Commenti all'articolo L’insopportabile fanfara mediatica pro Conte

Torna all'articolo
guest
69 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Arminius
Arminius
17 Marzo 2020 14:48

La paura, ed ancor più il terrore, sono un toccasana per il potere costituito. Il gregge si compatta intorno al pastore che può così rassicurare le sue pecore promettendo protezione. Se non ci pensa la natura con terremoti, alluvioni e pademie allora sono i governi stessi che diffondono il panico per consolidare la loro posizione minata dalla diminuzione dei consensi. Come? Ecco per esempio una delle tante ricette. Si fa una bella scorta di immigrati senz’arte nè parte, li si lascia girovagare liberamente specie di notte – così la gente per bene ha paura e se ne sta chiusa in casa intimorita – e poi quando succede qualcosa di eclatante si fa propaganda dicendo che ci sono le istituzioni a proteggere il cittadino. Stessa strategia per la delinquenza diffusa la cui pericolosità viene subito sminuita chiamandola “micro-criminalità”. Si depenalizzano di volta in volta i reati con il pretesto che i tribunali sono intasati e le carceri sono strapiene e nel contempo si perdonano i delinquenti con una magistratura connivente. Ora possiamo capire perché anche quelli che fino a ieri erano i più scettici verso i governanti, adesso escono sui balconi a cantare l’inno di Mameli e a stringere sul cuore la fotografia del PdR, dimenticando che è stato proprio lui a dare il benestare a questo governo di voltagabbana fregandosene… Leggi il resto »

Giacomo
Giacomo
17 Marzo 2020 0:46

Suppongo che questo commento sia una risposta per me. Se guarda bene, non è Salvini che divide l’opinone pubblica più di tanto, ma sono i tifosi antisalviniani e tanti mezzi d’informazione che lo fanno; certo, chi lo sostiene spesso non si sottrae allo scontro per abbassare i toni e neppure lui la manda a dire, ma possibile che lo si additi per ogni male? Lei ha fatto l’esempio delle Sardine, e quale esempio migliore per provare quanto dico e confutare quel che lei afferma! Le Sardine sono (state) un movimento d’odio che ha fatto comodo alle sinistre contro Salvini e contro la destra: nessuno stimolo per il Paese, nessuna riflessione seria, solo un aprioristico no, solo un’aprioristica lotta contro le opposizioni, che sarebbe ridicola se non fosse tragica. Sul citofono: magari se lo poteva risparmiare, ma di cosa stiamo parlando? È quello il problema dell’Italia? Purtroppo quel che lei chiama “rassicurante” è il velo che le sinistre (non parlo solo di Conte) hanno usato ed imparato ad usare per sembrare “moderati” e quindi “ragionevoli” agli occhi delle persone; poi dietro a questo velo si nasconde il problema. È una strategia comunicativa, vincente forse, ma deleteria per l’interesse nazionale, perché quello che conta non è come si dice qualcosa, ma cosa si fa. Come nota vorrei sottolineare che soprattutto a chi… Leggi il resto »

Belzeb
Belzeb
16 Marzo 2020 20:54

I presidenti del NORD, mi pare, abbiano BEN SAPUTO, ignorare CONTE & C., andando avanti per la loro strada, con le loro scelte, irrevocabili per l’emergenza.

Problema:

CONTE insieme agli europeisti traditori degli interessi italiani, Mario Monti 1° della lista, probabilmente ci fregherà facendoci pagare il fondo salva stati ESM. Occorre un processo di popolo a questi ipocriti finti economisti per riprendeci sovranità economica e politica.

USCIAMO DALL’EUROPA prima possibile altrimenti moriremo asfissiati dalle loro estorsioni

Jerome Borrelli
Jerome Borrelli
16 Marzo 2020 20:29

Resto attonito di fronte a certe parole, ne vengo disturbato per la voglia di protagonismo e l’incapacità a leggere cosa stia succedendo attorno a loro  “Tornare a votare il prima possibile. Fratelli d’Italia continuerà a battersi perché gli italiani possano tornare a votare e avere un governo che li rappresenti appieno”. Parole sue, di Giorgia Meloni. Di stamani. Non di un mese fa. Di stamani che abbiamo superato i 20mila contagiati. Di stamani che siamo a oltre 1600 pazienti in terapia intensiva. Di questo lunedì in cui l’Italia si sveglia ancora una volta con le mani nei capelli. In tutto questo, Fratelli d’Italia “continuerà a battersi perché gli italiani possano tornare a votare”. Proviamo a rimanere calmi. E diciamo solo una cosa. Meloni, mentre Fratelli d’Italia continua a battersi per andare in campagna elettorale, c’è un’Italia che sta continuando a battersi per qualcosa di forse un po’ più urgente: a battersi perché gli italiani non finiscano con un respiratore in gola. Perché gli italiani non perdano chi amano. Perché aziende e lavoratori non finiscano sul lastrico. Per tutto, medici, infermieri, operatori e servitori dello Stato si stanno battendo. Non per andare al voto e incassare consenso elettorale così da triplicare parlamentari. Oggi lei ha scritto una delle pagine più vergognose di questa crisi. Superando tutti i limiti. E dandoci l’idea,… Leggi il resto »

mariag
mariag
16 Marzo 2020 19:23

ma ci torneremo mai alla normalità democratica? Ho sempre pensato che ciascuno giudica con il proprio metro e questi da tempo accusano gli altri di fascismo e autoritarismo.

mariag
mariag
16 Marzo 2020 19:23

ma ci torneremo mai alla normalità democratica? Ho sempre pensato che ciascuno giudica con il proprio metro e questi da tempo accusano gli altri di fascismo e autoritarismo.