in

Le vere donne violate di cui Rula non parlerà mai - Seconda parte

Dimensioni testo

Il Pakistan può continuare tranquillamente a perseguitare i cristiani, a favorire il rapimento e lo stupro delle ragazze cristiane, a uccidere chi chiede di non essere discriminato, tanto nessuno farà mai un monologo o una denuncia come si deve da nessun palco con una certa eco. E nessuno racconterà  delle torturatrici della polizia religiosa istituita dall’Isis a Raqqa. Dove l’organizzazione terroristica aveva istituito una vera gestapo al femminile.

Donne che torturano altre donne e una sola la parola d’ordine: rapire, colpire, torturare e uccidere le infedeli, le donne crociate o semplicemente senza velo. La violenza sulle donne è una cosa seria, ma di quella vera e diffusa nessuno ne parlerà mai, perché troppo brutale per i discorsi che devono piacere a tutti quelli che piacciono. Troppo complessa per l’evanescente ideologia di cui è imbevuta quella approvata dal pensiero unico.

Lorenza Formicola, 12 febbraio 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
37 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Carmen Delly
Carmen Delly
24 Settembre 2020 18:19

La JABREAL, SEMPRE A FRIGNARE a LA7 CONTRO ITALIANI SOVRANISTI, UNA DONNA CHE SPARA ODIO E VELENO CON LA BAVA ALLA BOCCA, CONTRO TUTTI…. ITALIANI E AMERICANI CHE NON LA PENSANO COME LEI, VERAMENTE RACCAPRICCIANTE, L’ODIO IN PERSONA!! SE ISLAM È COSÌ MODERATO COME DICE LEI, PERCHÈ VIVE IN OCCIDENTE CON NOI RAZZISTI?
I Razzisti siete voi ARABI, CHE CI CHIAMATE….. CANI INFEDELI 17 VOLTE AL GIORNO, poi rompe le scatole e frigna sul razzismo.
Chiamate….. MAGDI CRISTIANO ALLAM, a parlare di sovranismo, e non quella sgradevole…. Jebreal.
PS, NON DIMENTICATE LA FAKE CONTRO TRUMP, ODIOSA…..UCCIDEREBBE TRUMP E SALVINI, SE NON FOSSE PUNITA….. ISLAM CHE AVANZA CON QUESTA BAVOSA FANATICA!!!!

trackback
RULA JEBREAL E IL SUO COMMOVENTE MONOLOGO | ilblogdibarbara
15 Febbraio 2020 21:56

[…] Donne che torturano altre donne e una sola la parola d’ordine: rapire, colpire, torturare e uccidere le infedeli, le donne crociate o semplicemente senza velo. La violenza sulle donne è una cosa seria, ma di quella vera e diffusa nessuno ne parlerà mai, perché troppo brutale per i discorsi che devono piacere a tutti quelli che piacciono. Troppo complessa per l’evanescente ideologia di cui è imbevuta quella approvata dal pensiero unico. (qui) […]

Alessandro C
Alessandro C
15 Febbraio 2020 14:08

Caduta di stile, signor Porro. Sembra abbia voluto appositamente decontestualizzare il discorso di Sanremo. Peccato

Saverio Losurdo
Saverio Losurdo
13 Febbraio 2020 22:42

Faccio fatica capire la logica di questo articolo. Vuole dimostrare che nella cultura araba ed islamica vi è razzismo, violenza, ecc? Ah be’ noi progressisti lo sappiano molto molto bene, e dove di grazia avremmo negato tutto questo? Mette assieme pezzi frammenti da lei liberamente interpretati ed emette un verdetto di condanna: i progressisti sono degli ipocriti! Cioè per non essere ipocriti cosa si dovrebbe fare? Cacciare da ogni paese dell’occidente gli islamici? Chiudere le frontiere? Scendere in piazza contro musulmani ed arabi? In piazza noi ci siamo per Giulio Regemi denunciando Egitto ed il suo governo (la destra dove è?), ci piacerebbe che questo governo avesse più coraggio e meno paura, che cancellasse i decreti sicurezza, che riscriva la legge sull’immigrazione, che consideri cittadino italiano ogni persona che nasce in Italia. Ma non perché sono belli o brutti bravi o no, semplicemente perché crediamo che la terra, questa terra, debba essere governata da chi nasce qui. Poi aggiungo che è molto probabile che questi arabi e musulmani, una volta diventati cittadini italiani, votino Salvini, anzi togliere il probabile, certamente lo faranno. Un ultima cosa: Rula ha pubblicato una foto, siete voi che vi siete scatenati in interpretazioni e supposizioni. Dovreste conoscere la differenza tra un fatto ed un pensiero, i pensieri non sono fatti sono pensieri, diventano fatti quando… Leggi il resto »

gianfranco benetti longhini
gianfranco benetti longhini
13 Febbraio 2020 20:02

Non ho usato il LINK attivo, per evitare uso improprio, dunque bisogna copiarlo e poi inserirlo nel browser.

https://yt2fb.com/video/ayaan-hirsi-ali-on-the-west-dawa-and-islam/?fbclid=IwAR3e4lKdHnl83CdkI58O5q5epP_Ija3JgIPCGa3rFhpNAxMMO3h0eHdXENw

Purtroppo è in Inglese, ma parlato molto bene dalla “Signora” di nazionalità Somala, che spiega in modo ineccepibile il problema dei maschi mussulmani, e come la loro religione viene usata contro la cultura occidentale.

nuccio viglietti
13 Febbraio 2020 9:32

La valchiria araba così puntuale nello scherzare fisicamente Trump non si sottraeva solo alcuni anni addietro a foto immortalanti abbracciata a satiro Weinstein…cosa non si fa per la carriera anche se sei vergine e valchiria…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Roberto
Roberto
12 Febbraio 2020 23:13

Rula, bellissimo monologo, applausi meritati , ma a quando lo stesso monologo in una tv islamica? In un paese islamico?

Sabrina Taurchini
Sabrina Taurchini
12 Febbraio 2020 20:47

Occorrerebbe una donna che leggesse questo articolo a voce elevatissima!