in

Due motivi per dubitare del vaccino ai bimbi

vaccino covid bambino
vaccino covid bambino

Dimensioni testo

In questi ultimi giorni continuano a tuonare slogan a favore dell’obbligo vaccinale. Ma questa strada è sicura e soprattutto necessaria? Ad esempio, dal maxi-studio britannico pubblicato su The Lancet Child & Adolescent Health, si evince che le forme di long covid sembrano confermarsi molto raramente nei giovanissimi.

Il lavoro offre la prima descrizione dettagliata della malattia covid-19 nei bambini e ragazzi sintomatici di età compresa tra 5 e 17 anni. L’analisi si è concentrata sui dati di 1.734 risultati positivi, e valuta da quando sono insorti i sintomi fino a quando i piccoli pazienti sono tornati sani. In genere i tempi di ripresa sono risultati compresi nell’arco di una settimana. I bambini presentano pochi sintomi e la malattia in media è durata 6 giorni (mediamente 3 i sintomi riscontrati). Quasi tutti i sintomatici sono guariti comunque entro 8 settimane (98,2%), dato che fornisce una rassicurazione sugli esiti a lungo termine. Sulla base di questi dati si fatica a comprendere l’insistenza continua riguardo l’introduzione dell’obbligo vaccinale in Italia per tutta la popolazione. Inoltre, in Gran Bretagna il vaccino anti-covid non verrà somministrato agli under 15 sani.

Gli esperti del comitato medico-scientifico britannico indipendente che assiste il governo di Boris Johnson sulla campagna vaccinale anti covid (Jcvi) hanno negato il via libera alla somministrazione pur autorizzata dalle agenzie del farmaco dei vaccini ai bambini e ragazzi sani fra i 12 e i 15 anni. Non possiamo ignorare queste informazioni, valutando sempre e solo come via d’uscita dalla pandemia l’avvio dell’obbligo vaccinale per tutta la popolazione. Esiste un rapporto rischi-benefici che deve essere necessariamente valutato con attenzione. Tornando allo studio inglese, è importante evidenziare il commento di Emma Duncan del King’s College di Londra, autrice principale e senior della ricerca: ″È rassicurante che il numero di bambini che manifestano sintomi di lunga durata dei sintomi di covid-19 sia basso, ma una piccola quota sperimenta forme di long covid e il nostro studio convalida le esperienze di questi bambini e delle loro famiglie”.

È precipuo sottolineare che molti bambini infettati dal virus Sars-CoV-2 non mostrano proprio sintomi, e quelli che li sviluppano tendono ad avere una malattia lieve, gli esperti hanno esaminato la quota di sintomatici. I dati analizzati sono stati raccolti tra l′1° settembre 2020 e il 22 febbraio 2021. Circa 1.734 i bambini che appunto hanno sviluppato sintomi e ricevuto un risultato positivo del test Pcr temporalmente vicino alla loro insorgenza.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Salvatore
Salvatore
5 Settembre 2021 13:48

Non avete ancora capito che bisogna bloccare la diffusione del virus per evitare l’insorgere di varianti che possono bucare il vaccino. Certo per i giovani non è pericoloso ma non vaccina dosi contribuiscono alla diffusione mettendo a rischio le categorie più fragili.

Maria B.
Maria B.
5 Settembre 2021 10:00

La realtà, gli studi … non interessano!
Voglio, posso e quindi comando quello che mi garba!
Non è vero quello che dico, e allora tanto il potere è mio e il mio pensiero, la mia parola è la verità e la realtà per tutti voi.
Su, obbedite e piantatela di ragionare.
Meno disturbo per tutti!

Ermione
Ermione
5 Settembre 2021 9:54

Se lo studioso tedesco ha confermato quello che sapeva e cioè che l’80 % dei decessi è attribuito al covid strumentalmente non è un problema di adulti o bambini ma di criminali che giocano con la salute. Che poi si voglia fare anche ai bambini denota il livello di pazzia. Per non essere scoperti vogliono far diventare tutti complici cosicché un domani quando tutto il baraccone implode la colpa sia di tutti e di nessuno…

art3mide
art3mide
5 Settembre 2021 9:32

Su youtube c’è un video di una ragazza che a Milano, con il biglietto del treno, cercava di entrare in stazione ed è stata fermata dalla polizia (forse il problema era che, stranamente era munita di biglietto? …)
Alla fine si è messa a discutere con i giornalisti.
Alla sua domanda se ci fosse una strage di bambini/ragazzi morti di covid, i giornalisti, in coro, hanno risposto sì, tantissimi.
E qui capisci che il lavaggio di cervello ha avuto successo.
SEGUE

luigi
luigi
5 Settembre 2021 9:04

Oltre all’assurdità del vaccinare questi ragazzi c’è poi quella burocratica. Mia figlia di 14 anni si è contagiata a scuola i primi di maggio asintomatica, non può ottenere il green pass perché non ha fatto il tampone in entrata. Avendo il sentore che si fosse contagiata visto che io e mia moglie abbiamo avuti lievi sintomi chiesi alla sua pediatra di prescrivermi un tampone, ma mi rispose che lei non li prescriveva per gli asintomatici. Ora vorrebbe che si vaccinasse, intanto per ogni sua attività sono costretto a sottoporla al supplizio dello stecchetto sul naso.

Strange
Strange
5 Settembre 2021 8:40

#andràtuttobene #celafaremo

Pigi
Pigi
5 Settembre 2021 7:56

Bisogna ripeterlo: questo è un governo patocratico, né più né meno del precedente.

https://it.wikipedia.org/wiki/Patocrazia

E’ perfettamente inutile cercare di far ragionare i patocrati e la cerchia dei loro sostenitori.
I patocrati non rispettano diritti e neanche gli impegni assunti poco prima.
I patocrati mentono con la stessa facilità con cui respirano.
I patocrati vanno solo tolti di mezzo.

Maria B.
Maria B.
5 Settembre 2021 2:51

Magari chi ci governa agisse in tal senso.
Ma dalle dichiarazioni sia del pdc che dei suoi ministri miracolati e dei loro aiutanti la manifesta volontà è di creare polarizzazione, lotta e odio tra gli italiani.
Sembra, uso questo termine perché nel clima di follia artatamente creato tutto è possibile, l’obbligo vaccinale non si possa fare prima dell’autorizzazione ema.
Certo se “tu vo’ fa’ l’americano” …