in

L’ultima farsa: il Nobel ai cacciatori di fake news - Seconda parte

Dimensioni testo

Comunque, i fact checkers sono senza dubbio la scelta giusta. È evidente infatti che in un mondo in cui sono i governi a stabilire cosa possiamo fare, quando e con chi, il ruolo di chi ci deve dire cosa è vero e cosa no diventa, oserei dire, vitale. Inutile affidarsi al buon senso delle persone. La disinformazione genera mostri, come Trump. Inutile affidarsi alla libertà e alla responsabilità di ognuno quando ci sono di mezzo i privati. Ci vogliono leggi e authority per disciplinare i social network, che sono nati liberi ma che in qualche modo devono essere imbrigliati.

I nuovi eroi sono loro. I vigilanti del web. Degli oracoli viventi che riescono a metterci al riparo non solo da fatti non veri ma anche da opinioni pericolose. Questo articolo, per esempio, potrà forse fregare l’algoritmo di Facebook ma i fact checkers, coglieranno di certo l’ironia e riporteranno il lettore sulla retta via. Awomen.

P.s. se avete altre candidature interessanti da proporre oltre alle mie, scrivetele pure nei commenti. Abbiamo tempo fino al 31 gennaio per presentarle a Oslo. Ovviamente Satana mi è stato già proposto.

Nicolò Petrali, 26 gennaio 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Raffaello Rota
Raffaello Rota
27 Gennaio 2021 13:30

Dart Fener con il “lato oscuro della forza ” …Tipo Conte 3 °!

Mauro Tozzi
Mauro Tozzi
27 Gennaio 2021 11:59

Ma cosa c’entrano le fake news con la pace?

marcor
marcor
27 Gennaio 2021 1:26

Io propongo Soros. In alternativa il porcellino coreano, il governatore cinese del Tibet, I Rothschild, il figlio ucraino del Bidone, il prigioniero politico Battisti.

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
26 Gennaio 2021 22:27

Propongo il premio Nobel per la pace a chi ha smascherato gli autori dell’ignobile panzana di “Trump eletto grazie ai pirati informatici al soldo di Putin”. Una panzana degna di Goebbels e di Vyšinskij.

giùalnord
giùalnord
26 Gennaio 2021 21:38

Potremmo chiedere la candidatura di Conte come emerito neo politico arrivato dal nulla:il nobel varrà come Conte ter(un premier e tre governi).Mai visto una cosa del genere nella storia repubblicana…credo!

Gianluca
Gianluca
26 Gennaio 2021 21:34

Nel corso dell’ultimo decennio il Nobel per la Pace è stato assegnato, per l’evidente carenza di persone fisiche attendibili (il mondo si sta incarognendo a vista d’occhio), a programmi come il World food program o l’International campaign to abolish nuclear weapons, poi l’hanno dato ad associazioni come il Quartetto per il dialogo nazionale tunisino e all’OPAC (?) e quindi, udite udite, all’Unione Europea, presumibilmente per la sua incapacità di dotarsi di un minimo di deterrenza militare. A chi assegnarlo nel 2021? A Donald Trump, ovvio, manco una guerra sotto la sua presidenza, Biden ha già iniziato a minacciare la Cina…

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
26 Gennaio 2021 21:09

Il mondo sta diventando una farsa.

Jimbo
Jimbo
26 Gennaio 2021 19:58

Ricordo male o Barack il bombarolo vinse il Nobel per la pace ?