Commenti all'articolo La mutazione democristiana del Movimento Cinque Stelle

Torna all'articolo
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ancoraparli
ancoraparli
4 Dicembre 2019 22:43

I NUOVI (VECCHI) MOSTRI queste sardine spero tanto siano i nuovi girotondisti, visto la veloce brutta fine che hanno fatto, ma temo proprio che siano i nuovi 5 stelle. stessa ignoranza, stessa vacuità di pensiero, stesso fasullo furore antisistema, stesso immancabile antifascismo da operetta, stessa piena, totale e irreversibile nullità morale, intellettuale culturale e politica.e, cosa peggiore, stesso orientamento ideologico.altro che apartitici, una delle tante balle che raccontano, infatti hanno già minacciato di entrare in politica,ovviamente saldamente posizionati a sinistra, e non ho dubbi che qualche decina di migliaia di imbecilli ci cascherà un’altra volta, con gli aspiranti nuovi raggi,appendino, lezzi, trenta, toninelli e di maio ad attenderli.forse l’unica differenza è che non sono dei falliti morti di fame come gli ex vaffanculisti asserragliati in parlamento a far finta di sostenere questa incredibile caricatura di governo degna del peggior Bagaglino ma in realtà solo ed esclusivamente per continuare ad arraffare i lauti stipendi(a proposito ma non dovevano,”primaditutto”,tagliarli??)e godere dei vari privilegi della Casta che li logoravano solo quando non ce li avevano. questi pagliacci sono in gran parte fighetti radical chic che invece che sulle spalle degli italiani al momento campano su quelle del loro paparino avvocato o industrialotto piccolo(-grande) BORGHESE, rivoluzionari da happy hour che vorrebbero cambiare il mondo e non saprebbero nemmeno cambiare una lampadina e sapete perchè?… Leggi il resto »

carlo
carlo
3 Dicembre 2019 18:03

Accostare la DC a questi “catapultati” della politica, mi sembra proprio un azzardo! Non ho vissuto la I Repubblica, in quanto avevo 12 anni quando cominciò la “II”, ma la mia idea di DC è che l’attitudine fosse quella di dire poco, dosando le parole, in 2 parole: diplomazia e ponderatezza. Ora, associare “diplomazia e ponderatezza” alle farneticazioni di Di Maio e Conte (giusto per stare in argomento, perché il gruppo èsarebbe bello ampio e trasversale a tutte le forze politiche!), mi pare proprio improponibile! La politica della sinistra (quindi M5S comopreso), è questa: “siamo fermamente a favore della cosa X, ma in realtà NO”. Oppure: “siamo fermamente contrari alla cosa Y, ma in realtà SI'”. La politica ormai è tutta qua. Renzie? E’ assolutamente a favore della clausola di salvaguardia all’ILVA! Ma in realtà NO, perché vota per toglierla.”. Di Maio? E’ totalmente, irrevocabilmente, fermamente, coraggiosamente CONTRARIO al MES così com’è! Ma in realtà SI’. Perché se dice che il governo non cadrà su quello, significa che comunque darà la fiducia. Conte? Lui NON ha firmato niente. Però in realtà SI’! E questa sarebbe una mutazione democristiana?? Questi sono un branco di BUFFONI, che pensano di poter vendere un escremento, spacciandolo per oro a uno e per platino ad un altro. E hanno anche l’incredibile sfacciataggine di credersi dei… Leggi il resto »