È giusto che lo Stato aiuti i Benetton?

Condividi questo articolo


In questi giorni la famiglia Benetton è tornata al centro del dibattito sulla questione Autostrade creando nuovi malumori all’interno del governo.

Il gruppo Atlantia ha infatti bloccato il piano degli investimenti a causa della mancata garanzia da parte dello Stato su un prestito di 1,25 miliardi. Buona parte della compagine grillina insiste per la revoca della concessione mentre il Pd e lo stesso Conte sembrano intenzionati a trovare un accordo diverso che scongiuri la revoca.

Ne hanno discusso nell’ultima puntata di Quarta Repubblica il videdirettore del Giornale, Francesco Maria Del Vigo, Jacopo Fo, Daniele Capezzone e Vittorio Sgarbi.

Dalla puntata del 25 maggio 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


2 Commenti

Scrivi un commento
  1. Negli anni scorsi era di moda cedere pezzi di Stato ai privati. Quindi anche la gestione autostradale. La cosa in sé non è disdicevole, anzi.
    Ciò che è grave, ingiustificabile è il mancato controllo periodico sulle attività sia tecniche che economiche. In più si aggiunga qualche risvolto penale, ed ecco dove siamo arrivati.

  2. Lo STATO ha messo in mano ai pricati un bene pubblico.Se Autostrade colpevole, lo STATO lo e’ il doppio esatto.
    Una verifica a scadenze fisse lo STATO non si preoccupa di farla?? I cittadini viaggiano su quel bene gestito dai privati… I Benetton sono dei furbi, chi gli ha messo nelle mani un bene del genere senza mai buttare un occhio cosa e’????
    Tra le altre cose lo Stato guadagna BILIARDI con le autostrade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *