Commenti all'articolo Lopalco getta la mascherina: pronto a sostenere Emiliano

Torna all'articolo
Avatar
guest
18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mario Giovanetti
Mario Giovanetti
22 Luglio 2020 18:57

Guardate …..è sufficiente osservarli in faccia quando parlano in televisione, l’espressione indica chi sono, se di SX sono contratti, sguardo truce e pieno di se, arroganti e se contraddetti, si irritano subito perchè non sono abituati se non alle lusinghe dei vari conduttori loro pari.

I virologi (o pseudo tali) poi in questi mesi hanno fatto scuola!

Utnapishtim
Utnapishtim
10 Luglio 2020 22:17

Articolo perfetto in sé, a cui mi azzardo espungere un microscopico neo, una cosuccia da nulla: caro Del Papa, gli sciamani son gente seria, professionisti affidabili e collaudati. Codesti “virologi” (si fa per dire) son catzari calzati e vestiti, utili solo a gonfiarsi il portafoglio.

Giovanna
Giovanna
10 Luglio 2020 19:26

Lopalco ha tutte le carte in regola per candidarsi nel PD: spocchioso, arrogante, supponente, pieno di sé quanto basta. Suppongo che, professionalmente parlando, fosse un po’ “a piedi” prima che la pandemia gli desse visibilità, vista la velocità con cui e’ salito, in corsa, sul treno di Emiliano. Dopo aver toppato clamorosamente sui numeri del virus del mese di giugno e dopo che i suoi anatemi catastrofici si sono rivelati una mera sparata, forse è meglio che si dedichi ad altro: ippica o politica non importa, basta non ritrovarcelo più come virologo!

Ghino di Tacco
Ghino di Tacco
10 Luglio 2020 18:29

Battute ironiche a parte sul “felpone” (immagino che il lettore dal cognome “fragile” si riferisca a Salvini, con disprezzo palese e fine a se stesso, tipico di quando non si hanno argomenti seri di cui trattare, sarebbe stato sufficiente al “frugale” andarsi a leggere le performances accademiche di tale Lo Palco sul website Scopus, insieme a quelle di Burioni, Capua, Crisanti, Ricciardi e tutti gli altri super-geni scelti dal Bis-Conte e dai 5S in particolare (evito Arcuri, in quanto non lo farebbero nemmeno indicizzare sul Corrierino dei Piccoli o Topolino) e vedere la mediocrità scientifico-accademica di costui e costoro. Zangrillo direte voi? C’e’ anche lui, ed è l’unico con produzione in crescita e continua e costante. Ovvio che chi è un perdente in Scienza si dia alla politica, almeno in Italia funziona cosí. Come direbbe Zaia: ragionateci sopra…!