 ore, l’economia meglio del previsto.

11:45 Il Giornale come tutti non capisce i numeri e dice che chi mette in dubbio misure di limitazione libertà è in malafede. Restano solo Verità e Tempo, almeno ci provano.

13:10 Decapitato prof da islamico in Francia, colpevole di aver fatto vedere alcune vignette con Maometto.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


9 Commenti

Scrivi un commento
  1. A Nico’…ti devo dire anch’io grazie di esistere…ma non perche’ dici certe cose…spesso non ti capisco ; grazie di esistere perche’ nel globale mainstream pensiero lockdownista e’ arcibene che qualcuno non si faccia appecoronare e sia portatore di una verita’ alternativa. Anche se ci sta che talvolta tu possa anche trovarti un po’ in imbarazzo perche’ qua dentro li hai conquistati tutti , ma proprio tutti…in una atmosfera alla Nerone petroliniano… più grande più bella che pria.. bravo ! …più bella…bravo!!!! Ma cio’ va benissimo eh. Ma tornando a bomba , ovvero al covis…per motivi muliebri e filiali ho a che fare con Paesi dove in relazione alla pandemia sono sempre stati ” CONSIGLIATI ” determinati comportamenti.Pero’ oggi mio figlio , che vive e lavora in Svizzera e che avendo vissuto in Scandinavia e , appunto, in Svizzera ha sempre mal sopportato la parola ” lockdown “…ebbene la notizia che dovrebbe far riflettere in tema di covid e limitazioni delle liberta’ personali e’ questa : il Consiglio Federale di Berna ha deciso , d’accordo con i Cantoni , che da domani 19 ottobre in tutti i luoghi chiusi si DOVRA’ portare la mascherina con multe da cinquemila a diecimila franchi per chi violera’ la disposizione…e lasciando la discrezione ai vari Cantoni nel ravvisare nel caso aspetti anche PENALI . ( più altre limitazioni che ancora non ho capito bene ). Ora trattandosi della Svizzera ( dove le multe te le fanno senza se e senza ma ) la cosa mi preoccupa perche’ allora la cosa sta diventando oggettivamente ” preoccupante “…il bisticcio ovviamente e’ voluto. Mi verrebbe da dire che anche gli svizzerotti cominciano ad appecoronarsi.Brutto segno.P S.Se poi qualcuno legittimamente non sara’ d’accordo ovvero preoccupato come il sottoscritto gradirei parole civili ed educate . Grazie…Nico’. ( Mi permetto di darti del tu perche’ laureati entrambi alla Sapienza )…ai miei tempi si entrava da Viale Regina Elena.. oggi chissa’…poi c’e’ Tor Vergata ,Roma 2 , Roma venti…boh. In gamba eh…

  2. putrppo non si può fare nulla .Questo governo non sa fare il proprio lavoro e spinge il sistema terrore per restare attaccato alla sedia
    L’opposizione non spinge più di tanto per non accollarsi ilo problema
    L’unica soluzione si avrà all’arrivo del vaccino
    Da là ci sarà la spinta per mandare finalmente a casa questi “bontemponi”

  3. Carissimo Nicola,
    vedo in tutto questo “correre” di numeri la volontà precisa di angosciare gli italiani.
    E questo per convincere quelli di destra (che ragionano) e i 5stelle (che non ragionano) ad accettare il MES, mentre giuseppi può continuare a dire che non lo vuole.
    Con l’emergenza sanitaria, con la “crisi” delle terapie intensive, con le file di 8 ore per i tamponi … vogliono portarci a dire “ma non potevamo non chiedere il MES” e, toc toc, la troika è sulla porta di casa!!!
    Ormai sono stanco degli italiani, di una destra che non si incatena in parlamento (per la prima volta in vita mia ho dovuto concordare con Capanna che dalla Palombelli ha detto che se fosse stato deputato si sarebbe incatenato), di essere costretto, come hai ben detto nella Tua zuppa quotidiana, di sentire una voce fuori dal coro solo dalla vecchia e vera sinistra!!!
    Anche perché i nostri politici saranno belli e morti quando i nostri figli dovranno restituire tutto!
    Comunque sempre grazie … la Tua è una voce nel silenzio che però squarcia i timpani di chi non vuol sentire e riscalda i cuori di chi Ti ascolta con affetto.

  4. Possible che nessuno si accorga che si vuole instaurare un regime dittatoriale e le mascherine sono potenziallmente pericolose per la salute (informatevi sugli effetti collaterali su l’ uso prolungato delle stesse)

  5. Caro Nicola,
    Siamo finiti nel girone infernale della follia. Ormai la gente per strada ti urla contro se abbassi la mascherina per respirare e lascia il marciapiede. I colleghi sono ammalati di isterismo da covid.
    Io personalmente non ne posso più.
    Non guardo più le notizie in TV perché è diventata una “babele”. Tutti parlano ormai malati di un protagonismo delirante e la gente vive nel terrore del contagio senza capire che c’è qualcuno che artatamente cerca di creare confusione per poter continuare a fare il Reuccio. Ma è possibile che gli Italiani non sono capaci di un minimo di reazione?
    Ma è possibile che ormai sono anestetizzati sino al punto di farsi calpestare come degli zerbini?
    Ma è possibile che non ci accorgiamo della incapacità e della malafede di chi ci governa?
    Insomma SVEGLIA popolo italiano fra un poco dovremo scendere in piazza perché non avremo da mangiare!!
    Forza Nicola, è vero siamo pochi ma cerchiamo di non arrenderci, continuamo a gridare il nostro dissenso sperando che prima o poi qualcosa succederà.
    Un caro saluto

    • Solo nel caso che dovesse finire il cibo avremmo gli italiani per le strade. Fino a quel momento, è inutile sperare che qualcuno si ribelli. Anzi, la maggioranza pensa che un nuovo confinamento sia la migliore mossa da fare.

  6. Se questo link dice la VERITÀ… in Italia c’è un posto in cui, o per il clima o per comportamento giusto (nonostante crisi di nervi e zero lavori) “NON CE NÉ COVIDDI”… riprendendo un simpatico tormentone estivo…
    Peccato che giuseppi e i suoi loschi e macabro seguaci di ogni colore…vogliano chiudere tutto…

    http://www.meteoweb.eu/2020/10/coronavirus-morte-di-jole-santelli-lue-premia-la-calabria-bollino-verde/1491412/

    P.S.: si, ho letto e “linkato” (passatemi il termine” anche io in nottata la notizia inerente la decisione di Strasburgo dove si chiede al nostro giuseppi il rispetto della Convenzione europea dei diritti dell’uomo.. in ITALIA…
    MA, come mi è stato spiegato (se non hanno riferito male), si deve trovare uno o più avvocati per creare un bel gruppo di persone che con motivazioni legittime e concrete, facciano esposto contro giuseppi e il suo malgoverno…
    E i tempi sono lunghetti…credo.
    Ma ae qualcuno sa come muoversi ci faccia sapere che se ne può parlare.
    Ora ci si DEVE DARE UNA MOSSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *