Zuppa di Porro: rassegna stampa del 7 marzo 2020

Ursula, sotto la pettinatura niente

Condividi questo articolo


00:00 Due le grandi questioni di oggi: bloccare completamente tutto perché abbiamo un sistema sanitario lombardo al collasso, oppure cominciare a fare delle scelte…

02:30 Economia: grande divisione nel mondo tra chi vuole chiudere l’economia dando priorità alla salute e chi invece dice che non possiamo far crollare il nostro sistema economico.

04:40 Banca Intesa San Paolo mette a disposizione 100 milioni di euro per gli ospedali.

05:20 Non ci sono più mascherine per gli italiani. Perché? Perché le abbiamo regalate ai cinesi. Roba da matti!

05:55 Sul Sole 24 Ore, trovare nuovi Commissari per 25 opere da fare. Speriamo siano veloci come con il ponte Morandi.

06:30 Ecco gli economisti del giorno dopo: a partire dal 2014 abbiamo speso 20 miliardi nel welfare anziché nella Sanità. E adesso ci lamentiamo. Mettiamoci d’accordo!

07:15″ Vogliono Salvini malato”, così titola Il Tempo. Uomo della sua scorta risultato positivo al Coronavirus.

07:40 Viva il negazionismo climatico, vogliamo il caldo perché ammazza il virus. Il concetto vago del pezzo di Ferrara oggi sul Foglio.

08:40 Politica, i 5Stelle di nuovo alleati col Pd per la scelta del candidato in Liguria.

09:15 Bloomberg ha speso 620 milioni di dollari per vincere nelle isole Samoa.

10:00 Ci mancava lei. Ursula Von der Leyen, Presidente della Commissione europea, oggi ci presenta un pezzo surreale su La Stampa.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

20 Commenti

Scrivi un commento
  1. Porro lei e’ un isterico che non capisce niente. La Von von der Leyen e’ una Dotoressa con la D maiuscola preparatissima ad affrontare la crisi Coronavirus. L’unione europea ha creato una super task force per affrontare la crisi. Noi invece stiamo per far diventare la Lombardia in un gigantesco Lazareto.

  2. Caro Porro, hai ragione anche io sono disperato, ma questa classe dirigente che ha colonizzato tutti i posti potere a tutti i livelli -specie in Italia – sono diventati la metatstasi di tutto il sistema che ci portera alla distruzione.

  3. cari Fratèli e care sorèle

    di questi tristi tempi neanche più la fede è di supporto alle tristi vicende umane.

    Le chiese chiuse, le case chiuse, le messe in streaming e neanche più le piscine di Lourdes fanno miracoli.

    Ma anche i nostri fratèli muslim sono nella stessa barca: nessuno gira più attorno alla ka’ba alla Mecca.

    Dio è morto e non resusciterà più.

    Da chi è stato sostituito nell’animo umano?

    LO dicono in tanti: dalla scienza.

    Ora affidiamo a lei le nostre preghiere e le nostre speranze; i nostri desideri e le nostre ambizioni; affidiamo a lei la nostra salvezza ed anche la salvezza del pianeta.

    Preghiamo i nuovi sacerdoti, gli scienziati, di aiutarci a superare i momenti difficili, di aiutarci a vivere meglio, di vivere più a lungo.

    Ma è stata proprio la scienza a portarci in questo baratro in cui il pianeta sta soffrendo, gli animali soffrono e gli uomini soffrono.

    E’ stata la scienza a scindere l’atomo ed a costruire la bomba atomica, a studiare la terra ed a estrarre il petrolio, a carpire i segreti dell’albero della vita per modificarlo geneticamente, ci ha regalato anche la felicità chimica attraverso sostanze stupefacenti e tanto altro.

    E pensiamo veramente che la salvezza venga dalla scienza oppure la scienza non è altro che il giocattolo con cui soddisfare il desiderio del fanciullo?

    “Perché ciò che nasce deve morire e ciò che muore deve nascere di nuovo. Allora perché affliggersi per qualcosa che è inevitabile? “

    Questo è quanto dice nostro Signore, ma i nuovi sacerdoti a cui stiamo affidando i nostri corpi, ma non le nostre anime, ci stanno indirizzando verso il panico, ossia l’inferno dell’anima.

    Lo scientismo non risolverà nessun problema, ma ne acuirà tanti altri.

    E’ solo illusione (maya) quella di mitizzare un’attività umana come la scienza, che di per sè può solo produrre teorie falsificabili, nè eterne, nè precise, nè assolute, nè perfette; l’indeterminazione è la sola certezza della scienza.

    “Questo Sé non è mai nato né perisce. Né essendo venuto in esistenza cesserà mai di essere. Esso è senza nascita, eterno, immutabile, sempre se stesso. E non viene ucciso con l’uccisione del corpo.” Parla chiaro il Beato nel suop canto.

    Solo l’anima è perfetta ed è quella che ci aiuterà a superare qualsiasi difficoltà.

    Pace e bene

    • Speriamo di non scoprire mai che questa tragedia che ci colpisce e ci lascerà il segno, sia stata generata dai novelli sacerdoti in laboratorio.

      • Tranquilla, nessun laboratorio ha generato i C-virus, questa tragedia è stata generata dalla nostra credulità e da tutta una generazione aliena al sacrificio e alla serietà, una generazione intellettualmente debole e per questo facilmente manipolabile!

  4. Ursula van der Nulla come ministro della difesa ha distrutto l’esercito della Germania, della GERMANIA! tarea tutt’altro che facile. Non e’ inutile e’ pericolosissima! Ci aspettano cinque anni di oscurantismo, immobilismo e disastri. siamo nella melma (per non dire brutte parole).

    • ” Tarea “. Termine spañolo. Compito a casa asseñato agli studenti. Ma anche impeño. Scrivi da un Paese di lingua spañola.

  5. Visti gli errori commessi da un “governo” di incapaci, i responsabili dovrebbero rinunciare, se hanno un po’ di dignità, allo stipendio, come stanno già facendo milioni di imprenditori italiani.

  6. È dal 1970, ai tempi del Club di Roma, che sento dire che le risorse stanno per finire, ma non finiscono mai. Nel 2000 avremmo dovuto essere tutti alla fame!!!

    siamo nel 2020 ma ora ne abbiamo più di prima.

    senza risorse non si combatte l’inquinamento, quello vero, no quello che sta nella testa della ragazzina svedese.

    • Quando si parla di fine delle Risorse energetiche fossili si fa riferimento a tempi molto lunghi, tempi da “Era”. Certo che forse non riguarderà la nostra vita ma alla fine se ne dovrà tenero conto e se non si trova una soluzione alternativa e si continua a fare figli q miliardi allora saranno dolori.

      • secondo alcune stime la risorsa che finirà per prima è il fosforo utilizzato, oltre che per le bombe incendiarie, per i fertilizzanti.

        Ma se il petrolio dovesse iniziare a scarseggiare sarebbero guai veramente seri, non per l’energia, ma per i materiali.

        le plastiche derivate dal petrolio non sono sostituibili con quelle prodotte dai vegetali; il che è anche controproducente perchè è cibo sottratto all’alimentazione e si necessiterà di più terreni agricoli a scapito delle foreste.

        Non c’è una semplice soluzione come quelle prospettate dagli ambientalisti.

        Sul pianeta oggi siamo quasi 8 miliardi; 8 miliardi di persone che vogliono una casa, l’automobile, gli elettrodomestici, e così via.

        A menochè qualcuno non decida di fare come i batteri quando nelle capsule di Petri esauriscono i nutrienti, non vi sono soluzioni a costo zero.

  7. Porro… gli insulti verso questi inetti che governano l’Europa non sono mai inutili ma necessari….

    quasi obbligatori!!!

  8. salve a tutti.

    è la prima volta che vengo in questo blog perchè sono in quarantena è non ho niente di meglio da fare che passare il tempo in internet.

    Ho letto con attenzione altri post ed i relativi commenti.

    A parte le solite ragazzate di chi parla senza saper parlare offendendo a destra ed a manca, per il resto mi sembra ci siano persone ragionevoli.

    Due sono gli argomenti in questione:

    o avere panico per l’ambiente, o avere panico per il coronavirus.

    In Europa pare che abbiano scelto il panico per l’ambiente e così hanno stanziato 1000 miliardi di euro per non si sa bene cosa.

    L’economia ristagna e l’epidemia darà il colpo di grazia ad una economia arcaica, proprio come il coronavirus è più mortale con gli anziani.

    Forse si stanno già facendo le prove tecniche dell’economia futura voluta dai giovani che protestano per l’ambiente?

    Le smart city, l’economia della condivisione, niente più denaro cartaceo, e-learning, la green economy delle borracce d’alluminio, forse saranno questi i capitoli di spesa della signora der Leyen.

    Probabilmente in Europa non ci sono idee di come uscire da una stagnazione decennale e sperano in queste soluzioni ambientaliste.

    Diciamo anche che se la signora der Leyen è seduta su quella importantissima poltrona lo deve proprio al movimento della ragazza, in quanto i voti che ha convogliato sui verdi sono bastati a fermare l’ondata sovranista che avrebbe cambiato drasticamente i rapporti di potere in Europa.

    E come politica vuole, bisogna ricompensare chi ti ha aiutato.

    • L’ESAURIMENTO delle risorse energetiche è più pericoloso dell’INQUINAMENTO. Conoscete la Storia degli abitanti dell’Isola di Pasqua?? Stavano bene ed erano ricchi fino a che tagliarono l’ultimo albero dell’isola e divennero cannibali. Vogliamo fare la loro fine?? I fossile si esauriscono e non risulta che siano replicabili.

      • Ma sai che esiste e a cosa serve la ricerca scientifica? E sai che esiste anche il nucleare, che tu credi sia il figlio del diavolo?

        • Queste ricerche sono solo delle speranze. E’ un gioco al “risico” che può riuscire e non riuscire. Se fossimo saggi prenderemmo in considerazione anche l’ipotesi che tali studi non risolveranno granché. Il nucleare è limitato dalla disponibilità di Uranio e dalla sua pericolosità. Andiamoci piano.

      • sig. ferdinando, lei ha toccato il punto principale della questione.

        La nostra società è stata costruita sulle fondamenta del petrolio: tutto è di plastica.

        lei esterna la paura più grande che non è nè l’inquinamento, nè il clima, ma bensì la fine del petrolio.

        Tutte queste manovre cosidette ambientaliste, secondo me, hanno come unico scopo cercare di ritardare il più possibile la fine di questa preziosissima risorsa.

        Ma è un’incubo che dura dal 1973, dalla famosa crisi petrolifera.

        Tutto qui il problema.

        Purtroppo non si parla chiaro e si buttano in campo argomentazioni illusorie, come la lotta ai cambiamenti climatici.

  9. Se la cosa dovesse veramente impazzire, con milioni di contagiati, penso che sarebbe opportuno pubblicare una cura fai da te online e togliere la prescrizione medica per le medicine necessarie, da acquistare in farmacia. 

  10. Ursula non ha praticamente ALCUN potere politico: non potrebbe neppure imporre una linea comune per quanto riguarda la gestione delle frontiere perché poi i singoli Stati farebbero quello che vogliono. Quindi dice cose irrilevanti. Altri al suo posto farebbero lo stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *