Esteri

2.8k Visualizzazioni

Trump a valanga anche in Sud Carolina. Ecco perché Nikki Haley non molla

Seguire le primarie negli Stati Uniti non è un mestiere per gente normale, visto che fare nottata è all’ordine del giorno. Invece di dover aspettare ore ed ore prima di conoscere il verdetto degli elettori del Palmetto State, è bastato aspettare meno di un minuto dalla chiusura ufficiale delle urne per avere la conferma di […]

3.5k Visualizzazioni

Occhio, accodarsi a Biden sul cessate il fuoco a Gaza non è lungimirante

Bisogna dare atto a Giorgia Meloni di aver saputo muoversi bene sulla scena europea e internazionale, accreditandosi come leader affidabile e responsabile. Sta masticando amaro chi non vedeva l’ora di alimentare la propria opposizione al governo con la narrazione di una Italia isolata e derisa. Non c’è il minimo appiglio per strumentalizzazioni di questo genere, […]

3.3k Visualizzazioni

Due anni di guerra in Ucraina: abbiamo imparato la lezione?

Dopo due anni esatti di invasione russa dell’Ucraina, noi occidentali abbiamo imparato la lezione? No, a giudicare dal comportamento dei governi della Nato. Promesse disattese Benché i governi europei e quello statunitense non finiscano mai di ripetere che il sostegno all’Ucraina è un nostro dovere morale, nessuno pare rendersi conto della posta in gioco e […]

4.4k Visualizzazioni

Perché le politiche di Trump potrebbero rafforzare Nato e Occidente

Emmanuel Macron, il presidente liberale della Francia, ha dichiarato nel 2019 che la Nato stava attraversando uno stato di “morte cerebrale”. Barack Obama, nel corso della sua presidenza, ha chiesto più di una volta che i membri della Nato pagassero la dovuta percentuale. Tuttavia, nessuno di questi leader fu accusato di essere un agente russo […]

2.9k Visualizzazioni

L’esodo dimenticato degli ebrei dal mondo islamico

Ogni anno, tra aprile e maggio, nel mondo ebraico si festeggia seguendo il calendario ebraico Yom HaAtzmaut (“Il Giorno dell’Indipendenza” in ebraico), per ricordare l’anniversario della fondazione di Israele, avvenuta il 14 maggio 1948 per il calendario gregoriano. Tuttavia, quello che per gli ebrei è il giorno in cui hanno ottenuto un loro Stato dopo […]

3.2k Visualizzazioni

Macron rispolvera l’Arco repubblicano, disperato tentativo di arginare Le Pen

Ricordiamo tutti l’arco costituzionale italiano. L’espressione, inventata negli anni ‘60-‘70 serviva a identificare i partiti che si autodefinivano conformi alla Costituzione: DC, PCI, PSI, PSDI, Liberali e Repubblicani. Esclusi dall’arco erano il Movimento Sociale Italiano, il Partito Radicale e Democrazia proletaria. Gli auto-legittimati includevano anche il Partito Comunista Italiano (PCI), che come ha scritto Valerio […]

4.9k Visualizzazioni

Guerra asimmetrica: cosa spinge a condannare Israele e giustificare Hamas

Più perdura la tragica guerra di Gaza (tragica come tutte le guerre), più gli israeliani diventano colpevoli di ogni cosa agli occhi della cultura woke – che purtroppo influenza con la sua ideologia non solo gli attivisti, che non perdono occasione di lanciare le accuse più infamanti, soprattutto quella di nazismo, ai discendenti delle vittime […]

3.4k Visualizzazioni

Le crisi della Cina comunista: economica, demografica e anche politica?

Si parla molto della crisi economica della Cina comunista. All’estero, ovviamente, poiché la ferrea censura del regime lascia trapelare ben poco. Ed è un fatto quanto meno strano che, in una Repubblica che si autodefinisce “popolare”, il popolo sappia poco o nulla dell’andamento dell’economia. Ogni tanto qualche cittadino osa pubblicare nei social network locali un […]

5.6k Visualizzazioni

L’Occidente-commerciale di Draghi: morto il modello Ue

Di nuovo, Mario Draghi è tornato a parlare. Di nuovo, ha mostrato di non essere più leuropeista, ma atlantico. E, di nuovo, la stampa italica pare averci capito un bel niente. Egli lo ha fatto a Washington, presso un club di economisti detto NABE (National Association for Business Economics), che gli ha consegnato un premio, […]

3.6k Visualizzazioni

Cosa è stata la rivoluzione di Maidan: Europa e indipendenza

Nel tardo autunno del 2013, gli ucraini iniziarono a manifestare contro il governo di Yanukovych nelle strade delle grandi città del Paese, da Odessa a Lviv, e perfino a Donetsk, ma il cuore della protesta si stabilì a Maidan Nezalezhnosti, ossia Piazza dell’Indipendenza, nella capitale ucraina. La contestazione sarebbe poi sfociata, nel febbraio dell’anno successivo, […]

5.3k Visualizzazioni

Storia di una morte annunciata: perché Navalny dava ancora fastidio a Putin

Alexei Navalny, unico oppositore di Putin ancora in vita, è morto in carcere ieri, nell’unità detentiva numero 3, ribattezzata “Lupo Polare”. Un luogo di morte, con condizioni igienico-sanitarie proibitive. Secondo un collaboratore di Navalny, Ivan Zhdanov, basta un’influenza per lasciarci la pelle. Una regione, quella di Yamalo-Nenets, sul Circolo Polare Artico, dove sono sempre finiti […]

4k Visualizzazioni

Il comodo slogan “due popoli, due stati” non basta per la pace

Sembra che l’opinione internazionale non aprioristicamente nemica di Israele si stia assestando su una precisa opzione politica di una “reazione sproporzionata” per l’oggi e di “due stati per due popoli” per il domani, non senza far precedere una dura condanna per il massacro del 7 ottobre e cercar di fugare ogni tentazione di antisemitismo. La […]

5.9k Visualizzazioni

Allarme Usa per la nuova minaccia russa: armi nucleari nello spazio

Allarme al Campidoglio di Washington. Ieri, a metà giornata, nel tardo pomeriggio in Italia, il presidente della Commissione Intelligence della Camera Mike Turner ha reso noto di aver messo a disposizione di tutti i membri del Congresso informazioni riguardanti una “grave minaccia alla sicurezza nazionale”. “Chiederò che il presidente Biden declassifichi tutte le informazioni riguardanti […]

4.2k Visualizzazioni

Starmer fa pulizia nel Labour: fuori gli antisemiti

Come aveva promesso all’atto della sua elezione, il nuovo leader del Partito laburista britannico, Keir Starmer, sta facendo piazza pulita delle sacche di antisemitismo ancora presenti nel Labour. Il Labour di Corbin Come si rammenterà, il precedente leader, Jeremy Corbyn, aveva sovente espresso posizioni non solo anti-israeliane, ma anche antisemite tout court. Corbyn era il […]

5.9k Visualizzazioni

I motivi inconfessabili dietro le pressioni di Biden su Netanyahu

La “reazione sproporzionata” Anche il ministro degli esteri italiano Antonio Tajani è caduto nella retorica onusiana e filo-palestinese della “reazione sproporzionata”. C’è da apprezzare Israele, in effetti, per la sua reazione “sproporzionata”. Perché, se la sua fosse stata una reazione proporzionata ai crimini commessi da Hamas il 7 ottobre scorso – ma in realtà almeno […]

4k Visualizzazioni

I travagliati rientri dei leader africani dal vertice di Roma

A fine gennaio, per due giorni, capi di Stato, ministri, capi di governo di 25 Paesi africani hanno partecipato a Roma al vertice organizzato dall’Italia per illustrare il Piano Mattei, un programma di cooperazione e sviluppo fondato, questo è l’impegno assunto, su buoni principi di collaborazione e rispetto reciproco, nel presupposto più volte ribadito che […]

4.7k Visualizzazioni

Punto Ucraina: armi e garanzie di sicurezza in vista del negoziato

Gli aiuti a Kiev La settimana scorsa, senza particolare risonanza mediatica, la Camera dei Deputati ha approvato il decreto legge che proroga fino a fine 2024 l’autorizzazione alla cessione di materiali e mezzi militari all’Ucraina. Il provvedimento ha trovato anche il consenso di parte delle minoranze e segue l’approvazione del Senato dello scorso 18 gennaio. […]

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli