Quando Bonafede diceva: “I vaccini provocano l’autismo”

Condividi questo articolo


Vedete questo post? Sta circolando in questi giorni sui social. Risale al 2010, l’epoca in cui il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, era un semplice attivista del Movimento 5 stelle. E indovinate di cosa si vantava con Beppe Grillo? Di aver avviato una battaglia sui “danni da vaccinazione” e di aver avuto un “collega di studio” legale che era riuscito a “far ottenere un indennizzo per un bambino autistico”.

Erano gli anni in cui i pentastellati credevano alle fake news (ampiamente smentite dalla comunità scientifica, come spiega bene l’Iss in una sezione apposita del suo sito) sui vaccini che provocano disturbi cognitivi.

Ironia della sorte: adesso, quegli stessi grillini, tra cui Bonafede, devono fare da testimonial alla vaccinazione anti-Covid – peraltro, in assenza di un numero sufficiente di dosi e con un piano che fa acqua da tutte le parti.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


21 Commenti

Scrivi un commento
  1. Quando Bonafede diceva…!
    Questa è davvero bella!
    Si potrebbe scrivere una sconfinata antologia su quello che dicevano i politici italiani. Debole, troppo debole questa argomentazione per denigrare il ministro!

    • @Giorgio
      Vogliamo parlare della scarcerazione dei boss mafiosi ordinata da questo “ministro”? Le basta quest’altra argomentazione?

      • Purtroppo il tifo da stadio per questa massa di buffoni e saltimbanchi (che tra l’altro testimonia proprio l’origine da cui provengono) è tale, che anche il semplice ragionamento (non quindi scienza e “tuttologia” che questi ultras – spesso di bassa cultura e livello cognitivo – tirano in ballo per avvalorare le loro fandonie) si è piegato al desiderio fazioso di sopraffazione del fatto, da parte dell’opinione. Questa è quella stessa gente che credeva ad una Terra piatta, a vaccini killer, scie chimiche, piani Kalergi, falsi allunaggi, ma che ora si veste con tonache da santoni predicatori di quella stessa scienza, che prima dichiaravano essere utilizzata come “religione” e la scuola un mezzo di indottrinamento. Se qualcuno non crede a queste notizie, basta andare in giro sul web e vedere i social dove questa gente interveniva (ed interviene tutt’ora), per capire il tenore socio-culturale dei loro discorsi. Gente che è arrivata ad affermare (nei peggiori momenti di crepuscolo dell’intelletto) che viviamo in una “Matrix”, una realtà finta, in cui (come nella celebre saga) si fa credere che si vive bene, mentre invece ci sono sionisti ed alieni (giuro) che si cibano dell’umanità… E questi malati di mente (non Salvini, Meloni, Berlusconi…) poi, magari, sono gli stessi che oggi danno del “negazionista” (termine orribile dell’attuale neolingua) a chi va contro a questo governo di terrapiattisti-NoVax a 5 stelle, pidioti, liberi (e meno male!) e uguali, sinistra ecologia e libertà (evidentemente per la sinistra la contraddizione è un vanto) e caravan serraglio di sinistri annesso e connesso.

  2. Credo che dire che hanno la faccia come il xulo sia ormai inutile ed obsoleto. Questi sono i disertori, quelli che cambiano banda, che sono pronti a vendere la madre, quelli che ti spergiurano una cosa e dopo poco se la rimangiano. Tutto ciò sarebbe scusabile in un qualsiasi impiegatuccio che vuole far carriera ma in un ministro della Repubblica no, questo non è tollerabile. Antepongono la poltroncina alla faccia, all’onore, alla posizione sociale ed a quella deontologica. Abbiamo avuto tanti governi da schifo ma mai così in basso.

  3. Non è sbagliato cambiare idea ed opinione, se questo avviene dopo un percorso di maturazione e crescita personale, ciò che è sbagliato secondo me è credersi divulgatori del Verbo, in settori che non fanno parte delle nostre conoscenze ( ed anche lì è sempre consigliabile andare con i piedi di piombo, perché l’uomo è sempre molto piccolo di fronte al sapere). Invece, sempre più spesso, ci sono “personaggi” che per amore del potere e del denaro, si ergono a paladini delle GRANDI VERITÀ…che poi grandi verità non sono. Quanti esempi abbiamo di idee del passato che sono state modificate dalle nuove possibilità di studio o addirittura cambiate completamente. Per questo ritengo che la mente dell’uomo deve essere sempre pronta al cambiamento, deve sempre essere pronta, a riconoscere i propri sbagli e ad assumersi le proprie responsabilità. Ma questo oggi succede sempre più di rado, specie tra i nostri governanti, il tutto, molto spesso, per paura di perdere “la poltrona”. Ho quasi 70 anni e vedere come siamo ridotti…fa veramente male al cuore…. non siamo riusciti a realizzare tutto quello in cui credevamo ed ora per noi il tempo va scemando. Ma voglio credere con ottimismo nelle nuove generazioni, sono sicura che fra di loro, ci sono tantissime persone DOC. I periodi neri ci sono sempre stati nella storia, questo sarà uno di quelli e da eterna ottimista dico che dopo la tempesta torna sempre il sole!

  4. Quando guardo la fotografia e vedo e mi ricordo chie è il ministro della giustizia nel paese viene la pelle d’oca.
    Roba da far tremare i polsi.

    Poi si chiedono perchè questo povero paese nello scacchiere internazionale conta meno di nulla…questo è uno scugnizzo (con rispetto per gli scugnizzi tra l’altro).

  5. Questo articolo non mi è piaciuto in parte: ho apprezzato quella in cui si parla del voltafaccia di Bonafede ma non quella in cui si dice con certezza che i vaccini non danno assolutamente effetti collaterali.
    Caro Porro una mente libera, specie in questo momente in cui la ragione è di chi paga( case farmaceutiche) io lascerei uno spazio al dubbio e alla ricerca di ciò che è scientificamente vero e non vero perché supportato da scienzati assoldati dal sistema.
    Saluti

    • Caro/a Bru
      La parola farmaco deriva dal greco e, in greco, il suo significato à “veleno”. Faccio questa premessa per sottolineare che NON esiste farmaco (vaccino compreso) che non abbia effetti collaterali. Ma questo NON significa che i farmaci siano nocivi alla salute se usati in maniera corretta. La Storia ci racconta che Annibale assumeva giornalmente piccole dosi di veleno per adattare l’organismo ad evitare un avvelenamento operato da chi lo circondava. A questo punto solo l’acqua fresca è priva di effetti collaterali. L’organismo umano è nella sua bellezza una macchina perfetta ed unica. Siamo uguali ma diversi e questo spiega come non tutti reagiamo nello stesso modo alla somministrazione di un farmaco. Va anche detto che la medicina non è una scienza esatta ma una scienza (arte) empirica che basa le sue scelte su base statistica (semplifico: alla maggioranza dei pazienti un farmaco X da’ i risultati sperati, quel farmaco va bene a tutti per la patologia a cui é dedicato, anche se qualcuno segnalerà effetti collaterali). Quello che in tutta questa “storia vaccinale” deve essere chiaro, invece, sono i “numeri” della ricerca e della sperimentazione sull’uomo che sono alla base della validazione, commercializzazione ed uso. E’ su questo che bisognerebbe riflettere e cercare delle verità, anche se FDA, EMEA e AIFA hanno dato il loro consenso all’uso. Per cui libertà di scelta.

    • A questo punto mi viene un dubbio: non è che questi, più che scappati di casa, siano stati BUTTATI fuori di casa dai genitori che non ne potevano più di ritrovarseli sul groppone? Dei mammalucchi nullafacenti, senza idee né prospettive, dei “vogliadilavorarezero”, che ciondolano per casa dalla “cameretta” al divano…adesso fanno le stesse cose – cioè niente se non, ahimé, danni – dai comodi scranni sui quali sono stati catapultati da una massa di creduloni italioti che pensavano che si potesse mandare avanti un paese al grido di vaffa. La mia unica consolazione è di non averli MAI votati, almeno non mi devo maledire per aver dato loro il permesso di rovinare il futuro mio e delle mie figlie…

  6. Uno dei sintomi dell’autismo è la ripetitività nell’esecuzione di alcune attività.
    Bonafede si ripete liberando i mafiosi e i delinquenti forse qualche problemino potrebbe averlo.

  7. Verissimo. Se fosse all’inverso le sinistre avrebbero invaso le piazze dal primo momento. Continuiamo a fare i ********…. Tanto è quello che vogliono… Lo vuole l’Europa e lo vuole tutto l’occidente ormai alla deriva totale…..

  8. Io non ho votato questo branco di inetti, ma devo subire i loro soprusi quotidiani e siccome non sono l’unica sarebbe proprio ora di scendere in piazza

    • Verissimo. Se fosse all’inverso le sinistre avrebbero invaso le piazze dal primo momento. Continuiamo a fare i ********…. Tanto è quello che vogliono… Lo vuole l’Europa e lo vuole tutto l’occidente ormai alla deriva totale…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *