Commenti all'articolo I verdi ci diffidano. E il prof Battaglia si scusa

Torna all'articolo
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Enzo Pennetta
Enzo Pennetta
19 Giugno 2019 22:53

Credo che a Bonelli e ai Verdi non convenga arrivare davanti ad un tribunale. Nella diffida ad esempio Battaglia è accusato di strumentalizzare una tragedia per attaccare i Verdi, cioè Battaglia è in fondo accusato di essere anche egli “un avvoltoio”, anche se loro non usano la parola, in realtà la questione si potrebbe quindi ribaltare anche in senso contrario. La via del tribunale inoltre non conviene loro anche per un secondo motivo, perché Battaglia ha portato dei numeri su quella tragedia affermando che sono, in proporzione, doppi in Italia che non a Taranto, qui i casi son due, o i numeri non sono veri e allora i Verdi potrebbero cogliere un facile successo semplicemente facendolo notare, o sono veri e allora ai Verdi non conviene alzare un polverone sulla materia.   Nell’articolo di Battaglia si vuole argomentare che Bonelli e i Verdi non riportano la verità sulla situazione e che oggi il contributo dal sole è inferiore a quello di quando nacquero i Verdi stessi, anche nei Paesi dove sono stati al governo, ebbene, anche qui il discorso è semplice, o i dati sono veri o sono falsi, altro non interessa. Si tratta di una normale controversia giornalistica e scientifica, qualcosa nella quale i tribunali non c’entrano nulla, una deriva legale sarebbe una sconfitta principalmente per la scienza e… Leggi il resto »

Valter
Valter
12 Giugno 2019 22:08

Complimenti per la scelta del termine “quacquaracquà” associato ai Verdi: nulla di più qualificante per definire delle persone che nient’altro che di aria fritta sanno disquisire.

sergio
sergio
12 Giugno 2019 17:38

Prof. sei un grande, hai risposto molto educatamente a persone che, con le loro bugie , instillano dubbi e paure nelle gente comune, e mi meraviglio come si può prestare orecchio a certa gente.
Complimente ancora Prof.

Cesare
Cesare
12 Giugno 2019 14:38

la popolazione mondiale è in continua ascesa …..,
il quoziente intellettivo è COSATANTE

aggiungere altro ?

sergio
sergio
12 Giugno 2019 12:11

Franco Battaglia Mi ritengo un pò gretino in quanto penso che Greta abbia messo il dito in UNA piaga aperta. L’aspetto che mi interessa è quello scientifico come anche per lei Ora la scienza utilizza il principio di non contraddizione per cui non posso essere vere due “cose” per lo stesso fenomeno altrimenti non è scienza e possiamo scrivere di teoria, ipotesi ecc. – Ebbene, evidenziai queste contraddizioni sul suo blog nei commenti di un articolo (linkato) ma, dopo tre mesi, nessuna risposta. Più preoccupanti ritengo gli errori di conoscenza scientifica che una studentessa come Greta SICURAMENTE noterebbe ma che sono affermati e diffusi da un professore univeristario nella sua disciplina. Ergo: prof Battaglia può rispondere se quelli da me evidenziati sono errori oppure ha ragione lei, motivandolo ovviamente. Greta credo vada a scuola per imparare ma lei, credo, vada a scuola per insegnare. https://www.nicolaporro.it/greta-mattarella-e-la-bufala-della-crisi-climatica/ Per chi legge, è uno dei primi commenti andando in fondo alla pagina. – LA SCIENZA MERITA RISPETTO PROFESSORE Lei: “…Ma si può essere più fessi?..” Mi dichiaro “gretino” ed in quanto tale uso le conoscenze delle scuole medie per verificare il livello espresso in questo articolo divulgativo di “scienza” (sigh!!!). Comincio con chiedermi: chi è Celsius? Un professore di astronomia che propose una scala graduata per misurare oggettivamente le temperature. Scala su base 100… Leggi il resto »

rocco
rocco
12 Giugno 2019 11:49

L’uso strumentale dei bambini è, purtroppo, passi comune nella lotta politica. Ad esempio, chi si ricorda la foto del bambino roinghya morto sulla spiaggia, ( questo https://www.articolo21.org/wp-content/uploads/2017/01/mohammed-shohayet-tinha-16-meses-de-idade.jpg ) che tanta indignazione ha provocato nella sensibilità comune ed usata per mostrare al mondo la brutalità dei buddhisti del Myanmar e per mostrare la persecuzione delle minoranze islamiche? A differenza della foto di Alan Kurdi, qui non vi è un panorama, e, parlando con l’amico fruttivendolo del Bangladesh, mi ha detto che i roinghya hanno la pelle scura e non rosa come appare nella foto. A me personalmente vengono dei dubbi sull’autenticità di certe immagini, proprio per il fatto che l’uso dei bambini può essere strumentale e colpire la sensibilità e sfruttarla in maniera politica. Lo stesso vale per altre immagini, visibilmente taroccate, usate per sostenere battaglie politiche ( una di questa è il famoso granchio-Pepsi dove è evidentissimo il fotoritocco in quanto vi è l’anello per aprire la lattina https://www.lettera43.it/aragosta-pepsi-mare-inquinato/ ) . E lo stesso vale per il filmato dell’orso polare rinsecchito (per i cambiamenti climatici? boh, lo diranno solo dopo un anno gli autori stessi del filmato http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=auto&tl=it&u=https%3A%2F%2Fnews.nationalgeographic.com%2F2017%2F12%2Fpolar-bear-starving-arctic-sea-ice-melt-climate-change-spd%2F ) che sulla piccola Greta ha fatto tanta impressione e la stessa piccola ed adolescente Greta di propria volonta o usata (boh, neanche questo possiamo saperlo con certezza) diventata paladina dell’ambientalismo (una… Leggi il resto »