Politics App

3.4k Visualizzazioni

Partito Democratico: la tregua finta prima delle scissioni

Già in febbraio, su queste colonne, avevo preconizzato per il Partito Democratico il medesimo destino che colse il fu Popolo della Libertà. A più di due mesi dalle elezioni politiche, per i Democratici è venuto il momento del redde rationem, che si risolverà in una o più scissioni che metteranno definitivamente in discussione l’esistenza stessa […]

3.9k Visualizzazioni

La noia delle consultazioni e la necessità d’innovare le istituzioni

“… Si rischia di andare incontro a un’instabilità cronica dei sistemi istituzionali dagli esiti imprevedibili”, scrivo nel mio recente saggio “Contro il pensiero breve. Capire la crisi delle democrazie liberali”. È trascorso ormai più di un mese dalle elezioni e si consuma, giorno dopo giorno, la liturgia stanca e barocca delle consultazioni. Ben due “giri”, […]

3.9k Visualizzazioni

E se il “centro” fosse il Movimento 5 Stelle?

L’Italia è l’unico Paese europeo dove le urne hanno sonoramente bocciato – e reso anche numericamente impossibili – le “larghe intese”: non è un caso che i grandi sconfitti delle ultime elezioni siano proprio i partiti che si erano resi protagonisti del patto del Nazareno. Il panorama politico italiano si muove così in controtendenza rispetto […]

2.8k Visualizzazioni

Il centrodestra non è morto. È morto il “metodo Berlusconi”

Il centrodestra è morto, anzi no. È morto il centrodestra così come lo conoscevamo dal 1994. È morto il centrodestra basato sul metodo Berlusconi: io sono il leader e il proprietario del partito più votato del centrodestra e dunque sono il capo della coalizione, perciò io decido e gli alleati possono solo tacitamente accodarsi; chi […]

3.4k Visualizzazioni

Verso un nuovo bipolarismo?

Le urne consegnano un panorama politico profondamente cambiato. Se il grande sconfitto di queste elezioni è, sicuramente, Matteo Renzi – e la sua concezione proprietaria del Partito Democratico – Silvio Berlusconi e Forza Italia non possono vantare una sorte migliore. Non è un caso che le due formazioni politiche più penalizzate in termini di consenso […]

3.9k Visualizzazioni

Con il voto del 4 marzo inizia la Repubblica post-ideologica

Le elezioni del 4 marzo segnano, anche per l’Italia, l’entrata nell’era della cosiddetta “politica post-ideologica”, dominata dai paradigmi comunicativi di internet e ormai definitivamente slegata dalle concezioni di sinistra e di destra tipiche del secolo scorso. In attesa di avere i dati definitivi e di poter così procedere ad un’analisi più approfondita, è possibile comunque […]

3.6k Visualizzazioni

Renzi l’”homo bonus” al capolinea e la sfida liberale al pensiero breve

L’Italia si accinge ad affrontare la tornata elettorale dopo aver assistito, in questi ultimi tre anni, alla rottamazione del renzismo. Il paradosso dell’ex sindaco di Firenze, che nel frattempo è diventato anche ex Presidente del Consiglio, è di essere stato la principale – l’unica? – reale vittima del suo ossessivo storytelling sul ricambio generazionale, divenuto […]

2.8k Visualizzazioni

La fine delle utopie: l’istituzionalizzazione del Movimento 5 Stelle

I giorni del “Vaffa Day”, della e-democracy, del non-statuto sono lontani: il Movimento 5 Stelle si avvia verso una compiuta istituzionalizzazione. Tale trasformazione è il risultato di quella che possiamo definire come la fine delle tre utopie. La prima a venire meno è l’utopia dell’uno vale uno e della democrazia diretta digitale, che agli albori […]

3k Visualizzazioni

Se la politica diventa scadente intrattenimento

Da molti anni sono inserite stabilmente nei palinsesti televisivi trasmissioni che mescolano informazione e intrattenimento. È il tanto decantato infotainment: la qualità scade nel trash, ma gli ascolti volano. Nei salotti di re e regine dell’infotainment si alterna una curiosa fauna avvezza alla rissa verbale e all’isteria. Tra capricci, lacrime, insulti e scoop fasulli, si […]

3.4k Visualizzazioni

I partiti post-Tangentopoli e l’inconcludente leaderismo

Chi ha vissuto le campagne elettorali post-Tangentopoli ricorda sicuramente una delle grandi ossessioni della sinistra: l’anti-berlusconismo. In particolare, uno degli j’accuse più in voga era rivolto a Forza Italia, bollata come un partito di plastica, padronale, aziendale e aziendalista; una struttura di potere a conduzione familiare, naturale prolungamento della volontà dell’allora Cavaliere. La politica, si […]

2.8k Visualizzazioni

Il segreto di Macron? La Quinta Repubblica

Emmanuel Macron tira le fila della politica europea e si conferma uno dei leader più interessanti della nostra contemporaneità. Frettolosamente venerato dai liberal(i) di casa nostra come colui in grado di salvare l’Unione Europea dai populismi e dall’ormai onnipresente “destra xenofoba e nazionalista”, si sta dimostrando – al contrario – un credibile erede del generale De […]