in

Negli Usa ricominciano ad abbattere le statue - Seconda parte

Dimensioni testo

Già. Lee amava l’Unione per la quale aveva combattuto con onore. Ma amava soprattutto il suo stato, la sua casa e la sua famiglia che si trovavano proprio al di là del fiume Potomac, poco distanti da Washington. Per questo rifiutò l’incarico che gli fu offerto da Lincoln stesso di comandare l’esercito del Nord. Per questo si è guadagnato quella gloria eterna che nessuna operazione politica o sociale potrà mai oscurare. Non resta che augurare al nuovo monumento della Johns una felice convivenza con le statue di Jefferson Davis e John Calhoun, confederati doc. Non si sa mai che possa mettere una buona parola per quando, a breve, verranno a prendere anche loro.

Nicolò Petrali, 23 dicembre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Sessismo ovunque. Un'altra statua nel mirino delle femministe | www.agerecontra.it
28 Settembre 2021 9:01

[…] eliminare i simboli di un passato dai contorni opachi. E invece no. Infatti, dopo aver estirpato gli eroi della vecchia Confederazione sudista e Cristoforo Colombo, la cancel culture è arrivata anche in Europa, prima in Inghilterra […]

trackback
Sessimo ovunque. Un'altra statua nel mirino delle femmiste - Redazione
27 Settembre 2021 18:41

[…] ad eliminare i simboli di un passato dai contorni opachi. E invece no. Infatti, dopo aver estirpato gli eroi della vecchia Confederazione sudista e Cristoforo Colombo, la cancel culture è arrivata anche in […]

Laval
Laval
25 Dicembre 2020 16:08

Rispondo ai vari commenti di paolospicchidi@:
Chi lascia liberi i delinquenti è il ministro Alfonso Bonafede dei5stelle, a proposito di Flavio Tosi è indagato e si dichiara innocente, lo vuoi condannare te?
Di malefatte nella giustizia ne abbiamo viste anche troppe, aspettiamo la condanna.
In Emilia Romagna e in Lombardia l’avvento Ndrangheta era già avvenuto e per motivi cosiddetti di salute al boss di Melicucco sono stati concessi gli arresti domiciliari per lavorare meglio.
La via della seta l’ha aperta Prodi con tutto il PD e i 5stelle senza alcuna precauzione e questo è uno dei motivi della Brexit, come quello dei clandestini.
Le statue sono il simbolismo di una cultura storica che non vanno rimosse, si possono aggiungere, ma mai nasconderle.
In questo modo i posteri potranno confrontare la storia di Garibaldi con quella di Lenin, ma se tu mi elimini la statua di Garibaldi vedranno solo Lenin che è quello che tu vuoi, probabilmente.

Giuseppe Spotti
Giuseppe Spotti
24 Dicembre 2020 22:59

Idioti e ********

Andrea
Andrea
24 Dicembre 2020 19:05

L’ analisi storica puo’ essere affrontata in modi diversi, tra questi analizzando oggettivamente o soggettivamente e contestualizzando o attualizzando i fatti che la compongono.

Ad esempio molto spesso. e a ragione, si dice che la storia sia il racconto dei vincitori. Un’analisi arbitraria da un punto di vista ex post cioe’ a posteriori (soggettivo ed attualizzato). Ma questo e’ solo uno degli esempi.

Per questo non mi scompone eccessivamente questa sorta di revisionismo perche’, a ben guardare, succede di continuo anche qui a casa nostra forse qui piu’ lentamente rispetto altrove.

Come dire, la storia e’ sempre liquida e mutevole.

BUNNIE
BUNNIE
24 Dicembre 2020 16:56

Gli idioti odiatori seriali in servizio permanente attivo vanno tenuti occupati, in allenamento.
Saranno così pronti, allenati e in forma per “massacrare” il prossimo personaggio pericoloso non allineato con il pensiero”liberal” .

Lucatramil
Lucatramil
24 Dicembre 2020 16:55

A parte i laureati in Quella materia, gli americani non hanno il senso della Storia. Sarebbe servito di piú alla giusta causa anti- razzista lasciare un esponente del vecchio Sud insieme alla nuova statua della attivista nera, per dimostrare il progresso dell’Unione.
Mi spiace che anche molti giornali non politicamente corretti dimentichino che episodi di razzismo avvennero anche sotto Obama (colui che annulló il contratto elicotteri Leonardo, chissá se lo avesse fatto Trump). Semmai c’é da chiedersi come mai la polizia Usa si comporti spesso cosí. Tutte le polizie hanno a che fare con manigoldi quotidianamente, ma non si comportano cosí anche dopo averne neutralizzato un presunto delinquente.

paolospicchidi@
paolospicchidi@
24 Dicembre 2020 15:52

Chiedo scusa per il mio stampatello maiuscolo, non era e non e` mia intenzione urlare, volevo solo dare risalto ad alcune parti dei miei post. Comunque Buon Natale a tutti.